Piscidia in Erboristeria: proprietà della Piscidia

Origano

Nome Scientifico

Piscidia erythrina

Famiglia

Leguminosae

Origine

America centrale, Giamaica

Sinonimi

Jamaica dogwood

Parti Utilizzate

Droga costituita dalle radici e dalla corteccia

Costituenti chimici

Piscidia in Erboristeria: proprietà della Piscidia

Per il contenuto in alcaloidi, la piscidia è una pianta che può essere altamente tossica; tuttavia, viene comunque utilizzata in terapia, sottoforma di estratti standardizzati, per la sua azione a livello del sistema nervoso centrale; infatti, è in grado di calmare il dolore ed indurre il sonno. In alcuni studi effettuati vitro, la piscidia ha dimostrato maggiore attività della papaverina: responsabili di questa azione biologica sono proprio alcuni isoflavonoidi presenti nella radice. Agli isoflavonoidi sono attribuibili proprietà antispasmodiche, ipotensive e miorilassanti, soprattutto a livello genito-urinario.


Controindicazioni

L'assunzione di Piscidia è sconsigliata a bambini ed anziani, oppure in caso di ipersensibilità accertata verso uno o più componenti.

Interazioni Farmacologiche

  • sommazione di effetti per la presenza di alcaloidi ad attività sedativa sul SNC.

ARTICOLI CORRELATI