Basilico in Erboristeria: proprietà del Basilico

basilico

Nome scientifico Basilico

Ocimum basilicum L.

Famiglia

Labiatae

Origine

Pianta coltivata ovunque ma importata dall'Asia e dall'Africa.

Basilico - Parti utilizzate

Droga costituita da foglie e parti aeree.

Costituenti chimici

Basilico in Erboristeria: proprietà del Basilico

Al basilico si acrivono, come ad altre piante del genere Labiatae, proprietà antispasmodiche, antiinfiammatorie, stimolanti, stomachiche (utili in caso di inappetenza), carminative e diuretiche. La pianta, essiccata o fresca, oltre che in cucina, può essere usata unicamente come correttore del sapore di tisane usate a scopo digestivo. Nella medicina popolare al basilico si ascrive un'attività galattogena, ma non ne è stata provata la veridicità a livello scientifico.

Impacchi locali con foglie fresche di basilico, applicati sulla zona arrossata, placano le irritazioni cutanee. L'olio essenziale di basilico presenta attività antielmintica.

Controindicazioni

Ipersensibilità accertata verso uno o più componenti.

Avvertenze

Per la presenza di estragolo, si deve procedere con cautela nell'uso dell'olio essenziale di basilico, in particolare in gravidanza e allattamento, nei lattanti e nei bambini piccoli.

Basilico - Interazioni farmacologiche

Non sono a tuttoggi note importanti interazioni del basilico con i farmaci.