KCL RETARD ® - Potassio

KCL RETARD ® è un farmaco a base di potassio cloruro

GRUPPO TERAPEUTICO: Minerali - Potassio

KLC RETARD  ®  - Potassio

Indicazioni KLC RETARD ® - Potassio

KCL RETARD ® è indicato nella prevenzione e nel trattamento dei deficit di potassio, anche sintomatologici.
Diarrea e vomito prolungati, utilizzo di diuretici tiazidici, trattamento con digitale, abuso di lassativi, patologie epatiche e renali, rappresentano solo alcune delle condizioni associate ad un marcato deficit di potassio.

Meccanismo d'azione KLC RETARD ® - Potassio

KCL RETARD ® è un farmaco in grado di rilasciare gradualmente, al livello della mucosa gastro-enterica, il cloruro di potassio, garantendo così un assorbimento ritardato nel tempo ed evitando soprattutto l'accumulo in granuli, potenzialmente pericolosi vista la capacità irritativa nei confronti delle varie mucose.
Il potassio assunto rientra in gran parte nel pull di potassio endogeno, agendo come cofattore di numerosissimi enzimi, coinvolti soprattutto nelle vie cataboliche ed ergogeniche, e ricostituendo la quota intracellulare di questo oligoelemento, necessaria sia a mantenere la corretta osmolarità cellulare sia il potenziale di membrana, utile nella genesi del potenziale d'azione, quindi nella conducibilità neuro-muscolare.
Carenze di potassio, fortunatamente rare vista l'abbondante presenza in natura di questo minerale, si ripercuotono tuttavia su numerose attività biologiche, manifestandosi macroscopicamente con grave astenia e malessere e ridota capacità di trasmissione nervosa.

Studi svolti ed efficacia clinica

1.POTASSIO ED EMOSTASI
Acta Cardiol. 2011 Oct;66(5):635-9.

Potassium supplement ameliorates salt-induced haemostatic abnormalities in normotensive subjects.

Liu F, Mu J, Yuan Z, Zhang M, Zheng S, Lian Q, Liu E, Xu H, Ren K, Huang Q.


Studio interessante che dimostra come la supplementazione di potassio potrebbe migliorare le anomalie emostatiche indotte da diete ad alto contenuto salinico, riducendo l'incidenza di patologie cardiovascolari.


2.LE CONSEGUENZE DELL'ABUSO DI POTASSIO
West J Emerg Med. 2010 Feb;11(1):57-9.

Fatal dysrhythmia following potassium replacement for hypokalemic periodic paralysis.

Ahmed I, Chilimuri SS.


Case report emblematico, che dimostra come l'eccessiva somministrazione di potassio, anche per il trattamento di gravi ipokaliemie, potrebbe determinare un iperkaliemia di rimbalzo con conseguenze fatali per il paziente.


3. L'INTEGRAZIONE CON POTASSIO NEI PAZIENTI ALLETTATI
Int J Surg. 2008 Aug;6(4):287-8. Epub 2008 Mar 28.

Oral potassium supplementation in surgical patients.

Hainsworth AJ, Gatenby PA.


Studio che si concentra sulla necessità di integrare Sali di potassio in pazienti ospedalizzati e sottoposti ad interventi chirurgici. Nonostante gli importanti benefici derivati dalla supplementazione orale, è necessario considerare che in pazienti allettati l'assunzione di potassio per via orale potrebbe aumentare l'incidenza di ulcerazioni esofagee, stenosi e gastriti.

Modalità d'uso e posologia

KCL RETARD ®
Compresse per uso orale a rilascio prolungato da 600 mg di potassio cloruro.
L'assunzione di 1 - 2 compresse per due - tre volte al giorno, dovrebbe essere sufficiente a soddisfare i fabbisogni più esigenti, ed eventualmente a compensare gli stati carenziali.
La definizione precisa del dosaggio, dovrebbe tuttavia esser stabilita dal medico, dopo un'attenta visita medica e solo dopo aver stabilito l'apporto di potassio garantito dalla dieta.
Si consiglia di assumere KCL RETARD ® a stomaco pieno al fine di ridurre l'irritazione della mucosa gastrica.

Avvertenze KLC RETARD ® - Potassio

Prima di assumere KCL RETARD ® , è necessario consultare il proprio medico, affinchè questo valuti attentamente lo stato di salute, la quota di potassio introdotta attraverso la dieta e l'eventuale presenza di condizioni patologiche come nefropatie, iperkaliemia e patologie cardiache, incompatibili con l'assunzione di cloruro di potassio.
In ogni caso il medico dovrebbe supervisionare periodicamente lo stato di salute del paziente, valutando la corretta funzionalità renale e le concentrazioni ematiche di elettroliti.
E' inoltre utile ricordare come l'azione irritante dei Sali di potassio sulle mucose, potrebbe aggravare complicanze preesistenti al livello della mucosa gastrica, peggiorandone il decorso.
KCL RETARD ® contiene saccarosio, pertanto la sua assunzione dovrebbe realizzarsi con particolare cura in pazienti diabetici o affetti da malassorbimento glucosio-galattosio.


GRAVIDANZA ED ALLATTAMENTO

KCL RETARD ® è indicato nel trattamento degli stati carenziali di potassio anche durante la gravidanza e nel successivo periodo di allattamento, purchè tale somministrazione sia supervisionata dal proprio medico.

Interazioni

E' utile ricordare come la contestuale assunzione di diuretici risparmiatori di potassio, possa accentuare l'incremento ematico di potassio, contribuendo all'insorgenza di iperpotassiemia e delle relative complicanze.

Controindicazioni KLC RETARD ® - Potassio

L'utilizzo di KCL RETARD ® è controindicato in caso di ipersensibilità ai principi attivi o ai relativi eccipienti, iperpotassiemia, insufficienza renale e surrenalinca, uremia, deidratazione, acidosi diabetica, ridotta motilità gastrointestinale e adinamia periodica ereditaria.

Effetti indesiderati - Effetti collaterali

L'assunzione di cloruro di potassio, soprattutto quando effettuata a dosaggi elevati, potrebbe esser responsabile della comparsa di dolori addominali, vomito e irritazioni della mucosa gastroenterica fino alla perforazione nei casi più gravi.
Il sovradosaggio può essere invece responsabile di iperpotassemia con complicanze sia renali che cardiache.

Note

KCL RETARD ® è un farmaco vendibile esclusivamente con ricetta medica.



Ultima modifica dell'articolo: 19/04/2016