Fucus in Erboristeria: proprietà del Fucus

Fucus

Nome scientifico Fucus

Fucus vesiculosus

Famiglia

Fucacee

Fucus: parti utilizzate

Del Fucus si utilizza il tallo essiccato, che si presenta in pezzi piatti cartilaginei, nastriformi, di colore nerastro.

Sinonimi

Quercia marina

Costituenti chimici

  • Mucopolisaccaridi;
  • Esteri solforati;
  • Oligoelementi, tra i quali lo iodio (il Fucus FU contiene almeno lo 0,05% di iodio);
  • Polifenoli (florogucinolo, fucoli);
  • Tannini;
  • Steroli (fucosterolo).

Fucus in Erboristeria: proprietà del Fucus

Il Fucus è l'alga più conosciuta, perché utilizzata impropriamente come rimedio dimagrante ed anticellulite, in quanto ritenuta un valido 'stimolante tiroideo' anche se in realtà è dotata di tutt'altre attività farmacologiche.
Per il contenuto di iodio, tra le principali proprietà si annovera l'utilizzo nella cura di alcune forme di ipotiroidismo e dell'obesità.




Approfondimento: estratto di fucus nei cosmetici

Avvertenze

Il fabbisogno medio giornaliero di iodio è di 150 mcg; si consiglia pertanto di non superare tale soglia, altrimenti c'è il rischio di interferire con la funzione tiroidea. Per questa ragione, è importante prescrivere soltanto prodotti con un quantitativo di iodio definito.

Effetti collaterali

Dopo l'assunzione di estratti di Fucus sono stati registrati casi di ipertiroidismo ed eruzioni acneiche.

Controindicazioni

Nell'uso di Fucus particolare attenzione dev'essere posta da pazienti con ipertiroidismo. Evitare l'assunzione in caso di ipersensibilità accertata.

Fucus - Interazioni farmacologiche

La prolungata assunzione di alginati può ridurre, a livello intestinale, l'assorbimento di ferro e di altri minerali.
Il carbonato di litio potenzia gli effetti ipotiroidei di molti composti iodati quali il Fucus.


<< 1 2 3