Cicatrizzanti

Questo articolo intende aiutare il lettore nella rapida identificazione dei rimedi naturali utili nel trattamento dei vari sintomi, disturbi e patologie. Per alcuni rimedi elencati, tale utilità potrebbe non essere stata confermata da sufficienti verifiche sperimentali, condotte con metodo scientifico. Inoltre, qualsiasi rimedio naturale presenta potenziali rischi e controindicazioni.
Se disponibile, consigliamo pertanto di cliccare sul link corrispondente al singolo rimedio per approfondire l'argomento. In ogni caso, ricordiamo l'importanza di evitare l'autoterapia e di consultare preventivamente il proprio medico per accertare l'assenza di controindicazioni ed interazioni farmacologiche.


Cicatrizzanti - sfondo

La cicatrizzazione è un processo di guarigione dei tessuti lesi attraverso una serie di processi riparativi, volti essenzialmente a garantire la ricostruzione anatomica del tessuto leso. Differisce in tal senso dai processi di rigenerazione, che mirano invece al ripristino funzionale attraverso la ricostituzione di strutture differenziate (poco attivi nell'uomo, tipici degli anfibi e dei pesci).

Ogni processo di cicatrizzazione avviene in tre fasi: quella iniziale, di natura infiammatoria con chiusura temporanea (coagulazione) e detersione della ferita, quella intermedia in cui la ferita viene chiusa per la costituzione di tessuto di granulazione (fase cellulare), e l'ultima fase (assai più lunga) di maturazione con rimodellamento della cicatrice.

Per quando riguarda il rapporto tra alimentazione, integratori e cicatrizzazione, è bene ricordare innanzitutto che la guarigione di una ferita necessita di uno stato nutrizionale adeguato, soprattutto per quanto riguardo l'apporto di proteine, vitamine (specialmente la C, che favorisce la sintesi di collagene, e la E) ed oligoelementi (specialmente ferro, rame e zinco).

Piante medicinali Cicatrizzanti ed integratori dalle proprietà Cicatrizzanti



Ultima modifica dell'articolo: 03/01/2016