Evarrest

Informazioni su Evarrest fornite da EMEA

Cos'è e per cosa si usa Evarrest ?

Evarrest è un prodotto usato negli adulti durante un intervento chirurgico per arrestare un'emorragia, laddove i metodi standard per il controllo dell'emorragia sono insufficienti. È formato da materiale assorbibile rivestito su un lato da due principi attivi (fibrinogeno e trombina) ed è disponibile come matrice sigillante da 10,2 cm x 10,2 cm. Nel corso dell'intervento, le matrici vengono tagliate in base alla misura e alla forma necessarie per sigillare l'area sanguinante.

Come si usa Evarrest ?

Evarrest deve essere utilizzato soltanto da chirurghi esperti, che valuteranno il quantitativo da usare in base alle dimensioni e alla posizione dell'area sanguinante. Si deve applicare solo un singolo strato, sovrapponendolo di 1-2 cm sul tessuto non sanguinante circostante. Evarrest è costituito da materiale assorbibile che non è necessario rimuovere dopo l'intervento chirurgico. Il materiale viene assorbito dall'organismo nell'arco di 8 settimane circa. Tuttavia, non se ne devono lasciare più di due unità, poiché con quantità maggiori non è stata raccolta un'esperienza sufficiente.

Come agisce Evarrest ?

I principi attivi di Evarrest, fibrinogeno e trombina, sono proteine estratte dal sangue, implicate nel naturale processo di coagulazione. La trombina agisce dividendo il fibrinogeno in unità più piccole denominate fibrine, che successivamente si aggregano a formare dei coaguli. Quando una matrice di Evarrest è applicata a un'area sanguinante durante l'intervento chirurgico, l'umidità scatena la reazione tra i due principi attivi, determinando la rapida formazione dei coaguli. I coaguli permettono alla matrice di aderire più fermamente al tessuto, contribuendo ad arrestare l'emorragia.

Quali benefici ha mostrato Evarrest nel corso degli studi?

Gli studi hanno dimostrato che Evarrest è efficace nel contribuire ad arrestare l'emorragia durante un intervento chirurgico: nella maggior parte dei pazienti il sanguinamento si è arrestato entro 4 minuti. Uno studio ha confrontato Evarrest con un altro prodotto, Surgicel, in pazienti sottoposti a chirurgia addominale, toracica e pelvica. Nel 98% (59 su 60) dei pazienti del gruppo trattato con Evarrest l'emorragia si è arrestata nel giro di 4 minuti (senza ricomparsa di sanguinamento nel corso di un periodo di osservazione di 6 minuti); tale risultato si è osservato nel 53% dei soggetti trattati Surgicel (16 su 30). Due studi hanno confrontato Evarrest con tecniche chirurgiche di comune utilizzo considerate standard. In uno studio su pazienti sottoposti a chirurgia addominale, toracica e pelvica, l'emorragia si è arrestata entro 4 minuti nell'84% (50 su 59) dei pazienti trattati con Evarrest, rispetto al 31% (10 su 32) dei pazienti trattati con la tecnica standard. Risultati analoghi sono emersi da uno studio su pazienti sottoposti a intervento chirurgico a livello epatico: l'emorragia si è arrestata entro 4 minuti nell'83% (33 su 40) dei pazienti trattati con Evarrest, rispetto al 30% (13 su 44) dei pazienti trattati con la tecnica standard.

Qual è il rischio associato a Evarrest ?

Le complicanze che si osservano nei pazienti trattati con Evarrest sono generalmente collegate alla procedura chirurgica e alle condizioni pregresse, e comprendono emorragia postoperatoria e aumento dei livelli di fibrinogeno nel sangue. Per l'elenco completo degli effetti indesiderati rilevati con Evarrest, vedere il foglio illustrativo. Evarrest non deve essere usato per riparare lesioni delle pareti di grandi vasi sanguigni, non deve essere applicato all'interno dei vasi sanguigni e non deve essere utilizzato in spazi chiusi (ad esempio, aperture presenti nelle ossa). Inoltre, non deve essere impiegato in presenza di un'infezione attiva o in parti contaminate.

Perché è stato approvato Evarrest ?

Il comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) dell'Agenzia ha rilevato che Evarrest si è dimostrato efficace nell'arrestare un'emorragia durante un intervento chirurgico e che potrebbe essere un'alternativa adeguata rispetto ad altri prodotti e tecniche. Le complicanze osservate negli studi condotti con Evarrest erano generalmente dovute alla procedura chirurgica e alle condizioni pregresse, sebbene siano stati osservati casi di ricomparsa dell'emorragia dalle sedi in cui erano state usate matrici di Evarrest. Evarrest deve pertanto essere usato soltanto quando i metodi standard per il controllo dell'emorragia sono insufficienti.

Il CHMP ha concluso che i benefici di Evarrest sono superiori ai rischi e ha raccomandato il rilascio dell'autorizzazione all'immissione in commercio per il medicinale.

Quali informazioni sono ancora attese per Evarrest ?

È stato elaborato un piano di gestione del rischio per garantire che Evarrest sia usato nel modo più sicuro possibile. In base a tale piano, al riassunto delle caratteristiche del prodotto e al foglio informativo di Evarrest sono state aggiunte le informazioni relative alla sicurezza, ivi comprese le opportune precauzioni che gli operatori sanitari e i pazienti devono prendere.

