AMBRAMICINA ® Tetraciclina

AMBRAMICINA ® è un farmaco a base di tetraciclina cloridrato

GRUPPO TERAPEUTICO: Antimicrobici generali per uso sistemico – Tetraciclina

AMBRAMICINA ® Tetraciclina

Indicazioni AMBRAMICINA ® Tetraciclina

AMBRAMICINA ® è indicata nel trattamento delle patologie infettive sostenute da microrganismi sensibili alle tetracicline.
Questo antibiotico si è dimostrato particolarmente efficace in corso di polmoniti e bronchiti, infezioni dell'apparato urogenitale, infezioni cutanee e dei tessuti molli, meningiti batteriche, brucellosi, patologie oculistiche ed otorinolaringoiatriche e nella prevenzione delle infezioni del sito chirurgico.

Meccanismo d'azione AMBRAMICINA ® Tetraciclina

La tetraciclina, principio attivo di AMBRAMICINA ® , da cui prende nome l'intera categoria farmacologica delle tetracicline, è una tetraciclina di prima generazione, ottenuta per idrogenolisi catalitica della clorotetraciclina ma sintetizzata naturalmente anche da particolari specie di Streptomyces, nota per le sue spiccate proprietà antibiotiche.
A seconda del dosaggio utilizzato questo antibiotico può espletare un azione:

  • batteriostatica, utile ad evitare ulteriori proliferazioni batteriche;
  • battericida, necessaria invece a ridurre sensibilmente la carica batterica.

In entrambi i casi l'azione terapeutica si concretizza attraverso l'inibizione della sintesi proteica, ottenuta mediante il legame della tetraciclina alla subunità 30S del ribosoma batterico, e all'impossibilità quindi del tRNA di trasportare l'aminoacido utile all'allungamento della catena peptidica.
Nonostante l'ampio spettro d'azione, diretto anche nei confronti di tutte quelle specie batteriche generalmente resistenti alla terapia con penicilline, le tetracicline esprimono la loro massima efficacia d'azione soprattutto nei confronti dei batteri gram negativi, data la bassa permeabilità che presentano nei confronti della parete batterica dei microrganismi Gram positivi.
Il rapido assorbimento intestinale e la buona biodisponibilità presentata dalla tetraciclina, ne consentono l'assunzione per os, ottimizzando così la compliance terapeutica per il paziente.

Studi svolti ed efficacia clinica

1 . MECCANISMI DI RESISTENZA ALLE TETRACICLINE


Microb Drug Resist. 2012 Jun 28.

Effects of Efflux Pump Inhibitors on Erythromycin, Ciprofloxacin, andTetracycline Resistance in Campylobacter spp. Isolates.

Kurinčič M, Klančnik A, Smole Možina S.


Interessante lavoro che dimostra uno dei possibili meccanismi di resistenza messi in atto dai vari microrganismi. In questo caso si è potuta caratterizzare la presenza di pompe da efflusso alla tetraciclina su ceppi di Campylobacter, in grado di ridurre le concentrazioni intracellulari del farmaco.

2 . INNOVAZIONI FARMACOLOGICHE PER IL RILASCIO DI TETRACICLINA
Int J Biol Macromol. 2012 Jun 15.

Efficacy of tetracycline encapsulated O-carboxymethyl chitosan nanoparticles against intracellular infections of Staphylococcus aureus.

Maya S, Indulekha S, Sukhithasree V, Smitha KT, Nair SV, Jayakumar R, Biswas R.


Fine lavoro di farmacocinetica che cerca di caratterizzare le proprietà cinetiche, dinamiche e terapeutiche della tetraciclina assunta sottoforma di particelle incapsulate con chitosano, in grado di promuovere ulteriormente l'attivazione delle cellule immunitarie

3.LE TETRACICLINE NEL TRATTAMENTO DELLA PARODONTITE
Indian J Pharmacol. 2012 Mar;44(2):161-7.

Chemically modified tetracyclines: Novel therapeutic agents in the management of chronic periodontitis.

