Curare la Candida con le erbe

Questo articolo intende aiutare il lettore nella rapida identificazione dei rimedi naturali utili nel trattamento dei vari sintomi, disturbi e patologie. Per alcuni rimedi elencati, tale utilità potrebbe non essere stata confermata da sufficienti verifiche sperimentali, condotte con metodo scientifico. Inoltre, qualsiasi rimedio naturale presenta potenziali rischi e controindicazioni.
Se disponibile, consigliamo pertanto di cliccare sul link corrispondente al singolo rimedio per approfondire l'argomento. In ogni caso, ricordiamo l'importanza di evitare l'autoterapia e di consultare preventivamente il proprio medico per accertare l'assenza di controindicazioni ed interazioni farmacologiche.


Candida - Erboristeria - sfondo

La candida è una malattia infettiva provocata da un fungo, la Candida albicans. Sebbene l'infezione possa interessare i più svariati tessuti dell'organismo, coinvolge tipicamente la vagina e, nei più piccoli, il cavo orale (mughetto).

La candida, normalmente presente nell'intestino, può sovvertire il normale ecosistema vaginale in caso di un calo generalizzato delle difese dell'ospite (le candidosi sono molto comuni nei pazienti immunocompromessi). Stress, uso di antibiotici o farmaci immunosoppressori (come i corticosteroidi), cattiva igiene intima (scarsa od eccessiva), alcolismo ed alimentazione troppo ricca di zuccheri semplici e povera di fibre, rappresentano i fattori predisponenti più comuni.

I sintomi della candidosi vaginale includono la caratteristica perdita di secrezioni biancastre (simili ad una cagliata), forte prurito, dolore durante i rapporti sessuali, bruciori ed arrossamenti vaginali.

In presenza di candida, soprattutto in ottica preventiva, possono essere utili erbe e piante medicinali dalle proprietà immunostimolanti ed antimicotiche. In presenza di stitichezza e disbiosi si rivelano utilissimi i probiotici ed i prebiotici.

Articoli correlati: dieta per la candida.

Piante medicinali ed integratori utili contro la Candida

Uncaria tormentosa, pau d'arco, echinacea, eleuterococco, probiotici (soprattutto batteri del genere Lactobacillus per via sistemica, quindi per bocca, o per applicazione topica direttamente in vagina), prebiotici (FOS ed inulina), acido caprilico, acido sorbico e sorbati, Ratania, complementi a base di fibre solubili (pectina, gomma di guar, semi di psillio e di lino), Picrorhiza, Tea tree oil (Olio di malaleuca), Edera, Semi di asparago, Timo, Aglio.


« 1 2 3 4 5 6 7 »


Ultima modifica dell'articolo: 16/09/2016