Cardiaca in Erboristeria: proprietà dela Cardiaca

Cardiaca

Nome Scientifico

Leonorus cardiaca L.

Famiglia

Labiatae

Origine

Pianta di origine asiatica ma diffusa anche nel Nord Italia

Parti Utilizzate

Droga data dalle foglie.

Costituenti chimici

Cardiaca in Erboristeria: proprietà dela Cardiaca

La cardiaca esercita la propria attività terapeutica sulla funzione cardiocircolatoria, riducendone l'iperstimolazione tipica degli ipertiroidismi; inoltre, presenta un'azione neurosedativa e cardiosedativa quando assunta in associazione a blandi sedativi (melissa, luppolo, iperico). Per queste ragioni, la cardiaca risulta particolarmente indicata nelle tachicardie funzionali, come complemento nella cura dell'ipertensione arteriosa e dell'ipertiroidismo. La medicina popolare consiglia la cardiaca anche in presenza di amenorrea, dismenorrea e disturbi della menopausa.

Controindicazioni

Evitare l'assunzione in caso di ipersensibilità accertata verso uno o più componenti.

La cardiaca è controindicata in gravidanza per l'azione della leonurina sul miometrio (proprietà uterotonica). Ad alte dosi, i preparati di cardiaca possono provocare sanguinamenti uterini.

Interazioni Farmacologiche

  • l'uso prolungato della cardiaca può interferire con i glucosidi cardioattivi, con la tiroxina ed il Tapazole.

Ultima modifica dell'articolo: 16/09/2016