DECADRON ® Desametasone

DECADRON ® un farmaco a base di Desametasone

GRUPPO TERAPEUTICO: Corticosteroidi non associati


DECADRON ® Desametasone

Indicazioni DECADRON ® Desametasone

DECADRON ® è indicato nel trattamento di tutte quelle manifestazioni infiammatorie e allergiche che necessitano di terapia ormonale a base di ormoni corticosteroidei.
Manifestazioni allergiche particolarmente intense, malattie reumatiche, dermatologiche, oftalmologiche, disturbi endocrini del surrene, patologie dell'apparato respiratorio, affezioni ematologiche  e neoplastiche rappresentano i principali campi di applicazione clinica del desametasone.  

Meccanismo d'azione DECADRON ® Desametasone

Il desametasone è un corticosteroide sintetico, analogo funzionalmente agli ormoni endogeni cortisolo e cortisone, ma caratterizzato da proprietà farmacocinetiche e terapeutiche più mirate, con effetti collaterali più modesti.
L'applicazione in campo clinico di queste molecole è giustificata dalla importante attività antinfiammatoria che si espleta attraverso l'induzione dell'enzima lipocortina, in grado di inibire la fosfolipasi A2 e la cascata a valle che porta, attraverso enzimi lipoossigenasi e ciclo ossigenasi,  alla produzione di mediatori infiammatori, e all'attività antiallergica, probabilmente dovuta alla capacità del desametasone di inibire la sintesi proteica, determinando una significativa diminuzione della produzione di anticorpi e del numero di linfociti, eosinofili e basofili.
Il rapido assorbimento gastro-intestinale, e la relativa bio-distribuzione concentrata soprattutto al livello vascolare e piastrinico, rende la terapia con desametasone particolarmente agevole e decisamente efficace, seppur responsabile di diversi effetti collaterali associati al complesso meccanismo biologico d'azione.

Studi svolti ed efficacia clinica

1. DESAMETASONE E RISTENOSI

Expert Rev Cardiovasc Ther. 2004 Sep;2(5):653-60.

Dexamethasone-eluting stent: an anti-inflammatory approach to inhibit coronary restenosis.

Liu X, De Scheerder I, Desmet W.


La ristenosi è un evento fisiopatologico molto frequente, probabilmente dovuta ad una esagerata reazione infiammatoria associata alla danno vascolare, che riduce l'efficacia degli interventi coronarici.  Questo studio preliminare mostra come il desametasone in loco possa ridurre il processo infiammatorio, prevenendo la comparsa di ristenosi.


2. DESAMETASONE E MIOSITE INFIAMMATORIA

Neuromuscul Disord. 2010 Jun;20(6):382-9. Epub 2010 Apr 25.

Oral dexamethasone pulse therapy versus daily prednisolone in sub-acute onset myositis, a randomised clinical trial.

van de Vlekkert J, Hoogendijk JE, de Haan RJ, Algra A, van der Tweel I, van der Pol WL, Uijtendaal EV, de Visser M; Dexa Myositis Trial.


L'utilizzo di protocolli terapeutici ad alte dosi pulsate di desametasone nel trattamento della miosite infiammatoria si è rilevato efficace quanto la terapia convenzionale ma caratterizzato da un ridotto numero di effetti collaterali.


3. DESAMETASONE E VARIABILITA' DELLO SCHEMA TERAPEUTICO

Platelets. 2010;21(4):270-3.

High dose dexamethasone therapy shows better responses in acute immune thrombocytopenia than in chronic immune thrombocytopenia.

Naithani R, Mahapatra M, Kumar R, Mishra P, Saxena R.


Studio esemplificativo che mostra come dosaggi e schemi terapeutici differenti a base di desametasone, possano essere più o meno efficaci in differenti condizioni cliniche. Anche da queste evidenze nasce la necessità di formulare un dosaggio specifico per ogni caso.

Modalità d'uso e posologia

DECADRON ® compresse da 0.5 – 0.75 mg di desametasone
la definizione del corretto dosaggio è un compito altamente specialistico, che spetta al medico dopo aver valutato attentamente lo stato di salute del paziente, il suo quadro clinico, la capacità responsiva alla terapia ormonale e dopo aver definito gli obiettivi terapeutici.
Il range di applicazione è molto vario, comprendendo dosaggi che vanno da 0.5 mg di desametasone al giorno fino ai 10 mg/die, e soprattutto variabile nel tempo in base alla risposta terapeutica osservata nel paziente e all'eventuale presenza di effetti collaterali.
Per questo motivo, la supervisione medica è fondamentale non solo nelle fasi iniziali del trattamento ma durante tutto l'iter  terapeutico.

Avvertenze DECADRON ® Desametasone

Tutta la durata della terapia, dalla definizione del dosaggio alla sospensione dell'assunzione, deve essere monitorata attentamente da un medico, per ridurre al minimo la comparsa di effetti collaterali e salvaguardare lo stato di salute del paziente.
Monitoraggi periodici della pressione arteriosa, delle concentrazioni saliniche, del metabolismo glucidico, del tempo di protrombina, della funzionalità epatica e renale e dello stato di salute gastro-intestinale potrebbero essere necessari per valutare la sicurezza del trattamento farmacologico.
L'assunzione di desametasone potrebbe peggiorare la sintomatologia di pazienti neurologici e psichiatrici, contribuire alla condizioni di iperglicemia in pazienti diabetici e ridurre l'efficacia preventiva di protocolli immunizzanti.
Le numerose reazioni avverse a carico del sistema nervoso, tali da ridurre sensibilmente le capacità percettive del paziente, potrebbero rendere pericoloso l'uso di macchinari, la guida di autoveicoli e tutte le altre possibili attività che richiedono un impegno intellettivo.


