HUMULIN I ® - Insulina isofano umana

HUMULIN I ® un farmaco a base di insulina isofano umana

GRUPPO TERAPEUTICO: Insulina isofano  umana per uso iniettabile – insuline ed analoghi


HUMULIN I ® - Insulina isofano umana

Indicazioni HUMULIN I ® - Insulina isofano umana

HUMULIN I ® è indicato nel trattamento del diabete mellito che necessita di terapia insulinica, nel diabete gestazionale nel controllo iniziale della patologia diabetica.

Meccanismo d'azione HUMULIN I ® - Insulina isofano umana

HUMULIN I ® è un farmaco a base di insulina umana ottenuta in laboratorio attraverso la tecnologia del DNA ricombinante e complessata con solfato di protamina o altra protamina adeguata, che consente un allungamento dei tempi di azione di questo tipo di ormone, influenzando i tempi e le modalità di assorbimento del farmaco.
In linea generale l'insulina isofano, anche denominata insulina NPH (Neutral Protamin Hagedorn), presenta un tempo di latenza di circa 2 ore, un picco di attività ipoglicemizzante a 6-8 ore dalla somministrazione sottocutanea e una durata totale dell'effetto terapeutico di circa 18-24 ore, con importanti variabilità interindividuali.
Abbandonata la sottocute, l'insulina entra in circolo, legandosi a specifici recettori dotati di attività Tyr-kinasica intrinseca espressi da cellule insulino sensibili come quelle muscolari e adipose, aumentando così l'uptake di glucosio ematico e promuovendo processi biosintetici come la glicogenosintesi, la sintesi proteica e lipidica.
Tuttavia l'effetto ipoglicemizzante dell'insulina è mediato anche dall'importante attività metabolica svolta al livello epatico, crocevia metabolico fondamentale nell'omeostasi organica,  utile a ridurre la produzione e l'immissione in circolo di glucosio attraverso l'inibizione dei processi di glicogenolisi, lipolisi e gluconeogenesi.

Studi svolti ed efficacia clinica

1. TERAPIA INSULINICA E AUMENTO DI PESO

Diabetes Metab. 2005 Sep;31(4 Pt 2):4S51-4S56.

Weight gain and insulin treatment.

Larger E.


Interessante studio condotto sulla popolazione diabetica che dimostra come la terapia insulinica con insulina isofano possa garantire un significativo incremento di peso, maggiore rispetto quello indotto da altri analoghi, senza tuttavia un peggioramento dello stato di salute cardiovascolare.


2. INSULINA ISOFANO O INSULINA GLARGINE?

Diabetes Care. 2011 Apr 15

Pharmacokinetics and Pharmacodynamics of Therapeutic Doses of Basal Insulins NPH, Glargine, and Detemir After 1 Week of Daily Administration at Bedtime in Type 2 Diabetes: A randomized cross-over study.

Lucidi P, Porcellati F, Rossetti P, Candeloro P, Cioli P, Marzotti S, Andreoli AM, Fede R, Bolli GB, Fanelli CG.


Insulina isofano e insulina glargine, seppur distinte dalla sequenza aminoacidica e dal sistema di assorbimento, condividono più o meno le stesse tempistiche d'azione con un attività terapeutica protratta per circa 20h. Questo studio tuttavia sembra riscontrare nell'insulina glargine un analogo insulinico dalla miglior efficacia terapeutica.


3. INSULINA GLARGINE E INSULINA NPH A CONFRONTO NELLA POPOLAZIONE PEDIATRICA

Pediatr Diabetes. 2011 Mar 28.

Lower HbA1c after 1 year, in children with type 1 diabetes treated with insulin glargine vs. NPH insulin from diagnosis: a retrospective study.

Salemyr J, Bang P, Ortqvist E.


Questo interessantissimo studio condotto su pazienti diabetici pediatrici dimostra come la somministrazione di insulina glargine possa rispetto alla somministrazione di insulina NPH, garantire in un trattamento di 12 mesi, un miglior controllo glicemico riducendo sensibilmente i livelli di emoglobina glicosilata.

Modalità d'uso e posologia

HUMULIN I ® 100 UI/ml di insulina isofano umana in flaconi da 10 ml, cartucce da 3ml o penne preriempite da 3 ml:
l'insulina isofano è un analogo dell'insulina a durata d'azione intermedia, pertanto solitamente la sua assunzione è affiancata dalla somministrazione di insulina regolare o rapida in concomitanza dei pasti principali. 
Data la complessa strutturazione della terapia, i dosaggi e i rapporti variano significativamente da paziente a paziente,  in base alle sue esigenze e necessità terapeutiche.
Pertanto la corretta formulazione del dosaggio, dovrebbe essere stabilita dal medico, dopo un'attenta valutazione delle condizioni fisio-patologiche e del controllo glicemico del paziente.

