Farmaci per Curare la Tallonite

Definizione

"Tallonite" è un termine piuttosto generico, con il quale si vuole indicare una condizione di dolore al tallone che può avere diversa origine e natura. A tal proposito, in ambito medico questa condizione dolorosa viene preferenzialmente definita come tallodinia o dolore calcaneare.

Cause

Le cause scatenanti la tallonite possono essere molteplici. Fra queste, ricordiamo: la fascite plantare, l'artrosi e le patologie reumatiche, la tendinite, l'obesità e il sovrappeso, l'attività sportiva eccessivamente intensa, l'uso di calzature non idonee, le alterazioni posturali e alcune patologie metaboliche (come, ad esempio, la gotta).

Sintomi

I sintomi tipici della tallonite consistono sostanzialmente in dolore localizzato a livello del retropiede inferiore e piedi gonfi e affaticati.


Le informazioni sui Farmaci per la Cura della Tallonite non intendono sostituire il rapporto diretto tra professionista della salute e paziente. Consultare sempre il proprio medico curante e/o lo specialista prima di assumere Farmaci per la Cura della Tallonite.

Farmaci

Il tipo di farmaci utilizzati per la cura della tallonite può variare in funzione della causa che ha scatenato la condizione dolorosa. Appare quindi chiaro come - per istituire un'adeguata terapia farmacologica ed evitare complicazioni - sia fondamentale l'individuazione tempestiva della causa primaria che sta alla base del dolore al tallone.
Pertanto, nel caso in cui la tallonite sia scatenata da patologie di base, come ad esempio, artrite, gotta o disturbi reumatici, il medico istituirà un'idonea terapia farmacologica mirata innanzitutto alla cura di questi stessi disturbi.
Nei casi più lievi di tallonite, questa condizione può risolversi nel giro di qualche giorno semplicemente osservando un periodo di riposo e applicando degli impacchi di ghiaccio in corrispondenza della zona dolorante. Nel caso in cui la tallonite non dovesse risolversi con l'ausilio di questi accorgimenti, allora è necessario rivolgersi al proprio medico, che potrebbe decidere di prescrivere farmaci antinfiammatori non steroidei. Tali farmaci, infatti, sono molto utili nel ridurre sia l'infiammazione che il dolore.
Inoltre, per il trattamento della tallonite si può ricorrere anche ai massaggi, all'utilizzo di ultrasuoni e alla tecarterapia.


Cura Tallonite

Di seguito sono riportate le classi di farmaci maggiormente impiegate nella terapia contro la tallonite ed alcuni esempi di specialità farmacologiche; spetta al medico scegliere il principio attivo e la posologia più indicati per il paziente, in base alla gravità della malattia, allo stato di salute del malato ed alla sua risposta alla cura.

FANS

Come accennato, nel qual caso lo ritenesse necessario, il medico può decidere di prescrivere la somministrazione di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) che - grazie al loro meccanismo d'azione - sono in grado di ridurre sia l'infiammazione, sia il dolore che caratterizzano la tallonite.
Di seguito, i principali FANS utilizzati per la cura della tallonite saranno brevemente descritti.

  • Ibuprofene (Brufen ®, Moment ®, Nurofen ®, Arfen ®, Actigrip febbre e dolore ®, Vicks febbre e dolore ®): l'ibuprofene è il FANS maggiormente impiegato nel trattamento della tallonite. È disponibile in diverse formulazioni farmaceutichem adatte a differenti vie di somministrazione.
    Quando l'ibuprofene è utilizzato nel trattamento della tallonite, generalmente, viene somministrato per via orale. La dose abitualmente impiegata nei pazienti adulti può variare dai 400 fino ai 1.600 mg di principio attivo al giorno, da somministrarsi in dosi frazionate. In nessun caso si dovrebbe superare la dose massima di 1.800 mg di farmaco al dì.
    La quantità esatta d'ibuprofene da assumersi verrà stabilita dal medico su base strettamente individuale per ciascun paziente.
  • Ketoprofene (Artrosilene ®, Orudis ®, Oki ®, Fastum gel ®, Flexen "Retard" ®, Ketodol ®): anche il ketoprofene può essere impiegato per ridurre il dolore che caratterizza la tendinite. Analogamente a quanto avviene per l'ibuprofene, anche questo principio attivo è disponibile in svariate formulazioni farmaceutiche adatte a diverse vie di somministrazione.
    Quando somministrato per via orale, la dose di ketoprofene abitualmente impiegata è di 150-200 mg al giorno, da assumersi in due o tre dosi frazionate, preferibilmente dopo i pasti. In qualsiasi caso, è bene non superare la dose giornaliera massima di 200 mg di principio attivo.
    Se, invece, si utilizzano preparazioni per uso cutaneo a base di ketoprofene, solitamente, si consiglia di applicare il prodotto nella zona interessata 1-3 volte al dì, o secondo prescrizione medica. Tuttavia, va ricordato che onde evitare l'insorgenza di reazioni di fotosensibilità, la parte trattata con ketoprofene per uso cutaneo non deve essere esposta alla luce del sole e ai raggi UV, sia durante il trattamento che per un periodo di almeno due settimane dal termine dello stesso.
  • Diclofenac (Dicloreum ®, Deflamat ®, Voltaren Emulgel ®, Flector ®): anche il diclofenac è un FANS che può essere impiegato nel trattamento della tallonite e può essere somministrato attraverso differenti vie. Quando il diclofenac è utilizzato per via orale, la dose di principio attivo abitualmente somministrata ai pazienti adulti è di 75-150 mg al giorno, da assumersi in dosi frazionate.

ARTICOLI CORRELATI

Dolore al TalloneSpina CalcaneareTalloni ScrepolatiTalloniteTalloni screpolati: prevenzione e trattamentoDolore al tallone - Sintomi e cause di Dolore al talloneRagadi nei Piedi - Cause e SintomiSintomi Sperone calcaneareSintomi Spina calcaneareSintomi TalloniteTalloni Screpolati - Cause e SintomiTalloni su Wikipedia italianoHeels su Wikipedia ingleseFascite plantareMetatarsalgiaNeuroma di MortonDolore al piede - Sintomi e cause di Dolore al piedeMetatarsalgia - Sintomi e cause di MetatarsalgiaRidurre il Dolore ai Piedi Causato dai TacchiSintomi Neuroma di MortonDolore ai Piedi su Wikipedia italianoPiede DiabeticoAlluce valgoAstragalo (Osso)CalcagnoDisidrosiMani Piedi Bocca - MalattiaNeuroma di Morton - Farmaci e CuraOcchio di PerniceOssa del PiedePiedePiede CavoPiedi gonfi in gravidanzaPiedi PiattiPrincipali anomalie podaliche e conseguenze posturaliPuzza dei piediRiflessologia PlantareRimedi Mani e Piedi Freddi - Cosa FareRimedi Puzza dei PiediTarso - Ossa del TarsoFarmaci per la cura della Tigna del PiedePiede Diabetico - Cosa Fare e Cosa Non FarePiede diabetico: diagnosi, cura e trattamentoPiedi gonfi e stanchi: cause e soluzioniAracnodattilia - Cause e SintomiBrachidattilia - Cause e SintomiFascite plantare, rottura dell’aponeurosi e taping kinesiologicoImportanza dei corretti appoggi podalico ed occlusalePiede d'atletaPiedi gonfi e stanchi - Sintomi e cause di Piedi gonfi e stanchiPodagra - Cause e SintomiRagadi nelle Mani - Cause e SintomiSindattilia - Sintomi e cause di SindattiliaPiedi su Wikipedia italianoFoot su Wikipedia inglese