Inhixa - Enoxaparina sodica

Informazioni su Inhixa - Enoxaparina sodica fornite da EMEA

Cos'è e per cosa si usa Inhixa - Enoxaparina sodica ?

Inhixa è un anticoagulante (un medicinale per prevenire la formazione di coaguli di sangue). È usato negli adulti per:

  • la prevenzione del tromboembolismo venoso (coaguli che si formano all'interno delle vene ostruendo la circolazione sanguigna), in particolare in pazienti sottoposti a chirurgia o che sono a rischio maggiore di sviluppare coaguli perché costretti a letto a causa di una malattia;
  • il trattamento delle condizioni associate a coaguli di sangue come la trombosi venosa profonda (dove il coagulo si forma in una vena profonda, solitamente nella gamba);
  • il trattamento dell'angina instabile (un tipo di dolore al petto grave causato da un afflusso problematico di sangue al cuore);
  • il trattamento di determinati tipi di infarto del miocardio (attacco cardiaco);
  • la prevenzione della formazione di coaguli quando il sangue viene fatto circolare attraverso una macchina per l'emodialisi per rimuovere le sostanze tossiche.

Nel trattamento dell'angina instabile e degli attacchi cardiaci Inhixa è somministrato in associazione ad aspirina (acido acetilsalicilico).

Il principio attivo contenuto in Inhixa è enoxaparina sodica.

Inhixa è un “medicinale biosimilare”. Ciò significa che è molto simile a un medicinale biologico (il “medicinale di riferimento”) che è già autorizzato nell'Unione europea (UE). Il medicinale di riferimento di Inhixa è Clexane. Per maggiori informazioni sui medicinali biosimilari, consultare le domande e risposte cliccando qui.

Come si usa Inhixa - Enoxaparina sodica ?

Inhixa è disponibile come soluzione iniettabile in siringhe preriempite. Solitamente è somministrato come iniezione sottocutanea; tuttavia, nel trattamento di un tipo di attacco cardiaco chiamato infarto acuto del miocardio con innalzamento del segmento ST (STEMI) viene prima somministrato come iniezione in una vena e, per prevenire coaguli nelle macchine per l'emodialisi, viene iniettato direttamente nel tubo in cui passa il sangue. La dose e la durata del trattamento, nonché la sua eventuale somministrazione in associazione ad altri medicinali, dipendono dall'affezione da prevenire o trattare. È necessario un aggiustamento della dose nei pazienti con funzione renale gravemente ridotta.

Il medicinale può essere ottenuto soltanto con prescrizione medica. Per ulteriori informazioni, vedere il foglio illustrativo

Come agisce Inhixa - Enoxaparina sodica ?

La formazione di coaguli di sangue all'interno dei vasi sanguigni può ridurre l'apporto di sangue agli organi, incluso il cuore. Il principio attivo di Inhixa, enoxaparina, appartiene a un gruppo di medicinali anticoagulanti denominati "eparine a basso peso molecolare”. L'enoxaparina aumenta l'effetto dell'antitrombina III, una sostanza naturale che controlla i fattori di coagulazione del sangue contribuendo a prevenirne la coagulazione all'interno dell'organismo. Questo contribuisce a bloccare la formazione di nuovi coaguli e a controllare quelli esistenti.

Quali benefici ha mostrato Inhixa - Enoxaparina sodica nel corso degli studi?

Studi di laboratorio su vasta scala che hanno messo a confronto Inhixa e Clexane hanno evidenziato che Inhixa è molto simile a Clexane in termini di struttura, purezza e attività biologica.

Inoltre, uno studio su 20 soggetti sani ha mostrato che le stesse dosi di questi due medicinali somministrate mediante iniezione sottocutanea producevano effetti simili sui fattori di coagulazione del sangue. Lo studio si è avvalso di diverse metodologie di misura, corrispondenti al modo in cui il medicinale agisce nell'organismo.

La ditta ha presentato anche dati derivati da studi pubblicati che evidenziano i benefici dell'enoxaparina nella prevenzione e nel trattamento dei coaguli di sangue.

Quali sono i rischi associati a Inhixa - Enoxaparina sodica ?

