CEFACLOR ® Cefacloro

CEFACLOR ® è un farmaco a base di Cefacloro monoidrato

GRUPPO TERAPEUTICO: Antimicrobici generali per uso sistemico – Cefalosporine

CEFACLOR ® Cefacloro

Indicazioni CEFACLOR ® Cefacloro

CEFACLOR ® è indicato nel trattamento delle infezioni sostenute da microrganismi sensibili alle cefalosporine.
L'efficacia di questo antibiotico è stata provata per il trattamento delle infezioni dell'apparato respiratorio, uditivo, tegumentario e genito-urinario.

Meccanismo d'azione CEFACLOR ® Cefacloro

Il cefacloro monoidrato, principio attivo di CEFACLOR ® , è una cefalosporina generalmente definita di seconda generazione, seppur le sue proprietà chimico-fisiche e farmacocinetiche risultano sovrapponibili alle cefalosporine di prima generazione.
La caratteristica resistenza agli ambienti acidi, come quello gastrico, e l'ottimo grado di assorbimento intestinale garantiscono la possibilità di assumere il cefacloro per via orale, permettendo un rapido raggiungimento delle massime concentrazioni plasmatiche e una distribuzione efficace a tutti i tessuti.
Persistendo in circolo per circa 8 ore, viene successivamente escreto immodificato per via renale.
Essendo un antibiotico beta lattamico, anche il cefacloro esplica la sua azione microbicida compromettendo la sintesi della parete batterica e rendendo così il microrganismo decisamente più sensibile ai gradienti osmotici tanto da determinarne la lisi proprio per shock osmotico.
Più precisamente il suddetto meccanismo si realizza attraverso l'inibizione della reazione di trans-peptidazione utile a stabilizzare la struttura della parete batterica attraverso la formazione di cross-linking, in grado di fornire una maggior compattezza strutturale alla parete batterica del patogeno.
Nonostante un attività biologica e terapeutica simile alle penicilline, le cefalosporine si distinguono sia per l'ampio spettro d'azione che ne garantisce un più ampio impiego in ambito clinico, sia per una naturale resistenza alle beta-lattamasi che ne sostengono l'efficacia anche nei confronti di quei microrganismi antibiotico-resistenti.

Studi svolti ed efficacia clinica

1.CEFACLOR NEL TRATTAMENTO DELLE FARINGITI DA STREPTOCOCCO
Minerva Pediatr. 2012 Jun;64(3):341-6.

5 days Cefaclor vs. 10 days amoxicillin/clavulanate in the treatment of childhood streptococcal pharyngitis. Data from a randomized clinical trial.

Bottaro G, Biasci P, Lo Giudice M, Mele G, Montanari G, Napoleone E, Santucci A, Tucci PL, Fano M,Biraghi MG.


Lavoro che dimostra come la somministrazione di cefaclor per cinque giorni possa risultare efficace quanto quella di amoxicillina/acido clavulanico per 10 giorni nel trattamento delle faringotonsilliti da streptococco beta emolitico.

2 . IL CEFACLOR NEL TRATTAMENTO DELLE INFEZIONI DELLE VIE URINARIE
Clin Exp Obstet Gynecol. 2007;34(2):85-7.

Study on the efficacy of cefaclor for the treatment of asymptomatic bacteriuria and lower urinary tract infections in pregnant women with a history of hypersensitivity to penicillin.

Stamatiou K, Alevizos A, Petrakos G, Lentzas I, Papathanasiou M, Mariolis A, Panagopoulos P, Sofras F.


Interessante studio che dimostra come il trattamento con Cefaclor possa risultare efficace e sicuro nel trattamento della batteriuria asintomatica e della cistite acuta nelle gestanti ipersensibili alle penicilline. Nonostante i suddetti risultati sarebbe comunque importante considerare il rischio di reazioni crociate tra penicilline e cefalosporine.

3.IL CEFACLOR NEL TRATTAMENTO A BREVE TERMINE DELL'OTITE MEDIA NEI BAMBINI
Infez Med. 2004 Dec;12(4):259-65.