Altre informazioni su Evarrest

Il 25 settembre 2013 la Commissione europea ha rilasciato un'autorizzazione all'immissione in commercio per Evarrest, valida in tutta l'Unione europea. Per la versione completa dell'EPAR di Evarrest consultare il sito web dell'Agenzia: ema.Europa.eu/Find medicine/Human medicines/European public assessment reports. Per maggiori informazioni sulla terapia con Evarrest, leggere il foglio illustrativo (accluso all'EPAR) oppure consultare il medico o il farmacista. Ultimo aggiornamento di questo riassunto: 09-2013


Le informazioni su Evarrest pubblicate in questa pagina possono risultare non aggiornate o incomplete. Per un uso corretto di tali informazioni, consulta la pagina Disclaimer e informazioni utili.



ARTICOLI CORRELATI

Cistite Emorragica - Farmaci per la cura della Cistite Emorragica Rottura dei Capillari dell’Occhio Apoplessia Cistite Emorragica Emorragia cerebrale Sangue nell'occhio Ebola Ematochezia - Sintomi e cause di Ematochezia Emorragia Emorragia gastrointestinale - Sintomi e cause di Emorragia gastrointestinale Emorragia Post-partum - Cause e Sintomi Emorragia Subaracnoidea Emorragia subungueale - Sintomi e cause di Emorragia subungueale Emorragia vaginale nelle fasi iniziali della gravidanza - Sintomi e cause di Emorragia vaginale nelle fasi iniziali della gravidanza Emostatiche Facilità al sanguinamento e alla formazione di lividi Raplixa - Fibrinogeno umano / Trombina umana Rettorragia - Sintomi e cause di Rettorragia Sangue dall'orecchio - Sintomi e cause di Sangue dall'orecchio Sanguinamento delle gengive - Sintomi e cause di Sanguinamento delle gengive Sanguinamento intraoculare - Sintomi e cause di Sanguinamento intraoculare Sintomi Emorragia cerebrale Sintomi Malattia di von Willebrand Emorragia su Wikipedia italiano Bleeding su Wikipedia inglese Piastrine e coagulazione Protrombina, tempo di protrombina INR Fibrinogeno Alto in Gravidanza Proteina S Emofilia Farmaci Trombolitici Proteine del Complemento Sintomi Disturbi della Coagulazione Emofilia - Diagnosi e Trattamento Fibrina Fibrinogeno, valori di fibrinogeno Formaggio: coagulazione acida e presamica Plasmina Sintomi Coagulazione Intravascolare Disseminata Sintomi Emofilia Tromboplastina PTT tempo di tromboplastina parziale attivata APTT Vitamina K Nonafact - fattore IX di coagulazione NovoThirteen - catridecacog Alprolix - Eftrenonacog Alfa Coagadex - Fattore X della coagulazione umano coagulazione su Wikipedia italiano Coagulation su Wikipedia inglese Adenotomia Stent Ureterale Aderenze Aderenze Addominali La chirurgia cardiaca nell’individuo adulto: i possibili interventi Interventi chirurgici su Wikipedia italiano Surgery su Wikipedia inglese Allergie ai Farmaci Ansimar - Foglietto Illustrativo
Ultima modifica dell'articolo: 06/01/2018

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ

Tannini e Guarigione delle Ferite Come evitare di starnutire e Pericoli per la salute Emofilia: una malattia passata alla storia Colostomia: dieta post-operatoria consigliata e cibi concessi Colostomia: alcuni consigli dietetici Colostomia: gli accorgimenti per evitare sfiatamenti eccessivi e dal cattivo odore Colostomia: l’irrigazione intestinale transtomale La colostomia reversibile: alcuni dettagli del secondo intervento Il trapianto di polmone da donatore vivo Malattia di Hirschsprung: Una delle più comuni cause di occlusione intestinale neonatale In cosa consiste la biopsia polmonare “a cielo aperto”? In quale stadio si dovrebbe operare la cataratta? Che cosa sono le aderenze addominali? Sintomi e possibili complicazioni delle aderenze addominali Ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio: perché s’interviene? Ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio: alcune curiosità Gli effetti collaterali dell'anestesia generale Le complicazioni e i rischi dell’anestesia generale Che cos’è la resezione transuretrale della prostata e quando si mette in pratica? Per quali pazienti con ipertrofia prostatica benigna è sconsigliata la TURP? Quali sono i risultati della TURP nei pazienti con ipertrofia prostatica benigna? Principali passaggi operativi della resezione transuretrale della prostata Rischi e complicazioni della resezione transuretrale della prostata Che cos’è la sindrome da TURP? Le procedure alternative alla resezione transuretrale della prostata Che cos’è il cuore artificiale totale? Cuore artificiale totale e dispositivi con funzioni simili Che preparazione richiede l’impianto di un cuore artificiale totale? Quanto può durare l’impianto di un cuore artificiale totale? Ricovero post-operatorio dopo impianto di cuore artificiale totale Quali sono i rischi dell’impianto di un cuore artificiale totale? Impianto di un cuore artificale: indicazioni per adulti e bambini Che cos’è l’endoarteriectomia carotidea? Quando praticare un’endoarteriectomia carotidea? Che preparazione richiede l’endoarteriectomia carotidea? Endoarteriectomia carotidea: procedura passo per passo Rischi dell’endoarteriectomia carotidea Endoarteriectomia carotidea: fase post-operatoria Quando si pratica la gastrostomia endoscopica percutanea? Gastrostomia endoscopica percutanea (PEG): procedura Rischi e complicazioni della gastrostomia endoscopica percutanea (PEG) Controindicazioni della gastrostomia endoscopica percutanea (PEG) Vantaggi della gastrostomia endoscopica percutanea (PEG) Trapianto d’intestino tenue: cos’è? Trapianto d’intestino tenue: procedura Trapianto d’intestino tenue: fase post-operatoria Trapianto di cuore: procedura ortotopica Trapianto di cuore: procedura eterotopica Trapianto di cuore in modalità “organo vivente” Trapianto di fegato: dettagli sulla procedura con donatore vivente Addominoplastica: in cosa consiste?