MALARONE ® - Atovaquone + Proguanile cloridrato

MALARONE ® è un farmaco a base di Atovaquone + Proguanile cloridrato

GRUPPO TERAPEUTICO: Antimalarici

MALARONE ® - Atovaquone + Proguanile cloridrato

Indicazioni MALARONE ® - Atovaquone + Proguanile cloridrato

MALARONE ® è indicato, in accordo con le linee guida dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, nella profilassi e nel trattamento degli episodi di malaria sostenuti da Plasmodium Falciparum.

Meccanismo d'azione MALARONE ® - Atovaquone + Proguanile cloridrato

MALARONE ® è un farmaco molto impiegato nella prevenzione e nel trattamento della Malaria sostenuta da Plasmodium Falciparum, grazie all'importante attività schizonticida sostenuta dall'associazione di due principi attivi differenti con meccanismi d'azione complementari.
Più precisamente :

  • Il proguanil è un profarmaco che assunto per os ed assorbito al livello gastro-enterico, viene convertito in cicloguanile dal citocromo p450, risultando così efficace nel bloccare l'enzima diidrofolato reduttasi compromettendo la sintesi nucleotidica ed inibendo la proliferazione di elementi ad alto tasso proliferativo come gli schizonti epatocitari.
  • L'atovaquonte è un naftochinone, con struttura analoga all'ubichinone dei protozoi e pertanto in grado di bloccare il trasporto di elettroni lungo la membrana mitocondriale, bloccando le attività biosintetiche del parassita.

L'associazione tra i due farmaci inoltre, sembra determinare la comparsa di proprietà emergenti, che rendono la profilassi ancor più efficace impedendo agli schizonti epatocitari di raggiungere il ciclo eritrociatrio.
Terminata la propria attività biologica, in seguito ad un emivita superiore alle 10 ore, il proguanil e l'atovaquone vengono eliminati rispettivamente prevalentemente per via renale ed intestinale.

Studi svolti ed efficacia clinica

CAUSE DI INSUCCESSI DELLA TERAPIA ATOVAQUONE - PROGUANIL
Malar J. 2012 May 2;11:146.

Early treatment failure during treatment of Plasmodium falciparum malaria withatovaquone-proguanil in the Republic of Ivory Coast.

Wurtz N, Pascual A, Marin-Jauffre A, Bouchiba H, Benoit N, Desbordes M, Martelloni M, Pommier de Santi V,Richa G, Taudon N, Pradines B, Briolant S.


Lavoro che pur ribadendo l'elevata efficacia antimalarica della combinazione atovaquone-proguanil, attribuisce i potenziali insuccessi della terapia e della profilassi con questi farmaci all'insorgenza di meccanismi di resistenza nuovi piuttosto che ad un errato dosaggio.


ATOVAQUONE - PROGUANIL IN THAILANDIA
Malar J. 2008 Jan 28;7:23. doi: 10.1186/1475-2875-7-23.

In vitro atovaquone/proguanil susceptibility and characterization of the cytochrome b gene of Plasmodium falciparum from different endemic regions of Thailand.

Khositnithikul R, Tan-Ariya P, Mungthin M.


Studio che dopo aver valutato il profilo farmacogenomico di vari Plasmodi, ribadisce l'efficacia dell'associazione atovaquone/proguanil nel trattamento della malaria multiresistente in Thailandia.

ATOVAQUONE/PROGUANIL IN GIAPPONE
Parasitol Int. 2012 Sep;61(3):466-9. doi: 10.1016/j.parint.2012.03.004. Epub 2012 Mar 29.

Efficacy and safety of atovaquone-proguanil in treating imported malaria in Japan: the second report from the research group.

Kimura M, Koga M, Kikuchi T, Miura T, Maruyama H.


Studio che valuta l'efficacia di più protocolli terapeutici nel trattamento della malaria importata, definendo quello a base di atovaquone e proguanil come il più efficace e sicuro almeno nel territorio Giapponese.

Modalità d'uso e posologia

MALARONE ®
Compresse da 200 mg di Atovaquone e 100 mg di Proguanile cloridrato
Il medico dovrebbe definire i protocolli preventivi e terapeutici a base di MALARONE ® in accordo con le linee guida internazionali stilate dall'Organizzazione Mondiale della Sanità e tenendo conto delle condizioni fisiopatologiche del paziente.
E' evidente che lo schema posologico varierà sensibilmente a seconda dell'età del paziente, dell'eventuale presenza di affezioni epatiche e renali ed in base alle diverse finalità, preventive o terapeutiche.
Noto il profilo di assorbimento dell'Atovaquone, sarebbe preferibile assumere MALARONE ® durante i pasti, al fine di garantirne il massimo assorbimento sistemico.

Avvertenze MALARONE ® - Atovaquone + Proguanile cloridrato

Il protocollo terapeutico o preventivo con MALARONE ® dovrebbe essere definito dal medico, in linea con l'OMS, in base alle caratteristiche fisiopatologiche del paziente, all'area geografica meta del paziente, ed all'eventuale presenza di condizioni tali da compromettere la sicurezza dell'uso del farmaco.
Più precisamente pazienti affetti da patologie epatiche e renali, alla luce delle caratteristiche farmacocinetiche di entrambi i principi attivi, dovrebbero assumere MALARONE ® sotto la stretta supervisione medica al fine di limitare la comparsa di spiacevoli effetti collaterali.
Contestualmente alla chemioprofilassi sarebbe opportuno mettere in atto tutte le norme igieniche necessarie a limitare il rischio di puntura, quindi la penetrazione del protozoo nell'organismo dell'ospite.
L'uso di MALARONE ® a fini terapeutici, deve necessariamente essere supervisionato dal medico, valutando il grado di parassitemia ed il miglioramento progressivo delle condizioni cliniche del paziente.
Qualora la terapia in atto risultasse inefficace sarebbe opportuno valutare strategie differenti.


GRAVIDANZA ED ALLATTAMENTO

Considerando l'attività biologica dei principi attivi di MALARONE ® e data l'assenza di trial clinici particolarmente significativi, atti a valutare la sicurezza del farmaco per la salute fetale, sarebbe preferibile evitare l'uso di questa specialità durante la gravidanza e l'allattamento ameno che non risulti strettamente necessario.
In tal caso è necessaria la continua supervisione medica specialistica.

Interazioni

Il paziente in terapia con MALARONE ® dovrebbe prestare particolare cautela, richiedendo il consulto medico, alla contestuale assunzione di:

  • Farmaci a base di magnesio trisilicato, visto il ridotto assorbimento sistemico indotto a carico del Proguanile;
  • Anticoagulanti orali, per il potenziamento dell'attività anticoagulante indotta dal farmaco;
  • Metaclopramide, tetracicline, rifampicina e rifabutina in grado di ridurre l'assorbimento sistemico dell'Atovaquone.

Controindicazioni MALARONE ® - Atovaquone + Proguanile cloridrato

L'uso di MALARONE ® è controindicato nei pazienti ipersensibili al principio attivo o ad uno qualsiasi dei suoi eccipienti e nei pazienti con grave compromissione della funzionalità epatica e renale.

Effetti indesiderati - Effetti collaterali

L'uso di MALARONE ® potrebbe determinare la comparsa di cefalea, nausea, vomito, diarrea, dolore addominale, insonnia, febbre, incremento delle transaminasi, stomatite e ulcere della bocca e solo nei casi più gravi reazioni avverse da ipersensibilità come angioedema, broncospasmo, vasculiti e anafilassi.

Note

MALARONE ® è un farmaco soggetto a prescrizione medica obbligatoria.