Farmaci per Curare l'Autismo

Definizione

L'autismo è una patologia dello sviluppo neuropsichico, che determina problemi a livello cognitivo, comportamentale e sensoriale. Di solito, l'autismo si manifesta entro i primi tre anni di vita e permane per tutta la vita dei pazienti che ne sono affetti.
L'autismo colpisce più di frequente gli individui di sesso maschile rispetto a quelli di sesso femminile.

Cause

L'esatta eziologia dell'autismo non è ancora stata identificata, ma si ritiene che le cause di questo disturbo siano multifattoriali. Più nel dettaglio, si ritiene che i fattori che provocano lo sviluppo dell'autismo siano di tipo genetico, ambientale e neurologico.

Sintomi

I pazienti affetti da autismo presentano serie difficoltà nel comunicare, nel relazionarsi con le altre persone e nell'adattarsi all'ambiente che li circonda.
I pazienti autistici possono anche manifestare disabilità intellettiva, disturbi dell'apprendimento, aggressività, comportamento impulsivo, catatonia, tic, nervosismo, perdita della coordinazione motoria, disturbi d'ansia, ecolalia e insonnia.
Inoltre, può accadere che - in concomitanza all'autismo - i pazienti presentino altri disturbi quali, ad esempio, la sindrome da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), l'epilessia e la sindrome di Tourette.


Le informazioni sui Farmaci per la Cura dell'Autismo non intendono sostituire il rapporto diretto tra professionista della salute e paziente. Consultare sempre il proprio medico curante e/o lo specialista prima di assumere Farmaci per la Cura dell'Autismo.

Farmaci

Purtroppo, al giorno d'oggi, non esiste una cura specifica per l'autismo.
I trattamenti che si possono intraprendere sono di supporto e mirano a ridurre al minimo, per quanto possibile, i sintomi indotti dalla malattia.
Molto importanti sono le terapie cognitivo-comportamentali, la terapia familiare e gli interventi educativi. Queste strategie terapeutiche, infatti, cercano di migliorare le capacità comunicative e le abilità sociali e comportamentali dei pazienti.
Il trattamento farmacologico, invece, è finalizzato alla cura di eventuali disturbi associati (come l'epilessia o la sindrome da deficit di attenzione e iperattività) e al miglioramento di sintomi quali i disturbi d'ansia e l'aggressività (per i quali verranno utilizzati farmaci antipsicotici).
Per il trattamento dei disturbi del sonno associati all'autismo, invece, può essere utile l'assunzione di melatonina.


Farmaci Autismo

Di seguito sono riportati alcuni dei farmaci che possono essere impiegati nella terapia di supporto dall'autismo ed alcuni esempi di specialità farmacologiche; spetta al medico scegliere il principio attivo e la posologia più indicati per il paziente, in base alla gravità della malattia, allo stato di salute del malato ed alla sua risposta alla cura.

Metilfenidato

Il metilfenidato (Equasym ®, Medicebran ®, Medikinet ®, Ritalin ®) è un farmaco a struttura benzil-piperidinica che possiede indicazioni specifiche per il trattamento del disturbo da deficit di attenzione e iperattività.
È disponibile per la somministrazione orale. Solitamente, la dose iniziale di farmaco utilizzata è di 5 mg, da assumersi una o due volte al dì. Il medico, poi, può aumentare gradualmente la quantità di farmaco somministrato fino al raggiungimento della dose di farmaco più indicata per le condizioni di ogni paziente. Ad ogni modo, la dose massima somministrabile è di 60 mg di metilfenidato al giorno.

Antiepilettici

I farmaci antiepilettici vengono impiegati nel trattamento di supporto dell'autismo quando ad esso si associa l'epilessia.
Fra i diversi farmaci che si possono impiegare ricordiamo il sodio valproato (Depakin ®, Depakin Chrono ®). Questo principio attivo svolge un'azione anticonvulsivante ed è disponibile per la somministrazione orale. Nei bambini risulta particolarmente indicato l'utilizzo della soluzione orale o del granulato per soluzione orale. La dose iniziale di valproato normalmente impiegata è di 10-15 mg/Kg di peso corporeo. Successivamente, il medico può aumentare gradualmente la quantità di farmaco somministrata, fino al raggiungimento del dosaggio di mantenimento ottimale per ciascun paziente. Ad ogni modo, la dose di mantenimento abitualmente somministrata ai bambini è di 30 mg/Kg di peso corporeo al giorno, da assumersi in due dosi frazionate.
Per ulteriori informazioni riguardanti la terapia dell'epilessia, si rimanda all'articolo dedicato "Farmaci per la Cura dell'Epilessia".

Antipsicotici

Gli antipsicotici possono essere impiegati per trattare l'aggressività provocata dall'autismo.
Il principio attivo maggiormente impiegato in questi casi è il risperidone (Risperdal ®). È un farmaco disponibile in diverse forme farmaceutiche adatte a diverse vie di somministrazione.

Quando utilizzato per via orale, la dose di farmaco solitamente impiegata nei bambini con peso corporeo inferiore ai 50 Kg è di 0,25-0,75 mg al giorno. Nei bambini con peso corporeo superiore ai 50 Kg, invece, la dose di risperidone abitualmente somministrata è di 0,5-1 mg al giorno.



Ultima modifica dell'articolo: 02/09/2016