Clinical efficacy and tolerability of short course therapy withcefaclor compared with long-term therapy for treatment of acute otitis media in children.

Catania S, Gallo A.


Lavoro tutto italiano che dimostra come Cefaclor possa risultare efficace nel trattamento a breve termine dell'otite media nei bambini di età compresa tra i 2 ed i 6 anni. Il trattamento di breve durata sembra inoltre più compliante e meglio tollerato dai pazienti.

Modalità d'uso e posologia

CEFACLOR ®
Compresse rivestite da 500 mg di cefacloro monoidrato.
Considerando un range terapeutico compreso tra i 2 ed i 4 grammi al giorno di cefacloro monoidrato, il dosaggio dovrebbe essere definito dal proprio medico, in base alle condizioni fisio-patologiche del paziente ed al relativo quadro clinico.
Nota la durata d'azione del principio attivo, sarebbe utile suddividere la dose giornaliera in più somministrazioni da assumere ogni 8 ore.
Il trattamento dovrebbe essere prolungato fino a 24-48 ore dalla scomparsa della sintomatologia, al fine di evitare l'insorgenza di recidive sostenute da microrganismi resistenti.

Avvertenze CEFACLOR ® Cefacloro

Il trattamento antibiotico con CEFACLOR ® dovrebbe essere supervisionato dal proprio medico e preceduto dall'identificazione dell'agente patogeno e dall'antibiogramma utile a verificare la sensibilità alle cefalosporine.
Particolare cautela andrebbe riservata a pazienti anziani, con funzionalità renale compromessa o con pregressa storia di ipersensibilità agli antibiotici, vista la maggior suscettibilità agli effetti collaterali della terapia.
Qualora dovessero comparire segni e sintomi indesiderati, compresa una colite persistente, il paziente dovrebbe contattare il proprio medico con il quale prendere in considerazione la possibilità di sospendere la terapia.
L'uso inappropriato di antibiotici potrebbe favorire la comparsa di ceppi microbici antibiotico-resistenti tali da vanificare l'efficacia terapeutica di CEFACLOR ® .


GRAVIDANZA ED ALLATTAMENTO

L'assunzione di CEFACLOR ® durante la gravidanza dovrebbe avvenire sempre sotto stretto controllo medico e solo nei casi di reale ed inevitabile necessità, vista l'assenza di studi in grado di testare il profilo di sicurezza di questo antibiotico sulla salute fetale.
Le stesse precauzioni andrebbero osservate anche nel successivo periodo di allattamento al seno vista la capacità che presenta il principio attivo di accumularsi nel latte materno.

Interazioni

Anche il cefacloro così come gli altri antibiotici beta lattamici è suscettibile alla contestuale assunzione di farmaci in grado di alterare le sue caratteristiche farmacocinetiche e farmacodinamiche, quindi anche il relativo profilo di sicurezza.
Di conseguenza il paziente in terapia con CEFACLOR ® dovrebbe prestare particolare attenzione alla contestuale assunzione di :

  • Probenecid, responsabile delle variazioni farmacocinetiche del principio attivo e conseguentemente anche del relativo profilo di sicurezza;
  • Farmaci potenzialmente nefrotossici, in grado di incrementare il rischio di nefrotossicità.

È inoltre utile ricordare come la terapia antibiotica possa compromettere l'assorbimento intestinale di contraccettivi orali, riducendo l'efficacia della copertura anticoncezionale e come la presenza di cibo possa ridurre l'assorbimento sistemico del principio attivo.

Controindicazioni CEFACLOR ® Cefacloro

L'utilizzo di CEFACLOR ® è controindicato in pazienti ipersensibili alle penicilline ed alle cefalosporine o ai relativi eccipienti.

Effetti indesiderati - Effetti collaterali

Nonostante la terapia antibiotica a base di cefacloro risulti generalmente ben tollerata e priva di particolari effetti collaterali il trattamento con cefalosporine, soprattutto quando protratto a lungo nel tempo o effettuato a dosaggi particolarmente elevati potrebbe determinare la comparsa di :

Note

CEFACLOR ® è un farmaco soggetto a prescrizione medica obbligatoria