Butea Superba in Erboristeria: Proprietà della Kwao Krua Rossa

Butea Superba

Nome Scientifico

Butea superba Roxb.

Famiglia

Fabaceae

Origine

Thailandia

Sinonimi

Kwao Krua Rossa

Parti Utilizzate

La parte di pianta impiegata come droga sono le radici.

Costituenti chimici

Butea Superba in Erboristeria: Proprietà della Kwao Krua Rossa

La butea superba deve la sua popolarità alle proprietà afrodisiache che la medicina popolare le attribuisce. Non a caso, le popolazioni thailandesi da sempre la utilizzano come rimedio rinvigorente e per aumentare le prestazioni sessuali. Più in particolare, si ritiene che questa pianta eserciti la sua azione afrodisiaca soprattutto nei confronti degli uomini.

Attività biologica

La butea superba è una pianta cui sono attribuite proprietà afrodisiache e la capacità di contrastare la disfunzione erettile negli uomini, ma non solo. Infatti, alla pianta vengono ascritte anche attività antiossidanti (imputabili, con molta probabilità, al suo contenuto di flavonoidi), stimolanti e ringiovanenti.
Ad ogni modo, l'utilizzo della butea superba non ha ottenuto l'approvazione ufficiale per alcun tipo d'indicazione terapeutica, poiché non vi sono sufficienti studi clinici controllati in grado di dimostrare l'efficacia di questa stessa pianta.
Nonostante ciò, in commercio sono reperibili diversi integratori a base di butea superba, che trovano impiego come rimedio per contrastare la disfunzione erettile.
Vista la grande popolarità di cui questa pianta gode, diversi sono stati gli studi effettuati per indagarne le reali proprietà.
Da uno di questi studi condotti su animali, è emerso che la genisteina e la daidzeina contenute nella butea superba sono in grado di aumentare il numero e la motilità degli spermatozoi nei ratti maschi. In aggiunta a questo, questi due isoflavoni hanno anche dimostrato di essere in grado di aumentare i livelli ematici di testosterone e di colesterolo.
Alla luce di tale studio, pertanto, sembrerebbe che la butea superba - in particolare, gli isoflavoni in essa contenuti - possa costituire un valido rimedio contro la disfunzione erettile e la diminuzione della libido. Tuttavia, studi clinici più approfonditi sono necessari per determinare la reale efficacia e l'effettiva sicurezza derivante dall'uso di questa pianta nel trattamento della disfunzione erettile.
Un altro interessante studio, condotto su modelli animali di patologie quali demenza e depressione, ha messo in luce come la somministrazione di butea superba possa produrre un miglioramento nei sintomi indotti da queste patologie, grazie al ripristino della normale attività dell'asse ipotalamo-ipofisi-surrene e della plasticità sinaptica (che risultano alterate nei pazienti affetti da depressione e demenza).
Naturalmente, nonostante i risultati apparentemente incoraggianti finora ottenuti, appare chiara la necessità di condurre studi più approfonditi prima di poter approvare simili applicazioni della butea superba in campo medico.

Butea Superba nella medicina popolare e in omeopatia

Come accennato, la butea superba è impiegata già da moltissimo tempo nella medicina popolare (in particolare, in quella thailandese) come rimedio afrodisiaco, per migliorare le prestazioni sessuali maschili e per contrastare la disfunzione erettile, soprattutto negli uomini di una certa età, ma non solo.
Infatti, la butea superba trova impiego nella medicina tradizionale anche come rimedio ringiovanente, antiossidante e stimolante sia fisico che psichico.
Per quanto riguarda la medicina omeopatica, invece, al momento la butea superba non trova impieghi in quest'ambito.


N.B.: le applicazioni della Butea Superba per il trattamento dei suddetti disturbi non sono né approvate, né supportate dalle opportune verifiche sperimentali, oppure non le hanno superate. Per questo motivo, potrebbero essere prive di efficacia terapeutica o risultare addirittura dannose per la salute.

Effetti collaterali

Attualmente, non sono noti effetti collaterali derivanti dal consumo di butea superba o sue preparazioni.
Tuttavia, da studi condotti su animali, è emerso che l'assunzione di elevate dosi di butea superba può provocare alterazioni nelle analisi del sangue (quindi, nella sua composizione) e gravi alterazioni nei livelli di testosterone. Oltre a questo, da un altro studio condotto in merito, è emerso che l'assunzione di elevate dosi di estratti di butea superba potrebbe potenzialmente causare genotossicità e cito-tossicità.
Per tale ragione, va usata molta cautela, e prima di assumere preparazioni contenenti questa pianta è sempre bene consultare il proprio medico.

Controindicazioni

Evitare l'assunzione di butea superba e di preparazioni che la contengono in caso d'ipersensibilità accertata verso uno o più componenti.

Interazioni Farmacologiche

Al momento, non sono note interazioni farmacologiche fra la butea superba e farmaci di alcun tipo.
Ad ogni modo, prima di assumere preparazioni a base di butea superba, è sempre bene chiedere il consiglio del medico e informarlo nel caso in cui si stessero assumendo medicinali di qualsiasi tipo, compresi altri prodotti erboristici, i medicinali omeopatici e i farmaci senz'obbligo di prescrizione medica.



Ultima modifica dell'articolo: 16/09/2016