Curare il Diabete con le erbe

Questo articolo intende aiutare il lettore nella rapida identificazione dei rimedi naturali utili nel trattamento dei vari sintomi, disturbi e patologie. Per alcuni rimedi elencati, tale utilità potrebbe non essere stata confermata da sufficienti verifiche sperimentali, condotte con metodo scientifico. Inoltre, qualsiasi rimedio naturale presenta potenziali rischi e controindicazioni.
Se disponibile, consigliamo pertanto di cliccare sul link corrispondente al singolo rimedio per approfondire l'argomento. In ogni caso, ricordiamo l'importanza di evitare l'autoterapia e di consultare preventivamente il proprio medico per accertare l'assenza di controindicazioni ed interazioni farmacologiche.


Diabete - Erboristeria - sfondo

Il diabete mellito comprende un gruppo di malattie accumunate dalla presenza di iperglicemia (eccessiva concentrazione di zucchero nel sangue) e dovute ad un difetto dell'azione e/o della secrezione di insulina.
Il diabete mellito di tipo 2, il più diffuso rispetto alle altre forme, è comunemente definito "diabete senile dell'anziano", dato che circa la metà dei pazienti affetti ha un'età superiore ai 60 anni. In realtà, negli ultimi anni - grazie alla diffusione dell'obesità, della cattiva alimentazione e dello scarso esercizio fisico - l'età media di insorgenza del diabete di tipo 2 si sta abbassando.

Mentre il diabete di tipo 1 o giovanile non può prescindere dalla regolare somministrazione di insulina esogena, le opportunità di trattamento del diabete senile sono assai più ampie, e possono essere comportamentali (corretta alimentazione, controllo del peso ed attività sportiva), farmacologiche o fitoterapiche (impiego di farmaci o integratori dalle proprietà ipoglicemizzanti).

Piante medicinali ed integratori utili contro il diabete

Ginseng, Mirto, Eucalipto, Opunzia, Gymnema, Coccina, Basilico sacro, Fieno greco, Aglio, Cipolla. Cromo picolinato, Acido Alfa Lipoico, Gelso Bianco. Gli integratori di fibra, come i semi di psillio o la gomma guar, assunti in concomitanza dei pasti, modulano l'assorbimento intestinale degli zuccheri, evitando eccessivi picchi glicemici postprandiali.



ARTICOLI CORRELATI