CELESTONE ® Betametasone

CELESTONE ® un farmaco a base di Betametasone fosfato disodico.

GRUPPO TERAPEUTICO: Corticosteroidi non associati


CELESTONE ® Betametasone

Indicazioni CELESTONE ® Betametasone

CELESTONE ® è utilizzato nella soppressione dei disturbi infiammatori e allergici, per i quali è indicata la terapia con corticosteroidi.

Meccanismo d'azione CELESTONE ® Betametasone

CELESTONE ® è un farmaco a base di betametasone, ormone corticosteroideo sintetico utilizzato nel controllo delle patologie infiammatorie e allergiche.
L'azione antinfiammatoria è sostenuta dall'attività biologica di questo ormone, che assunto per via orale viene rapidamente assorbito al livello gastro-intestinale e distribuito ai tessuti target (soprattutto l'endotelio) legato a proteine plasmatiche.
Il betametasone quindi, data la sua natura lipidica, penetra agevolmente le membrane plasmatiche, legando specifici recettori nucleari in grado di modulare l'espressione genica e indurre la sintesi di una proteina nota come lipocortina.
Questa proteina può inibire l'attività dell'enzima fosfolipasi, riducendo la sintesi di acido arachidonico e dei metaboliti pro-infiammatori correlati come leucotrieni, prostacicline e prostaglandine, ostacolando così il recruitment di cellule infiammatorie responsabili del danno tessutale.
L'attività di questo ormone, che si prolunga per più ore, consente quindi di spegnere a monte la cascata infiammatoria dell'acido arachidonico, espletando un azione antinfiammatoria decisamente più potente di quella mediata dai farmaci antinfiammatori non steroidei.
Tuttavia ad un efficacia terapeutica così elevata si abbinano effetti collaterali importanti, riconducibili all'attività mineralcorticoide (fortunatamente modesta) e glucorticoide del betametasone.

Studi svolti ed efficacia clinica

1. IL BETAMETASONE NEL TRATTAMENTO DELL'ALOPECIA

J Eur Acad Dermatol Venereol. 2006 Nov;20(10):1375-6.

Twice weekly 5 mg betamethasone oral pulse therapy in the treatment of alopecia areata.

Agarwal A, Nath J, Barua KN.


L'alopecia areata diffusa è una condizione molto difficile da trattare che porta alla graduale e inesorabile perdita di capelli. Tra i possibili meccanismi eziopatogenici vi è quello relativo ad una risposta autoimmune che sembra poter essere controllata dalla somministrazione pulsata, ossia con cadenze più o meno settimanali, di corticosteroidi,  tra i quali anche il betametasone.


2. BETAMETASONE METOTREXATO NELLA PSORIASI

J Dermatolog Treat. 2007;18(5):291-4.

Methotrexate-betamethasone weekly oral pulse in psoriasis.

Gupta R, Gupta S.


L'aggiunta di betametasone (solo 3 mg a settimana) a metotrexato ha garantito un rapido miglioramento delle lesioni cutanee con un periodo remissione decisamente più lungo rispetto quello ottenibile con la sola terapia a base di metotrexato.


3. BETAMETASONE E PARALISI IN GRAVIDANZA

Obstet Gynecol. 2011 Feb;117(2 Pt 2):433-5.

Betamethasone-induced hypokalemic periodic paralysis in pregnancy.

Teagarden CM, Picardo CW.


Come è noto, gli effetti del betametasone in gravidanza sono ancora poco caratterizzati. Questo studio mostra come la somministrazione di betametasone in gravidanza possa indurre ipocaliemia, determinando stanchezza muscolare e in alcuni casi anche paralisi. La sintomatologia può realizzarsi anche entro poche ore dall'inizio del trattamento, soprattutto se questo è costituito da iniezioni intramuscolari.

Modalità d'uso e posologia

CELESTONE ® compresse rivestite da  1 mg di betametasone fosfato disodico :
il dosaggio di betametasone è fortemente variabile da individuo a individuo.
Di conseguenza il corretto iter terapeutico dovrebbe prevedere un'attenta valutazione delle condizioni fisio-patologiche, del quadro clinico e degli obiettivi terapeutici del paziente, prima di formulare un dosaggio adeguato.
E' importante quindi che il medico competente supervisioni il trattamento per tutta la sua durata, viste le possibilità di riformulare il dosaggio in seguito all'eventuale miglioramento della sintomatologia o di sospendere il trattamento in caso di remissione spontanea (molto importante per patologie ad andamento cronico).

Avvertenze CELESTONE ® Betametasone

Il trattamento con CELESTONE ® richiede un'attenta supervisione medica, utile a ridurre al minimo i potenziali effetti collaterali.
E' infatti importante che il medico monitorizzi lo stato di salute del paziente, sia prima che durante il protocollo terapeutico, per stabilire il dosaggio corretto ed eventuali variazioni utili a migliorare l'effetto terapeutico.
Pazienti sottoposti a terapia con corticosteroidi a lungo termine, dovrebbero controllare periodicamente e sotto indicazione medica, lo stato di salute dell'apparato osteo-articolare, muscolare, visivo e cardiovascolare.
Gli effetti del betametasone sul metabolismo glucidico, proteico e lipidico, potrebbero contribuire a peggiorare la condizione di iperglicemia in pazienti diabetici, ritardare la crescita compromettendo il corretto sviluppo muscolare, ad aumentare la produzione di tessuto adiposo, richiedendo quindi un eventuale correzione del trattamento farmacologico, dello stile di vita e del proprio regime dietetico.
L'azione antinfiammatoria inoltre potrebbe rendere inefficace protocolli di immunizzazione di varia natura.
I disturbi neurologici e psichiatrici legati alla terapia con betametasone potrebbero alterare le capacità percettive del paziente, rendendo pericoloso l'uso di macchinari e la guida di autoveicoli.


