Farmaci per Curare le Mestruazioni dolorose

Definizione

In termini medici, le mestruazioni dolorose vengono chiamate “dismenorrea”: si tratta di un fenomeno di elevato interesse ginecologico, tanto diffuso tra le donne in età fertile quanto fastidioso e debilitante. La dismenorrea, spesso, non coincide solamente con il periodo mestruale, ma esordisce già prima (sindrome premestruale). L'intensità del dolore che contraddistingue la dismenorrea è soggettiva e variabile: per alcune donne, il dolore è leggero e poco percettibile, per altre l'intensità è tale da interferire con le normali attività quotidiane.

Cause

Spesso le mestruazioni dolorose non riconoscono alcun elemento eziologico evidente; talvolta, la dismenorrea è frutto di patologie quali adenomiosi, endometriosi, malattia infiammatoria pelvica e neoplasie benigne all'utero. Le mestruazioni dolorose tendono ad attenuarsi dopo i 20 anni e possono scomparire dopo la nascita del primo figlio.

Sintomi

Il quadro clinico-sintomatologico delle mestruazioni dolorose è assai variabile da donna a donna. In generale, tra i sintomi più ricorrenti legati alla dismenorrea, ricordiamo: dolore lancinante o simile a crampi nella parte inferiore dell'addome, che spesso si irradia alla parte bassa della schiena e a livello delle cosce, diarrea, nausea, sudorazione e vertigini. Alcune donne definiscono il dolore della dismenorrea come quello che contraddistingue l'angina pectoris.

Cure Naturali

Le informazioni sui Farmaci per la cura delle Mestruazioni dolorose non intendono sostituire il rapporto diretto tra professionista della salute e paziente. Consultare sempre il proprio medico curante e/o lo specialista prima di assumere Farmaci per la cura delle Mestruazioni dolorose.

Farmaci

Il trattamento farmacologico di prima linea per la cura del dolore associato alla dismenorrea consiste nella somministrazione di FANS, farmaci antinfiammatori non steroidei utili per mascherare il dolore. Questi medicinali esercitano la propria attività terapeutica anche bloccando le COX 1 e 2 (enzimi ciclossigenasi responsabili della formazione di prostaglandine, trombossano e prostacicline, mediatori chimici del dolore).
Quando il dolore è così intenso da generare nausea e vomito, si consiglia la somministrazione di un antiemetico, oltre chiaramente ai FANS. Discussa risulta invece la cura con l'alverina citrato, un farmaco antispastico che esercita la propria attività terapeutica solo in alcune donne.
Da ultimo, ma non per importanza, l'assunzione regolare di un contraccettivo ormonale è indicata per le donne con forti dolori mestruali: la pillola anticoncezionale, infatti, contiene ormoni che bloccano l'ovulazione, riducendo pertanto anche il dolore associato ai crampi mestruali.
Qualora le mestruazioni dolorose dipendano da una patologia di fondo, come l'endometriosi o la presenza di fibromi, la soluzione più appropriata risulta essere la chirurgia (ablazione chirurgica del tessuto anomalo).

 

Di seguito sono riportate le classi di farmaci maggiormente impiegate nella terapia contro le mestruazioni dolorose, ed alcuni esempi di specialità farmacologiche; spetta al medico scegliere il principio attivo e la posologia più indicati per il paziente, in base alla gravità della malattia, allo stato di salute del malato e alla sua risposta alla cura:

 

FANS: la somministrazione di farmaci antinfiammatori non steroidei per alleggerire il dolore che accompagna la dismenorrea dovrebbe iniziare il giorno prima dell'arrivo delle mestruazioni, a scopo preventivo.

  • Ibuprofene (es. Brufen, Moment, Subitene): per il dolore medio-moderato alla gola, si consiglia di assumere per os una dose di attivo pari a 200-400 mg (compresse, bustine effervescenti), ogni 4-6 ore dopo i pasti, al bisogno. Non assumere oltre 2,4 grammi al dì. La somministrazione endovenosa per placare il dolore da dismenorrea non è indicata.
  • Naproxene (es. Aleve, Naprorex): si consiglia di assumere una capsula da 550 mg due volte al dì (ogni 12 ore, salvo ulteriori indicazioni del medico), al bisogno.
  • Flurbiprofene (es. Froben): la dose raccomandata per il controllo del dolore associato alla dismenorrea è 50 mg, da assumere per bocca 4 volte al giorno, al bisogno. Non superare le dosi indicate.
  • Valdecoxib (es. Bextra): farmaco antinfiammatorio non steroideo (FANS) appartenente al gruppo dei medicinali denominati "inibitori della ciclossigenasi-2 (COX-2)". Il principio attivo, bloccando l'enzima COX-2, inibisce il rilascio di prostaglandine, i mediatori del dolore che favoriscono l'infiammazione e la percezione dolorosa. Indicativamente, assumere il farmaco alla dose di 20 mg, due volte al giorno. Il farmaco non è attualmente commercializzato in Italia.
  • Acido mefenamico (es Lysalgo): la dose raccomandata per le mestruazioni dolorose suggerisce di assumere 500 mg di farmaco per via orale, seguiti da 250 mg ogni 6 ore, a partire dal momento in cui sopraggiunge la mestruazione.

