Eccesso di proteine

A cura di Roberto Rillo - Autore del Libro: Calisthenics BodyBuilding


« introduzione: il fabbisongo proteico


CASO STUDIO : ECCESSO DI PROTEINE.


(adattato da Ultimate Sport Nutrition di F. Hatfield)


Nella gara per diventare grossi e muscolosi, nessun macronutriente ha più titolo delle proteine. Senza proteine non c'è crescita muscolare, le proteine sono i mattoni dei vostri muscoli, eccetera eccetera. Naturalmente l'industria dell'integrazione non può che cogliere l'occasione per estrapolare questi assunti teorici diffondendoli sulle riviste per farvi consumare più proteine. La cosa sicura è che più voi ne consumate più loro guadagnano: il problema è sapere se veramente più proteine vi faranno crescere i muscoli. Eccesso di proteineL'industria dell'integrazione è talmente subdola da riuscire a mettere in dubbio ricerche e studi di organismi scientifici che non hanno alcun interesse nella vendita delle proteine per arrivare a farvi credere il contrario.
Il dr. Barry Sears, l'ideatore della dieta a zona, prescrive per atleti professionisti con allenamenti bigiornalieri circa 1,9 grammi di proteine per chilo di massa magra e non peso corporeo! Massa magra significa che un individuo di 80 kg col 10% di grasso misurato con metodo indiretto plicometrico, ha circa una massa magra di 72 chili e dovrebbe consumare al massimo 137 grammi di proteine nell'intera giornata!!!
L'esperienza diretta su atleti d'elite (non culturisti della domenica) alimentati con diete iperproteiche, ovvero più di due grammi di proteine per chilo di peso corporeo, rivela che gli stessi sono cronicamente debilitati, tendono a soffrire di allergie alimentari, hanno problemi renali, lamentano problemi articolari e paradossalmente tendono a perdere peso e forza.
Ecco un caso studio emblematico riferito da F. Hatfield nel suo "Ultimate sport nutrition".
"Un istruttore di karate di 40 anni si lamentava della perdita di massa muscolare nonostante abbinasse alle arti marziali un adeguato programma di allenamento con i pesi ed una alimentazione iperproteica. Per questo soggetto era normale mangiare quotidianamente 12 petti di pollo o una bistecca da mezzo chilo. Sottopostosi ad analisi accurate, si rilevò un problema digestivo primario che abbinato ad una bassa acidità dello stomaco e ad una alta acidità dell'intestino tenue, ne riduceva drammaticamente la capacità di digerire le proteine. La digestione incompleta delle proteine, portava alla formazione di un sottoprodotto metabolico di scarto con conseguente escrezione di aminoacidi nelle urine.

Tutto ciò causava la perdita di massa muscolare in quanto l'organismo si nutriva letteralmente di se stesso per fornire proteine agli organi vitali. Si era in presenza di un uomo, che ironia del caso, stava perdendo le proteine corporee (muscolo) perché stava consumando troppo cibo proteico. La soluzione? Una dieta normoglucidica con integrazione di aminoacidi in forma libera. Gli aminoacidi in forma libera che non richiedono digestione, vengono prontamente assorbiti e utilizzati dall'organismo. In due settimane l'uomo è aumentato di 5 pounds (quasi due chili e mezzo) e riferiva uno stato d'animo ottimale senza essere più esausto alla fine del giorno."
In conclusione qual è il messaggio direte voi?
Prima di concentrarsi solo ed esclusivamente sulle proteine, valutare prima di tutto:

- la composizione corporea al fine di estrapolare il dato della FFM (massa magra)
- il fabbisogno calorico complessivo in relazione alla corporatura e al livello di attività; se mangiate più di quello che consumate (indipendentemente se sono proteine, carboidrati o grassi) ingrasserete!
- eventuali problemi digestivi e/o di assimilazione al fine utilizzare la fonte proteica più adatta a voi.