Achillea millefoglie in Erboristeria: proprietà dell'Achillea millefoglie

Achillea Millefoglie

Nome Scientifico

Achillea millefolium L.

Famiglia

Asteraceae (Compositae)

Origine

Europa

Sinonimi

Millefoglio

Parti Utilizzate

L'achillea millefoglie è una pianta erbacea perenne di cui si usano le sommità fiorite e le foglie.

Costituenti chimici

Achillea millefoglie in Erboristeria: proprietà dell'Achillea millefoglie

Per la presenza di costituenti simili a quelli della Camomilla (esempio apigenina ed azuleni), se ne consigliano gli stessi usi. Sebbene l'Achillea, assunta per via orale, sia utilizzata come antispastico ed antinfiammatorio specifico per l'apparato digerente, non ci sono studi certi che ne confermino l'effettiva efficacia. Le proprietà antispastiche dell'achillea millefoglie la rendono un rimedio naturale largamente impiegato nel trattamento di dolori mestruali (dismenorrea), emorroidi e ragadi anali. L'Achillea vanta proprietà toniche utili nelle affezioni venose come varici, flebiti ed emorroidi.


Per uso esterno, l'Achillea esibisce interessanti proprietà cosmetiche e dermofunzionali: antinfiammatorie, astringenti, rassodanti, disarossanti ed antiseborroiche; per questo motivo, gli estratti di achillea millefoglie sono comunemente impiegati in prodotti contro affezioni infiammatorie di cute e mucose, e nei disturbi circolatori: si usa contro foruncoli, manifestazioni acneiche, piaghe, ragadi al seno, varici, pelli aride, secche, screpolate, delicate ed arrossate.

Controindicazioni

Ipersensibilità accertata verso uno o più componenti. Sono note possibili reazioni allergiche crociate per la presenza di lattoni sesquiterpenici. Attenzione e cautela nell'uso dell'olio essenziale poiché contiene anche tracce di tuione.

Interazioni Farmacologiche


Ultima modifica dell'articolo: 16/09/2016