L'effetto indesiderato più comune di Inhixa (che può riguardare più di 1 persona su 10) è l'emorragia (sanguinamento): un sanguinamento grave si è verificato in circa 4 persone su 100 a cui era stato somministrato Inhixa per prevenire la formazione di coaguli di sangue durante la chirurgia. Inoltre, è molto comune (potendo riguardare più di 1 persona su 10) l'aumento dei livelli degli enzimi epatici nel sangue (un segno di possibili problemi al fegato).

Per l'elenco completo degli effetti indesiderati rilevati con Inhixa, vedere il foglio illustrativo.

Inhixa non deve essere usato in pazienti con importanti emorragie pregresse, gravi problemi di coagulazione o con affezioni che aumentano il rischio di o conseguenti a sanguinamento, quali ulcere gastriche o ictus. Per l'elenco completo delle limitazioni, vedere il foglio illustrativo.

Perché è stato approvato Inhixa - Enoxaparina sodica ?

Gli studi hanno dimostrato che Inhixa ha una struttura e un'attività biologica molto simili a Clexane e ha lo stesso effetto sui fattori di coagulazione del sangue. Anche i profili di sicurezza dei due medicinali sono stati giudicati simili, sulla base degli esami di laboratorio.

Pertanto, il comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) dell'Agenzia ha ritenuto che non vi siano differenze clinicamente significative tra Inhixa e Clexane in termini di efficacia e sicurezza e che, come per Clexane, i benefici siano superiori ai rischi individuati. Il comitato ha pertanto raccomandato il rilascio dell'autorizzazione all'immissione in commercio per Inhixa.

Quali sono le misure prese per garantire l'uso sicuro ed efficace di Inhixa - Enoxaparina sodica ?

Le raccomandazioni e le precauzioni che gli operatori sanitari e i pazienti devono osservare affinché Inhixa sia usato in modo sicuro ed efficace sono state riportate nel riassunto delle caratteristiche del prodotto e nel foglio illustrativo.

Altre informazioni su Inhixa - Enoxaparina sodica

Per la versione completa dell'EPAR di Inhixa consultare il sito web dell'Agenzia: ema.europa.eu/Find medicine/Human medicines/European public assessment reports. Per maggiori informazioni sulla terapia con Inhixa, leggere il foglio illustrativo (anch'esso accluso all'EPAR) oppure consultare il medico o il farmacista.


Le informazioni su Inhixa - Enoxaparina sodica pubblicate in questa pagina possono risultare non aggiornate o incomplete. Per un uso corretto di tali informazioni, consulta la pagina Disclaimer e informazioni utili.



ARTICOLI CORRELATI

Heparin Collirio - Foglietto Illustrativo Protamina - Farmaco generico - Foglietto Illustrativo Calciparina - Foglietto Illustrativo Clarema - Foglietto Illustrativo Clexane - Foglietto Illustrativo Eparina Fluxum - Foglietto Illustrativo FRAGMIN ® - Deltaeparina sodica PROVENAL® - Sulodexide Vessel - Foglietto Illustrativo Thorinane - Enoxaparina sodica Eparina su Wikipedia italiano Heparin su Wikipedia inglese Coumadin - Warfarin Coumadin: conosci il farmaco e come si usa? Fai il Quiz Eliquis - apixaban Anticoagulanti cumarinici Antitrombina III Coumadin - Foglietto Illustrativo Eliquis - Foglietto Illustrativo Proteina C - Deficit e resistenza alla proteina C attivata Sintrom Sintrom - Foglietto Illustrativo SINTROM ® - Acenocumarolo Lixiana - Edoxaban Praxbind - Idarucizumab Roteas - Edoxaban Anticoagulanti su Wikipedia italiano Anticoagulant su Wikipedia inglese Dieta e infarto Cuore: sai riconoscere i sintomi di un infarto? Enzimi Cardiaci Farmaci per la cura dell'Infarto del Miocardio Infarto Fulminante Shock Cardiogeno Sindrome coronarica acuta Vitamine Antiossidanti Contro l'Infarto Infarto - Come riconoscere i Sintomi e Cosa Fare Infarto Intestinale Bypass coronarico Infarto Infarto: diagnosi e trattamento Infarto: fattori di rischio e complicanze Ismo - Foglietto Illustrativo Sintomi Infarto Intestinale Sintomi Infarto miocardico Clopidogrel/Acido Acetilsalicilico Teva Zydelig - idelalisib Infarto su Wikipedia italiano Myocardial infarction su Wikipedia inglese Ansimar - Foglietto Illustrativo