Mais in Erboristeria: proprietà del Mais

Mais

Nome Scientifico

Zea mays

Famiglia

Graminaceae

Origine

America centrale

Parti Utilizzate

Droga costituita dagli stimmi

Costituenti chimici

Mais in Erboristeria: proprietà del Mais

Gli stimmi del mais sono usati in medicina popolare come rimedio ad attività diuretica e antispastica sulla muscolatura liscia (decotto o estratto fluido); questo utilizzo è confermato anche da ricerche sperimentali.

L'uso del mais nei casi di sovrappeso, malattie reumatiche o malattie della pelle, non trova invece alcuna indicazione scientificamente fondata.

Attività biologica

Come accennato, al mais vengono attribuite proprietà diuretiche e per questo viene spesso utilizzato in tisane o decotti per favorire la diuresi. Benché quest'utilizzo non sia stato ufficialmente approvato, alcuni studi hanno confermato la suddetta attività. Più nel dettaglio, sembra che l'azione diuretica sia esercitata attraverso un meccanismo d'azione che si esplica a livello dei glomeruli e del tubulo renale prossimale.
Inoltre, al mais sono ascritte anche le capacità di stimolare il muscolo cardiaco e di aumentare la pressione sanguigna.
I principali componenti responsabili delle sopra citate proprietà sembrano essere le saponine, i tannini e l'olio essenziale contenuti all'interno della pianta.
Al mais, poi, vengono attribuite proprietà ipoglicemizzanti e ipolipidemizzanti e per questo viene utilizzato per mantenere bassi i livelli ematici di zuccheri e colesterolo LDL. Tuttavia, al momento, non sono presenti studi scientifici che confermino queste attività.
Sono confermate, invece, le proprietà elasticizzanti ed emollienti esercitate sulla cute dall'olio di mais, ottenuto per spremitura dei semi. Infatti, quest'olio rientra nella composizione di diversi prodotti cosmetici (per informazioni più approfondite a riguardo, si consiglia la lettura degli articoli dedicati "Olio di mais" e "Olio di mais nei cosmetici").

Mais nella medicina popolare e in omeopatia

Le proprietà diuretiche del mais sono da tempo note alla medicina popolare, che lo utilizza proprio per favorire la diuresi, ma non solo. Infatti, la pianta viene impiegata anche per trattare affezioni del tratto urinario e, inoltre, la medicina tradizionale ne sfrutta la presunta attività antispastica sulla muscolatura liscia. In alcuni casi, il mais viene utilizzato anche come rimedio lassativo.
Nella medicina cinese, invece, il mais trova impiego come rimedio per contrastare i disturbi epatici.
Il mais viene utilizzato anche in ambito omeopatico, dove lo si può trovare sotto forma di granuli o macerato glicerico con indicazioni per il trattamento di disturbi delle vie urinarie, come la cistite e la ritenzione urinaria.
La dose di rimedio omeopatico da assumere può variare da un individuo a un altro, anche in funzione del tipo di preparazione e della tipologia di diluizione omeopatica che si deve impiegare.


N.B.: le applicazioni del mais per il trattamento dei suddetti disturbi non sono né approvate, né supportate dalle opportune verifiche sperimentali, oppure non le hanno superate. Per questo motivo, potrebbero essere prive di efficacia terapeutica o risultare addirittura dannose per la salute.

Controindicazioni

Evitare l'assunzione degli stimmi di mais in caso di ipersensibilità accertata verso uno o più componenti.

Interazioni Farmacologiche


Ultima modifica dell'articolo: 16/09/2016