Aromaterapia: curarsi con gli oli essenziali

Aromaterapia Disclaimer

L'aromaterapia rappresenta una forma sempre più popolare ed accessibile di cura, basata sull'impiego di oli essenziali altamente concentrati, ottenuti da piante. La sua applicazione ha un potenziale straordinariamente alto, dato che gli oli essenziali possono essere usati per migliorare la qualità e la sensazione di salute e benessere a livello fisico, emotivo e mentale.

Aromaterapia ed aromaterapeuti

Gli aromaterapeuti sono preparati non solo sugli oli essenziali e sulla loro azione, ma anche sul modo in cui il corpo funziona; pertanto, lo studio dell'anatomia e della fisiologia rappresenta un elemento imprescindibile della specializzazione in aromaterapia.

AromaterapiaDopo aver delineato un'anamnesi completa, esplorando i sintomi mentali, emotivi e fisici, l'aromaterapeuta sceglierà quel singolo olio, o quella miscela di oli, che con maggiore probabilità si adatta al paziente. Gli oli prescelti si applicano sulla pelle con un massaggio aromatico, oppure si usano per inalazioni, o ancora vengono dati al paziente per un uso domestico.

L'aromaterapia è un trattamento olistico: l'esperto cercherà quindi di migliorare la salute complessiva del paziente, piuttosto che curare la sintomatologia specifica. Per questa ragione l'esperto dedicherà parecchio tempo alla consultazione iniziale, esplorando lo stile di vita generale, l'alimentazione, l'esercizio fisico, le abitudini relative al sonno e la qualità di esso. Ad esempio, è probabile che un aromaterapeuta curi i dolori muscolari, e le sofferenze che derivano dalla relativa tensione muscolare, prescrivendo una miscela di oli che agiscono specificamente sul tessuto muscolare teso, ma che possono rivelarsi egualmente appropriati per alleviare lo stress. È altresì possibile che l'aromaterapeuta fornisca consigli sui metodi generali per ridurre lo stress, come un aumento di attività fisica, l'impiego di una tecnica di rilassamento e la riduzione del consumo di cibi e bevande che contribuiscono negativamente allo stress accumulato nella mente e nel corpo.

Gli aromaterapeuti sono esperti principalmente nella propria arte, preparazione integrata dalla conoscenza di anatomia e fisiologia, oppure possono praticare innanzitutto la medicina convenzionale con una qualifica aggiuntiva in aromaterapia. Mentre cresce l'interesse per la medicina complementare, un numero crescente di personale sanitario sta acquisendo sempre più familiarità con l'aromaterapia come prezioso ausilio nella cura dei pazienti che vogliono recuperare al più presto una salute perfetta.

Definizione di orientamento

L'uso terapeutico di inalazioni odorose da piante aromatiche risale ai primordi dell'umanità. Oggi l'aromaterapia inizia a suscitare interesse. Seppure in attesa di una teoria coerente, appare evidente l'effettiva influenza delle fragranze odorose sull'umore, e la loro relazione con la fisiologia umana.

Ciò che appare evidente è l'effettiva influenza delle fragranze odorose sull'umore, e la loro relazione con la fisiologia umana, anche se non esiste ancora una teoria coerente al riguardo. Le osservazioni sono soprattutto di tipo empirico e, a volte, in conflitto fra loro, tanto che all'interno della stessa letteratura aromaterapeutica, esistono non poche contraddizioni.  

Definizione di valore

Gran parte dell'aromaterapia si basa sulle seguenti considerazioni:

  • L'utilizzo delle essenze a bassi dosaggi, ad esempio tramite inalazioni odorose, necessita dell'aiuto sinergico di fattori esterni che facilitino uno stato rilassato della mente. Ad esempio, un massaggio o un bagno sono momenti di relax in cui possono essere introdotte, con buoni risultati, le essenze profumate. Al contrario, un prodotto a base di oli essenziali spruzzato sulla pelle prima di un'intensa giornata lavorativa non indurrà gli stessi benefici effetti.
    Ottimi risultati si hanno quindi utilizzando gli oli essenziali per massaggi terapeutici. Durante il massaggio, gli oli essenziali vengono assorbiti sia per via cutanea che per inalazione olfattiva, quindi si aggiungono dei livelli di risposta fisiologica alla risposta di tipo olfattivo/emozionale.
  • Le essenze con un profumo sgradevole sembrano non avere le stesse possibilità di accesso al sistema nervoso che hanno, invece, le essenze con un «buon profumo», in quanto il cervello cerca di escludere i «cattivi odori», tramite, ad esempio, una riduzione delle inspirazioni. Quindi, oli essenziali quali valeriana o asafetida (notoriamente sgradevoli) non sono adatti per un profumo anti-stress o un olio da massaggio rilassante, anche se, assunti per via orale, hanno effetti sedativi (vedi l'uso della valeriana per chi ha problemi nel prendere sonno). Nel caso dell'orazione, diventa molto importante la qualità estetica (piacevole o sgradevole) dell'essenza inalata.
  • L'assorbimento degli oli essenziali attraverso la pelle è stato ampiamente dimostrato. Per essere utilizzati durante il massaggio, gli oli essenziali vengono diluiti in una quantità che varia dall'uno al 5 % in olio vegetale (quale l'olio di mandorla, di jojoba, ecc.). La quantità di essenza che viene assorbita attraverso la pelle durante un massaggio su tutto il corpo, è approssimativamente di 0,1 ml; cioè la stessa dose utilizzata per somministrazioni orali.
  • L'efficacia dei dosaggi e delle diluizioni usati in aromaterapia è attualmente oggetto di impegnate ricerche, in quanto si è sperimentato che bassi dosaggi di oli essenziali possono dare effetti opposti a quelli ottenuti con dosaggi più alti, per cui un olio può risultare stimolante a bassi dosaggi e sedativo con dosaggi più elevati, o viceversa. Questo aspetto dell'aromaterapia ricorda quello dei farmaci omeopatici, per i quali più una sostanza è diluita più potente è il suo effetto.
1 2 3 4 5 6 7 »


Ultima modifica dell'articolo: 09/02/2016