GRAVIDANZA ED ALLATTAMENTO

L'assenza di studi relativi ai potenziali effetti della terapia corticosteroidea sulla salute del feto, quando assunti in gravidanza, non consente ancora di stabilire il reale profilo di rischio di questi medicinali.
Tuttavia l'utilizzo in gravidanza di questi ormoni, che dovrebbe avvenire in caso di reale necessità e sotto stretto controllo medico specialistico, deve necessariamente essere seguito da controlli e accertamenti accurati utili ad escludere l'eventuale iposurrenalismo nel neonato.

Interazioni

Vari anticonvulsivanti, antibiotici, anticoagulanti, broncodilatatori, antiacidi e antinfiammatori non sistemici sono in parte responsabili di variazioni farmacocinetiche a carico di ormoni corticosteroidei tali da richiedere un adeguamento del dosaggio.
Il monitoraggio delle concentrazioni ematiche di potassio diviene invece necessario in seguito alla concomitante assunzione di diuretici non risparmiatori di potassio.

Controindicazioni DECADRON ® Desametasone

DECADRON ® ècontroindicato in caso di ipersensibilità al principio attivo o ad uno dei suoi eccipienti, in caso di tubercolosi attiva, ulcera peptica, herpes oculare simplex, infezioni micotiche sistemiche e psicosi.

Effetti indesiderati - Effetti collaterali

Gli effetti collaterali del desametasone, così come per la maggior parte degli ormoni corticosteroidi, si osservano in seguito all'impiego prolungato nel tempo.
Oltre all'insufficienza surrenalica, che rappresenta l'aspetto endocrino più frequente tra gli effetti collaterali, la suddetta terapia ormonale può determinare un ventaglio di reazioni avverse molto ampio, interessando vari sistemi e apparati come :

  • Il sistema muscolo scheletrico, aumentando il rischio di fratture patologiche e lesioni muscolari;
  • L'apparato gastro-intestinale, con un significativo aumento del rischio di ulcere ed emorragie;
  • Il sistema nervoso, con la comparsa di alterazioni del comportamento e dello stato dell'umore oltre che di cefalea, nausea, vertigini e irrequietezza;
  • L'assetto endocrino-metabolico, con una negativizzazione del bilancio azotato e alterazioni significative dell'equilibrio glicemico;
  • L'apparato cardiovascolare, con la comparsa di ipertensione, scompenso cardiaco e alcalosi ipokaliemica.

Note

DECADRON ® vendibile solo sotto prescrizione medica.
L'uso di DECADRON ® senza necessità terapeutica in corso di competizioni sportive, costituisce doping.



ARTICOLI CORRELATI

Decadron - Foglietto IllustrativoCilodex - Foglietto IllustrativoDERMADEX ® DesametasoneNetildex - Foglietto IllustrativoSoldesam - Foglietto IllustrativoSOLDESAM ® DesametasoneTobradex - Foglietto IllustrativoTOBRADEX ® Tobramicina + DesametasoneDERMADEX ® DesametasoneNETILDEX ® Desametasone + NetilmicinaNeofordex - DesametasoneDesametasone su Wikipedia italianoDexamethasone su Wikipedia ingleseInfiltrazioni di CortisoneCortisoniciAdvantan - Foglietto IllustrativoADVANTAN ® MetilprednisoloneAFTAB ® Triamcinolone acetonideALIFLUS ® Salmeterolo e FluticasoneAliflus - Foglietto IllustrativoBEBEN ® BetametasoneBentelan - Foglietto IllustrativoBENTELAN ® BetametasoneCELESTONE ® BetametasoneClobesol - Foglietto IllustrativoCLOBESOL ® ClobetasoloCorti-fluoral - Foglietto IllustrativoCorticosteroidi e glucocorticoidi: cosa sono?Cortone acetato - Foglietto IllustrativoCORTONE ®: CortisoneDeflan - Foglietto IllustrativoDEFLAN ® DeflazacortDeltacortene - Foglietto IllustrativoDepo Medrol - Foglietto IllustrativoDEPO-MEDROL + LIDOCAINA ® Metilprednisolone + LidocainaDERMAVAL ® DiflucortoloneDERMOLIN ® FluocinoloneDiprosone - Foglietto IllustrativoDIPROSONE ® Betametasone dipropionatoDirahist - Foglietto IllustrativoEcoval - Foglietto IllustrativoECOVAL ® BetametasoneFlantadin - Foglietto IllustrativoFLANTADIN ® DeflazacortFLIXONASE ® FluticasoneFlixonase - Foglietto IllustrativoFLIXOTIDE ® FluticasoneFlixotide - Foglietto IllustrativoFlubason - Foglietto IllustrativoFLUBASON ® DesossimetasoneGentalyn - Foglietto IllustrativoGENTALYN BETA ® Gentamicina + BetametasoneCortisonici su Wikipedia italianoCorticosteroid su Wikipedia inglese
Ultima modifica dell'articolo: 23/05/2016