Dimagrimento: gli undici segreti

A cura del Dottor Francesco Casillo

 

Il metabolismo basale è dato dal dispendio energetico a cui il corpo va incontro al fine di fornire energia per la sopravvivenza dei propri organi, apparati e cervello in una condizione di riposo fisico e psicologico, di temperatura ambiente di 25° ed a digiuno da 12-14 ore. Pertanto l'efficacia di una attività volta al dimagrimento (sempre che anche la dieta sia strutturata a tal fine) si valuta in base alla capacità che la stessa ha di far innalzare il metabolismo di base e non in funzione del dispendio energetico in assoluto che questa determina durante la sua performance.
Questo per 2 motivi essenziali:

1) Innalzare il metabolismo di base significa  porre il corpo in una situazione metabolica di grande dispendio energetico per tutto il giorno! La conseguenza è che la maggior parte di questo dispendio energetico proviene dai grassi (=dimagrimento). Infatti il contributo percentuale dei grassi al dispendio energetico tipico del metabolismo di base (a riposo) è circa il 90%.
Cosa significa? Ciò vuol dire che se in un soggetto sedentario il metabolismo di base è 1000kcal, 900kcal  provengono dai grassi (1000 kcal x 90%= 900kcal). In un soggetto attivo con buona massa muscolare il metabolismo di base può assumere valori molto elevati.
Ad esempio, un soggetto ben allenato e muscolarizzato con valori  di metabolismo basale pari a 2000 kcal  produrrà un maggiore dispendio quantitativo di grassi in condizioni di riposo, circa 1800 kcal da grassi (2000 kcal x 90%=1800kcal), rispetto all'esempio del soggetto sedentario e scarsamente muscolarizzato, andando quindi incontro ad un dimagrimento sensibilmente amplificato in termini quantitativi! Avere più muscoli significa bruciare più grasso a riposo e disporre pertanto di un elevato potenziale di dimagrimento! Eh sì, pensate che disponendo di più muscoli brucerete più grasso stando seduti sul divano di fronte al televisore rispetto ad un soggetto scarsamente muscolarizzato!!! Questo sì che soddisfa il principio d'economia dell'uomo: "OTTENERE IL MASSIMO CON IL MINIMO SFORZO!!!".

2) L'allenamento intenso tipico del bodybuilding non basa i suoi effetti lipolitico/dimagranti/brucia grassi sulla base del dispendio energetico-calorico erogato durante la seduta d'allenamento pesante, ma in funzione di fattori di natura ormonale (che in seguito si vedranno) ed in virtu' dei processi dispendiosi, come summenzionato, che questo innesca nei giorni successivi al fine di sovrintendere alla riparazione e crescita muscolare, nonché per l'elevato consumo energetico che il mantenimento di incrementati livelli di massa muscolare comportano, che in ultima analisi contribuirebbe in modo sensibile al dimagrimento!
Invece, le altre attività fondano la loro "miracolosa" efficacia brucia grassi e capacità di indurre dimagrimento in virtù dello sbandieramento dell'elevato livello di calorie che si bruciano durante la loro performance.

Beh, due considerazioni tecnico-scientifiche necessitano di esser poste in risalto al fine di comprendere come il fattore "calorie bruciate" non rappresenti l'elemento chiave in grado di predire il potenziale brucia grassi/dimagrante di un'attività, quindi di poter discernere quale disciplina sportiva e non sia ottimale al processo di dimagrimento:

A) Per quanto possa essere intensa l'attività svolta in seno a tali discipline: aerobica, total body, spinning, etc si tratta sempre di livelli di intensità mai portanti al cedimento muscolare, così come invece avviene in una seduta intensa di bodybuilding, e per questa ragione non si creeranno quei presupposti di importanti micro-lesioni muscolari, quindi di sensibile aumento della massa magra che alla fine risultano determinanti ai fini di un sensibile incremento del metabolismo di base conducente all'agognato dimagrimento!
Ciò significa, in poche parole, che non appena finirete la vostra attività fisica il vostro metabolismo di base non subirà una impennata! Pertanto brucerete (e che cosa? Proteine, carboidrati o grassi? La risposta al punto "B") finché durerà il tempo dedicato all'esercizio fisico ma non appena (o quasi) la vostra sessione allenante sarà finita avrete con essa finito di bruciare calorie! Se basate l'efficacia di una attività fisica - ai fini del dimagrimento - in funzione del livello di dispendio calorico che questa comporta, beh, allora per mantenerlo vivo la soluzione è allenarsi per 24 ore al giorno!!!! Qualche pazzo ci è arrivato vicino!!!

« 1 2 3 4 »


Ultima modifica dell'articolo: 25/06/2015