Somministrazione di ormoni estro-progestinici per il controllo delle mestruazioni dolorose:

  • Etinilestradiolo/Levonorgestrel (es. Loette, Microgynon, Miranova, Egogyn): si tratta di pillole contraccettive, indicate in primis per bloccare l'ovulazione (effetto contraccettivo) ed in secondo luogo per il controllo del dolore nel contesto delle dismenorrea. Questi farmaci sono reperibili in confezioni da 21-28 compresse: ogni compressa è costituita da 0,02 mg di etinilestradiolo e 0.1 mg di levonorgestrel. La cura farmacologica prevede l'assunzione di una compressa al dì, per 21 giorni, possibilmente circa alla medesima ora ogni giorno, seguita da un intervallo libero di una settimana.
  • Desogestrel/Etinilestradiolo (es. Gracial, Novynette, Lucille, Dueva, Securgin): si tratta di compresse rivestite da 20 mcg di etnilestradiolo e 150 mcg di desogestrel. La posologia di questi farmaci rispecchia quella sopradescritta: la corretta modalità d'assunzione di questi attivi garantisce una significativa riduzione del dolore associato alla dismenorrea.

Terapia non farmacologica per il controllo delle mestruazioni dolorose:

  • Applicare una borsa dell'acqua calda a livello del basso ventre
  • Bere liquidi caldi
  • Consumare pasti leggeri e frequenti (dilazionare i pasti in tanti piccoli spuntini)
  • Praticare tecniche di rilassamento, come yoga o meditazione
  • Assumere integratori minerali e vitaminici (calcio, magnesio, vitamina B6) e, nel caso l'alimentazione risulti carente, integrare la dieta con supplementi a base di omega tre (ricchi di EPA e DHA, come l'olio di pesce).
  • Perdere peso, se necessario, e seguire un programma di regolare esercizio fisico
  • Praticare un massaggio a livello del basso ventre, per alleviare il dolore mestruale

« 1 2 3 4 »


ARTICOLI CORRELATI

Dolori mestruali - dismenorreaTisana contro i dolori mestrualiCure e rimedi per i dolori mestrualiArgentina - Potentilla anserinaOvulazione dolorosa - MittelschmerzRimedi per i Dolori MestrualiDismennorea: Cause e SintomiDismenorrea - ErboristeriaDismenorrea tardiva: Cause e SintomiDolore alle ovaie - Cause e SintomiDong quai Angelica cineseInfuso contro Dolori Mestruali e Mestruazioni doloroseOvulazione dolorosa - Cause e SintomiSeractil - Foglietto IllustrativoTisana antidismenorroicaTisana contro la dismenorreaTisana per la dismenorreaTisana per mestruazioni doloroseTriade dell'atleta donna - amenorrea e disturbi mestrualiDismenorrea su Wikipedia italianoDysmenorrhea su Wikipedia ingleseSindrome premestrualeAlimentazione e sindrome premestrualeFarmaci utili contro la Sindrome PremestrualeIpermenorreaIpomenorreaMenorragiaMetrorragiaSpottingAmenorreaRimedi per il Ciclo Mestruale IrregolareOligomenorreaPolimenorreaAmenorrea: Cause e SintomiDieta e sindrome premestrualeMenometroraggia: Cause e SintomiMenorragia: Cause e SintomiMetrorragia - Sintomi e cause di MetrorragiaOligomenorrea: Cause e SintomiPolimenorrea - Sintomi e cause di PolimenorreaPrimolut Nor - Foglietto IllustrativoSindrome premestruale: cureSintomi Sindrome PremestrualeMenstrual disorder su Wikipedia ingleseMestruazioniCoppette mestrualiMestruazioni e allattamentoMestruazioni e gravidanzaAssorbenti InterniAssorbenti interni: Modo d'Uso, Vantaggi, SvantaggiCapopartoLochiazioni e Perdite Post-PartumMenarcaMestruazioni su Wikipedia italianoMenstruation su Wikipedia inglese
Ultima modifica dell'articolo: 02/09/2016