GRAVIDANZA ED ALLATTAMENTO

L'assenza di adeguati trial clinici utili a valutare il profilo di sicurezza del betametasone in gravidanza per la salute della madre e del nascituro, non consentono di escludere eventuali effetti collaterali anche gravi.
La capacità di questo ormone di attraversare la barriera placentare e di essere secreto nel latte materno,  aumenta sensibilmente il rischio di ipossurenalismo alla nascita e nei primi mesi di vita.
Di conseguenza l'assunzione di CELESTONE ® in gravidanza e durante il periodo di allattamento, dovrebbe essere effettuata solo in caso di  effettiva necessità e dopo aver valutato attentamente con il proprio medico il rapporto tra rischi e benefici indotti dal trattamento.

Interazioni

Le numerose vie metaboliche e biologiche nelle quali è coinvolto il betametasone, aumentano sensibilmente il rischio di interazioni farmacologiche.
Infatti mentre quest'ormone è responsabile dell'incremento dell'attività di principi attivi quali amfotericina B,  diuretici tiazidici e furosemide e della riduzione dell'efficacia terapeutica di anticoagulanti orali, anticolinesterasici e FANS; estrogeni, barbiturici, fenitoina, efedrina e rifampicina possono invece ridurre sensibilmente l'azione antinfiammatoria del betametasone.
Un adeguamento della dose di farmaco utilizzata può quindi essere richiesta nei suddetti casi.

Controindicazioni CELESTONE ® Betametasone

CELESTONE ® è controindicato in corso di infezioni sistemiche prive di adeguata terapia o in corso di procedimenti immunizzanti di varia natura.
Il betametasone è controindicato inoltre in caso di ipersensibilità al principio attivo, di abrasioni cutanee e mucosali di varia natura.

Effetti indesiderati - Effetti collaterali

La mole e la rilevanza clinica degli effetti collaterali del betametasone, sono da ricondurre al dosaggio e alla durata della terapia.
E' infatti noto come dosaggi elevati e terapie prolungate nel tempo, possano esser associate alla comparsa di effetti collaterali anche gravi, che fortunatamente sembrano regredire gradualmente una volta sospeso il trattamento.
L'azione mineralcorticoide, descritta in minima parte anche per il betametasone, è infatti responsabile di alterazioni idro-elettrolitiche potenzialmente pericolose per l'apparato cardiovascolare e osteo-articolare, sottoposti rispettivamente a rischi di ipertensione e insufficienza cardiaca e osteoporosi, ipotrofia e artropatie.
Gli altri effetti biologici del betametasone, tra i quali quelli antinfiammatori e glucorticoidi, sono invece responsabili di sintomi neurologici e psichiatrici, di turbe endocrino-metaboliche e di importanti reazioni a carattere oftalmologico e dermatologico.

Note

CELESTONE ® è vendibile solo sotto prescrizione medica.
L'utilizzo di CELESTONE ® nella pratica sportiva, senza necessità terapeutica costituisce DOPING.


Le informazioni su CELESTONE ® Betametasone pubblicate in questa pagina possono risultare non aggiornate o incomplete. Per un uso corretto di tali informazioni, consulta la pagina Disclaimer e informazioni utili.



ARTICOLI CORRELATI

Infiltrazioni di CortisoneCortisoniciAdvantan - Foglietto IllustrativoADVANTAN ® MetilprednisoloneAFTAB ® Triamcinolone acetonideALIFLUS ® Salmeterolo e FluticasoneAliflus - Foglietto IllustrativoBEBEN ® BetametasoneBentelan - Foglietto IllustrativoBENTELAN ® BetametasoneClobesol - Foglietto IllustrativoCLOBESOL ® ClobetasoloCorti-fluoral - Foglietto IllustrativoCorticosteroidi e glucocorticoidi: cosa sono?Cortone acetato - Foglietto IllustrativoCORTONE ®: CortisoneDecadron - Foglietto IllustrativoDECADRON ® DesametasoneDeflan - Foglietto IllustrativoDEFLAN ® DeflazacortDeltacortene - Foglietto IllustrativoDepo Medrol - Foglietto IllustrativoDEPO-MEDROL + LIDOCAINA ® Metilprednisolone + LidocainaDERMADEX ® DesametasoneDERMAVAL ® DiflucortoloneDERMOLIN ® FluocinoloneDiprosone - Foglietto IllustrativoDIPROSONE ® Betametasone dipropionatoDirahist - Foglietto IllustrativoEcoval - Foglietto IllustrativoECOVAL ® BetametasoneFlantadin - Foglietto IllustrativoFLANTADIN ® DeflazacortFLIXONASE ® FluticasoneFlixonase - Foglietto IllustrativoFLIXOTIDE ® FluticasoneFlixotide - Foglietto IllustrativoFlubason - Foglietto IllustrativoFLUBASON ® DesossimetasoneGentalyn - Foglietto IllustrativoGENTALYN BETA ® Gentamicina + BetametasoneGENTALYN ® GentamicinaImpetex - Foglietto IllustrativoIMPETEX ® Clorchinaldolo + Diflucortolone valeratoKenacort - Foglietto IllustrativoKENACORT ® Triamcinolone acetonideLocoidon - Foglietto IllustrativoLOCOIDON ® IdrocortisoneLOCORTEN ® Neomicina + FlumetasoneMedrol - Foglietto IllustrativoCortisonici su Wikipedia italianoCorticosteroid su Wikipedia ingleseBetametasone su Wikipedia italianoBetamethasone su Wikipedia inglese
Ultima modifica dell'articolo: 08/12/2016