Avvertenze HUMULIN I ® - Insulina isofano umana

L'attiva partecipazione del paziente rappresenta  sicuramente il primo passo verso l'adeguata gestione della patologia diabetica.
E'importantissimo infatti che il paziente venga adeguatamente istruito dal proprio medico sulla corretta modalità di preparazione, conservazione e iniezione dell'insulina, sui potenziali effetti collaterali e sui rimedi utili da mettere in atto per ridurre al minimo il rischio di reazioni avverse clinicamente significative.
Il medico inoltre deve, con la partecipazione del paziente, monitorare periodicamente i livelli glicemici ed eventualmente adeguare la terapia quando necessario.
Questa esigenza potrebbe realizzarsi anche in seguito a variazione della terapia, patologie infettive, interventi chirurgici, gravidanza e variazioni dello stile di vita e delle abitudini alimentari.
Episodi di ipoglicemia spesso si accompagnano ad una riduzione delle capacità reattive e percettive del paziente, rendendo pericoloso l'uso di macchinari e la guida di autoveicoli.

 

GRAVIDANZA ED ALLATTAMENTO

L'insulina isofano umana, al pari delle altre forme di insulina, rappresenta al momento l'unico approccio terapeutico possibile per il trattamento del diabete gestazionale.
Garantire un buon controllo glicemico durante il periodo di gravidanza, è di fondamentale importanza per salvaguardare il corretto sviluppo del feto e la sua vitalità.

Interazioni

Differenti principi attivi possono alterare le normali caratteristiche terapeutiche dell'insulina, determinando delle variazioni anche significative dell'effetto ipoglicemizzante dell'ormone.
Infatti la concomitante assunzione di ipoglicemizzanti orali, octreotide, anti-MAO, agenti beta bloccanti, ACE inibitori, salicilati, alcool e steroidi anabolizzanti potrebbe potenziare l'effetto ipoglicemizzante aumentando il rischio di ipoglicemia, mentre la contemporanea somministrazione di contraccettivi orali, tiazidi, glucorticoidi, ormoni tiroidei e simpaticomimetici potrebbe ridurre l'effetto terapeutico di HUMULIN I ®
E' quindi opportuno in questi casi, considerare con il proprio medico, un eventuale adeguamento del dosaggio per mantenere un buon controllo glicemico.
E' utile inoltre ricordare come simpaticolitici possano mascherare alcuni segni importanti dell'ipoglicemia aumentando il rischio di reazioni gravi.

Controindicazioni HUMULIN I ® - Insulina isofano umana

HUMULIN I ® controindicato in caso di ipoglicemia e ipersensibilità all'insulina umana o suoi eccipienti.

Effetti indesiderati - Effetti collaterali

La somministrazione di insulina può solitamente essere associata a disturbi locali (in sede di iniezione) e sistemici di differente rilevanza clinica.
L'iniezione sottocutanea può in alcuni casi accompagnarsi alla comparsa di rossore, bruciore e prurito transitorio in sede di inoculazione e di lipoatrofia in mancanza di un adeguata rotazione delle aree di puntura.
Tra gli effetti sistemici, più rari sono i disturbi gastro-intestinali, visivi o cutanei da ipersensibilità, mentre particolare attenzione merita la condizione di ipoglicemia.
Questa potrebbe manifestarsi con segni tipici quali brividi, tremori, sudorazione fredda, palpitazioni, sonnolenza ed evolvere rapidamente verso la perdita di coscienza ed il coma.
E' pertanto opportuno che il paziente diabetico porti con sé una fonte zuccherina di rapida assunzione, per far fronte rapidamente alla suddetta condizione.
Questi analoghi dell'insulina, possono aumentare il rischio di ipersensibilità sistemica, spingendo il medico verso la variazione della terapia.

Note

HUMULIN I ® vendibile solo sotto prescrizione medica.
HUMULIN I ® rientra nella classe dopante : Ormoni e sostanze correlate ( proibiti in e fuori gara)


Le informazioni su HUMULIN I ® - Insulina isofano umana pubblicate in questa pagina possono risultare non aggiornate o incomplete. Per un uso corretto di tali informazioni, consulta la pagina Disclaimer e informazioni utili.



Ultima modifica dell'articolo: 08/12/2016