Agnihotri R, Gaur S.


Innovativo approccio terapeutico alle parodontite cronica, patologia infettiva sostenuta da batteri gram negativi in grado di ledere le strutture di sostegno del dente, che dimostra come l'assunzione di tetracicline e derivati possa risultare un protocollo terapeutico efficace e sicuro.

Modalità d'uso e posologia

AMBRAMICINA ®
Capsule rigide per uso orale da 250 mg di tetraciclina cloridrato.
Nella maggior parte dei casi l'assunzione di una capsula ogni 4-6 ore si è dimostrata efficace nel controllare la proliferazione batterica riducendo rapidamente la sintomatologia lamentata.
Considerando una dose efficace di 15-25 mg per Kg di peso corporeo, il dosaggio complessivo giornaliero potrebbe aumentare in pazienti con elevato peso corporeo.
Al fine di evitare potenziali recidive, sarebbe opportuno proseguire la terapia antibiotica per almeno 48 ore dalla scomparsa dei sintomi.
Trattamenti antibiotici più lunghi potrebbero essere necessari in corso di patologie come la brucellosi o nelle endocarditi batteriche.

Avvertenze AMBRAMICINA ® Tetraciclina

La terapia con AMBRAMICINA ® dovrebbe avvenire sotto la supervisione del proprio medico, il quale dopo aver isolato il microrganismo e verificato la sensibilità alle tetracicline, potrebbe prescrivere dosaggi e timing di assunzione in base alle caratteristiche fisio-patologiche del paziente, alla gravità del quadro clinico ed agli obiettivi terapeutici.
Noto il metabolismo ed i potenziali effetti collaterali delle tetracicline, particolare cautela andrebbe riservata ai pazienti in età pediatrica e geriatrica o affetti da patologie epatiche e renali.
L'utilizzo prolungato di AMBRAMICINA ® potrebbe determinare la diffusione di ceppi resistenti alle tetracicline, talvolta responsabili di patologie gastro-enteriche anche gravi
L'uso di tetracicline espone il paziente al rischio di ustioni, eritemi e reazioni dermatologiche in seguito all'esposizione ai raggi ultravioletti , dovuti alla fotosensibilità indotta dall'antibiotico.


GRAVIDANZA ED ALLATTAMENTO

L'uso di AMBRAMICINA ® durante la gravidanza e nel successivo periodo di allattamento al seno dovrebbe essere limitato ai casi di reale necessità.
L'intero trattamento dovrebbe essere supervisionato dal medico specialista al fine di monitorare l'efficacia della terapia in atto e l'assenza di eventuali effetti collaterali.

Interazioni

Il paziente in terapia con AMBRAMICINA ® dovrebbe prestare particolare cautela alla concomitante somministrazione di preparati antiacidi a base di calcio, alluminio o magnesio, in grado di ridurre l'assorbimento intestinale dell'antibiotico, anticoagulanti orali, associati ad un aumentato rischio di sanguinamento, penicilline ed antibiotici beta-lattamici, in grado di interferire con le normali proprietà terapeutiche delle tetracicline.

Controindicazioni AMBRAMICINA ® Tetraciclina

L'utilizzo di AMBRAMICINA ® è controindicato in pazienti con ipersensibilità alle tetracicline ed ai relativi eccipienti.

Effetti indesiderati - Effetti collaterali

Nonostante il trattamento con tetraciclina risulti generalmente ben tollerato e privo di effetti collaterali clinicamente rilevanti, l'assunzione di AMBRAMICINA ® potrebbe determinare la comparsa di nausea, vomito, diarrea, glossite, anemia, neutropenia, eosinofilia, reazioni dermatologiche quali orticaria, eritemi ed edema.
L'assunzione di tetracicline è stata associata raramente alla comparsa di discromia dentale ed ipoplasia dello smalto in pazienti in età pediatrica, mentre ad iperazotemia in pazienti in età adulta dovuta alla forte azione catabolica della tetraciclina.

Note

AMBRAMICINA ® è un farmaco soggetto a prescrizione medica.