Curare la Gengivite con le erbe


Questo articolo intende aiutare il lettore nella rapida identificazione dei rimedi naturali utili nel trattamento dei vari sintomi, disturbi e patologie. Per alcuni rimedi elencati, tale utilità potrebbe non essere stata confermata da sufficienti verifiche sperimentali, condotte con metodo scientifico. Inoltre, qualsiasi rimedio naturale presenta potenziali rischi e controindicazioni.
Se disponibile, consigliamo pertanto di cliccare sul link corrispondente al singolo rimedio per approfondire l'argomento. In ogni caso, ricordiamo l'importanza di evitare l'autoterapia e di consultare preventivamente il proprio medico per accertare l'assenza di controindicazioni ed interazioni farmacologiche.


Gengivite - Erboristeria - sfondo

La gengivite è un disturbo assai diffuso nella popolazione, spesso frutto di una cattiva igiene orale. Questo processo infiammatorio a carico delle gengive si accompagna a sintomi caratteristici, come facilità allo sanguinamento gengivale (spontaneo o in seguito a traumi minimi, come le operazioni di spazzolamento), alito cattivo, aspetto edematoso (gonfio) delle gengive, dolore (nei casi acuti) ed arrossato gengivale. Se trascurata, una gengivite da cattiva igiene orale può estendersi per gravità all'osso sottostante ed al legamento che lo tiene ancorato al dente; si parla in tal caso di parodontite, una malattia che può portare alla caduta del dente stesso.

Oltre alla cattiva igiene orale, la gengivite può essere la conseguenza di traumi (spazzolamento troppo energico, uso improprio del filo interdentale, cibi troppo caldi o troppo freddi), carenze nutrizionali (carenze di vitamina C (scorbuto) o di vitamina K) e malattie o farmaci che aumentano la suscettibilità alle infezioni del cavo orale (diabete, AIDS, leucemia, morbo di Addison). Vi sono poi delle condizioni che facilitano il sanguinamento gengivale, come la gravidanza, l'abitudine al fumo o alla masticazione di tabacco, e l'utilizzo di farmaci anticoagulanti come warfarin (coumadin), acenocumarolo (sintrom) ed eparina.

Come sempre il trattamento della gengivite dipende dal fattore eziologico sottostante, ma in generale non può prescindere, prima di tutto, da una corretta igiene orale.

Piante medicinali ed integratori utili contro la Gengivite

Gengiviti di natura infettiva: propoli, droghe ad oli essenziali (salvia, menta, mentolo, chiodi di garofano, camomilla, anice) per le proprietà disinfettanti; droghe ricchi di tannini (amamelide, ratania, tormentilla, corteccia di quercia) per le proprietà astringenti ed antiedematose.

Gengivite da stress o da calo generalizzato delle difese immunitarie: eleuterococco, uncaria, ginseng, echinacea, androgafis, astragalo, vischio.

Fitoterapia di supporto in presenza di gengiviti e stomatiti di varia origine: droghe mucillaginose (altea, malva, aloe gel), che stratificandosi sulle mucose del cavo orale come una sorta di gel proteggono la bocca da ulteriori insulti e leniscono l'infiammazione.

La mirra, uno dei rimedi erboristici più usati in presenza di gengivite, deve la sua azione all'insieme di ben tre classi di principi attivi importanti: l'olio essenziale, dalle proprietà antibatteriche, le gomme, che proteggono le mucose, ed i derivati terpenici, con proprietà antinfiammatorie ed astringenti. Utile anche la calendula per le sue proprietà antiflogistiche e cicatrizzanti.


« 1 2 3 4 5 »