CANESTEN ® Clotrimazolo

CANESTEN ®  è un farmaco a base di Clotrimazolo

GRUPPO TERAPEUTICO: Antimicotici per uso topico – derivati imidazolici


CANESTEN ® Clotrimazolo

Indicazioni CANESTEN ® Clotrimazolo

CANESTEN ® è indicato nel trattamento delle micosi cutanee e delle pieghe cutanee sostenute da microrganismi sensibili al Clotrimazolo.
La forma in polvere cutanea è utile nel trattamento topico delle micosi cutanee e delle pieghe cutanee in regioni particolarmente umide o poco aerate.

Meccanismo d'azione CANESTEN ® Clotrimazolo

L'€™uso topico si CANESTEN ® consente al Clotrimazolo di espletare la propria attività terapeutica in loco con elevatissima efficacia riducendo al minimo quelli che sono i potenziali effetti collaterali legati all'€™assorbimento sistemico del farmaco.
In quanto derivato imidazolico il Clotrimazolo espleta un azione antimicotica verso numerose specie fungine - tra cui quelle appartenenti ai generi Candida, Blastomyces, Histoplasma, Coccidioides e i dermatofiti - inibendo l'€™enzima 14-alfa-sterol dimetilasi, fondamentale per la biosintesi dell'€™ergosterolo, componente essenziale delle membrane citoplasmatiche dei funghi.
L'€™accumulo di 14 alfa metil steroli determina inoltre un sovvertimento della struttura dei fosfolipidi di membrana con conseguente compromissione della funzionalità dei vari enzimi di membrana, il che si traduce in una inibizione della crescita del fungo.
Differenti studi inoltre hanno dimostrato l'€™attività chemioterapica antimicrobica del Clotrimazolo anche verso Trichomonas vaginalis, batteri Gram positivi, batteri Gram negativi, muffe e lieviti risultando pertanto un farmaco di prima scelta nel trattamento di tali infezioni, visto anche il basso rischio di insorgenza di meccanismi di resistenza.

Studi svolti ed efficacia clinica

L'€™EFFICACIA DEL CLOTRIMAZOLO NEL TRATTAMENTO DELLA PITIRIASI VERSICOLOR
J Dermatol. 2010 Aug;37(8):699-702.

Single-dose oral fluconazole versus topical clotrimazole in patients with pityriasis versicolor: A double-blind randomized controlled trial.

Dehghan M, Akbari N, Alborzi N, Sadani S, Keshtkar AA.


Trial clinico randomizzato che dimostra la maggior efficacia del Clotrimazolo in crema rispetto il Fluconazolo assunto per os nel controllo di patologie cutanee come la pitiriasi versicolor.

NUOVI SISTEMI DI RILASCIO DEL CLOTRIMAZOLO
AAPS PharmSciTech. 2011 Mar;12(1):239-47.

Novel jojoba oil-based emulsion gel formulations for clotrimazole delivery.

Shahin M, Hady SA, Hammad M, Mortada N.


Nuova formulazione che associa l'€™olio di jojoba al Clotrimazolo, in grado di ottimizzare il rilascio del farmaco migliorandone sensibilmente l'€™attività antimicotica grazie al più elevato grado di stabilità chimico-fisica.


IL CLOTRIMAZOLO COME RADIOSENSIBILIZZANTE
Anticancer Drugs. 2010 Oct;21(9):841-9.

Clotrimazole induces a late G1 cell cycle arrest and sensitizes glioblastoma cells to radiation in vitro.

Liu H, Li Y, Raisch KP.


Studio sperimentale condotto su animali da laboratorio che dimostra come il Clotrimazolo possa avere un azione sensibilizzante per la radioterapia dei tumori, migliorandone l'€™efficacia ed il relativo risultato.

Modalità d'uso e posologia

CANESTEN ®
Crema all'€™1% di Clotrmiazolo;
Polvere cutanea all'€™1% di Clotrimazolo;
Soluzione per spray cutaneo all'€™1% di Clotrimazolo.
Lo schema terapeutico e il tipo di formulazione da utilizzare varia a seconda delle regioni corporee da trattare.
Più precisamente :
CANESTEN ® in crema, da applicare in piccole quantità per 2-3 volte al giorno sulla regione interessata frizionandola leggermente, è indicata per il trattamento delle zone cutanee sprovviste di peli.
CANESTEN ® in spray invece, da nebulizzare sulla regione interessata dalla micosi per 2 volte al giorno, risulta utile nel trattamento delle regioni provviste di peli o particolarmente ampie.
CANESTEN ® in polvere cutanea da applicare per 2-3 volte al giorno, dopo aver accuratamente deterso e asciugato la zona, è utile nel trattamento delle aeree cutanee umide o di difficile aerazione come ad esempio il piede.
In tutti i casi si consiglia di prolungare la terapia per almeno due settimane dalla scomparsa dei segni clinici di malattia.

Avvertenze CANESTEN ® Clotrimazolo

Prima di intraprendere l'€™uso di CANESTEN ® sarebbe opportuno consultare il proprio medico per caratterizzare la patologia in atto e l'€™eventuale appropriatezza prescrittiva.
L'€™uso di questo farmaco, soprattutto quando prolungato per periodi particolarmente lunghi o destinato ad aree particolarmente estese, potrebbe esporre il paziente al rischio di manifestazioni allergiche.
Si raccomanda di evitare l'€™applicazione di CANESTEN ® su aree cutanee con lesioni evidenti o su mucose piuttosto che negli occhi.
La forma in crema, contiene aclool cetostearilico, potenzialmente responsabile di dermatiti da contatto in pazienti atopici.


GRAVIDANZA ED ALLATTAMENTO

L'€™assenza di trial clinici in grado di caratterizzare a pieno il profilo di sicurezza del farmaco per la salute fetale, limita notevolmente l'€™uso di CANESTEN ® durante la gravidanza e nel successivo periodo di allattamento al seno.

Interazioni

Il basso assorbimento sistemico che segue all'€™applicazione di CANESTEN ® , riduce al minimo il rischio di interazioni farmacologiche clinicamente rilevanti.

Controindicazioni CANESTEN ® Clotrimazolo

CANESTEN ® è controindicato nei pazienti ipersensibili al principio attivo o ad uno dei suoi eccipienti.

Effetti indesiderati - Effetti collaterali

L'€™uso di CANESTEN ® espone il paziente al rischio di reazioni avverse locali generalmente poco rilevanti dal punto di vista clinico.
In rari casi si sono osservati edema, irritazione, desquamazione, prurito, bruciore e reazioni da ipersensibilità come orticaria, dispnea e ipotensione.

Note

CANESTEN ® è un farmaco non soggetto a prescrizione medica obbligatoria pertanto vendibile liberamente.


Le informazioni su CANESTEN ® Clotrimazolo pubblicate in questa pagina possono risultare non aggiornate o incomplete. Per un uso corretto di tali informazioni, consulta la pagina Disclaimer e informazioni utili.



Ultima modifica dell'articolo: 08/12/2016