Farmaci contro l'Herpes Simplex

Definizione

L'Herpes simplex è un'infezione virale che interessa cute e/o mucose: la malattia infettiva, provocata dall'omonimo virus, colpisce generalmente il viso (herpes labiale, HSV I) o i genitali (herpes genitale, HSV II).

Cause

L'uomo è l'unico ospite del virus, pertanto rappresenta l'unica fonte di contagio: il virus dell'Herpes simplex si trasmette quasi esclusivamente per via interumana diretta, attraverso micro-goccioline di saliva (herpes labialis) o per rapporto sessuale (herpes genitale). Raramente si registrano problemi sistemici e febbre.
Tra i fattori predisponenti l'Herpes simplex si ricordano: calo delle difese immunitarie, eritemi solari, malattie infettive, stress e variazioni ormonali.

Sintomi

L'herpes simplex, in genere, esordisce con piccole vesciche tipicamente rondeggianti, simili a grappoli, localizzate su cute o mucose dell'area facciale o genitale, responsabili di bruciore, fastidio, prurito e rossore localizzato.

Cure Naturali

Dieta e Alimentazione

Le informazioni sui Farmaci per curare l'herpes simplex non intendono sostituire il rapporto diretto tra professionista della salute e paziente. Consultare sempre il proprio medico curante e/o lo specialista prima di assumere Farmaci per curare l'herpes simplex.

Farmaci

È doveroso precisare che non esiste alcun farmaco in grado di eradicare definitivamente il virus dell'Herpes simplex, nonostante varie sostanze farmacologiche siano attive contro questi virus. La miglior terapia è mantenere efficiente il sistema immunitario, abbinando una sana alimentazione allo sport.

 

Il trattamento dell'Herpes simplex dev'essere sempre tempestivo, per evitare il peggioramento dei prodromi:

  • Aciclovir (es. Aciclovir, Xerese, Zovirax): essendo un inibitore della sintesi del DNA di virus erpetici, l'aciclovir è indicato nel trattamento delle infezioni della pelle e delle mucose da Herpes simplex Labialis (compresa la forma recidivante). Applicare la crema (5%) localmente 5 volte al giorno per 4 giorni: la terapia dev'essere tempestiva. Il principio attivo aciclovir si può trovare anche sottoforma di compresse da 200 mg: assumere per os una compressa ogni 4 ore per 10 giorni (quando l'Herpes si manifesta per la prima volta), oppure una compressa da 400 mg tre volte al giorno, per un periodo variabile dai 7 ai 10 giorni, in base a quanto prescritto dal medico.
  • Penciclovir (es. Vectavir, Zilp): applicare la crema (1%) sull'area infetta ogni due ore (comunque 8 volte al giorno) per 4 giorni. Anche in questo caso si raccomanda di iniziare il trattamento il prima possibile, preferibilmente durante la fase sintomatica.
  • Idoxuridina (es. Iducher, Idustatin): si tratta di un farmaco antivirale che agisce come inibitore della replicazione di virus a DNA, pertanto trova applicazione nel trattamento delle infezioni da Herpes simplex. Applicare il prodotto direttamente sulle lesioni 4 volte al dì, per 4 giorni. In caso di Herpes simplex infantile, l'applicazione di prodotti a base di Idoxuridina è sconsigliata, così come in gravidanza.

L'applicazione topica di farmaci contro l'Herpes simplex può generare bruciore, irritazione, macerazione cutanea e pizzicore: per evitare spiacevoli effetti collaterali, applicare una crema idratante più volte al giorno.

 

In caso di primo episodio di Herpes simplex, oltre a seguire una dieta leggera e ad assumere molti liquidi, è possibile applicare localmente analgesici come, ad esempio, i FANS:

  • Benzidamina (es. Benzirin): in caso di Herpes simplex  intraorale, i risciacqui a base di benzidamina esercitano  una buona azione analgesica topica: si consigliano 5 sciacqui da 5 ml (un cucchiaino) ogni due ore e prima dei pasti. È possibile trovare il principio attivo benzidamina  anche sottoforma di spray per mucosa orale: in tal caso, è consigliabile applicare 4-8 spruzzi di prodotto al giorno,  direttamente sull'area colpita da Herpes simplex.
« 1 2 3 4 5 6 7 8 9 »


Ultima modifica dell'articolo: 02/09/2016