Foto Prima e dopo - Allenamento, Alimentazione e Personal Trainer

A cura del Dottor Francesco Casillo

Allenamento con i pesi

Frequenza allenante settimanale: 4 sedute a settimana.
Durata programma: 4 settimane.

ALLENAMENTO PESI
Frequenza allenante settimanale: 4 sedute a settimana.
Durata programma: 4 settimane.
 
Allenamento A Cosce
Riscaldamento generale: 3min Step
cosce Riscaldamento localizzato: Squat libero 2x12
cosce Squat libero  3x12
cosce Leg press 3x12
cosce Leg curl prono 3x12
 
Allenamento B Petto-Bicipiti
Riscaldamento generale: 5min cyclette
Riscaldamento localizzato: Distensioni con bilanciere su panca 45° 2x12
petto Distensioni con bilanciere su panca 45° 3x12
petto Croci 2 manubri su panca orizzontale 3x12
petto Pullover con manubrio su panca orizzontale 2x12
bicipiti Curl 2 manubri, seduto su panca 90° 3x12
bicipiti Curl a martello con 2 manubri, seduto su panca 90° 3x12
 
addome: Crunch inverso su panca orizzontale 3x12
Crunch su panca orizzontale 3x12
 
Allenamento C Polpacci-Spalle
Riscaldamento generale: 3min Step
Riscaldamento localizzato: Calf da seduto 2x12
polpacci Calf da seduto 3x12
polpacci Calf in piedi 3x12
Extrarotatori Extrarotazioni con elastico 2x12
Extrarotatori Extrarot in piedi con manubrio, spalla abdotta 90°,gomito flesso 90° 2x12
spalle Distensioni con 2 manubri sopra il capo, da seduti su panca inclinata a 90° 4x12
spalle Tirate al mento con bilanciere angolato, in piedi 4x12
 
Allenamento D Schiena-Tricipiti
Riscaldamento generale: 5min cyclette
Riscaldamento localizzato: Lat machine avanti 2x12
schiena Lat machine avanti 3x12
schiena Pulley orizzontale con triangolo 3x12
Lombari Iperestensioni su panca lombari 3x12
 
tricipiti French press con bilanciere angolato, supino su panca orizzontale 3x12
tricipiti Ercolina con triangolo 3x12
 
addome: Crunch inverso su panca orizzontale 3x12
Crunch su panca orizzontale 3x12
 
PAUSA TRA LE SERIE: 90 secondi
 
Intensità allenamento:
Fino al raggiungimento del cedimento muscolare.

 

 

Ogni approccio nutrizionale e d'allenamento aveva una durata di circa 4-6 settimane, in funzione dei trend di variazione dei parametri della composizione corporea monitorati tramite plicometria e bioimpedenziometria. In tal modo, a seconda dei valori qualitativi e quantitativi delle modificazioni della composizione corporea, anche i protocolli operativi venivano adeguati.

Un aspetto degno della dovuta attenzione si è manifestato nelle fasi più avanzate ed ultime del suo iter di cambiamento significativo della composizione corporea.
L'elevato decremento adiposo al quale Gionata è andato incontro (così come accade nella quasi totalità dei forti dimagrimenti e NON DEPERIMENTI), si accompagnava ad una velocità di ricompattamento dei tessuti molto più lenta rispetto allo “svuotamento” adiposo stesso.
In pratica, a forte dimagrimento occorso corrispondevano dei forti inestetismi in termini di lassità dei tessuti e pelle cadente.
Ad un'attenta analisi comparativa con bioimpedenziometria a doppia frequenza al fenomeno in corso, si è potuto evincere che tale scollamento era correlato ad elevati livelli di acqua extracellulare (ECW) ed a livelli bassi nell'angolo di fase (PA).
Ad un rimaneggiamento della dieta volto ad abbassare l'infiammazione locale quanto sistemica con un approccio a PRAL fortemente negativo e riadattandola nella distribuzione giornaliera degli aspetti glucidico-quantitativi, nonché il radicale cambiamento dell'orario giornaliero deputato alla seduta d'allenamento pesi - al fine di confinare gli stress endogeni (alto carico glicemico) quanto meccanici (allenamento anaerobico) alla finestra temporale mattutina, per ristabilire nel tempo la fisiologia del ritmo nichtemerale del cortisolo (che prevede un acrofase al mattino e la sua batifase alla sera) quale presupposto per il ripristino del pattern secretivo fisiologico dell'ormone somatotropo e del glucagone nelle fasi di riposo notturno - è conseguito anche un sensibile cambiamento nella struttura dei tessuti cutanei che previamente risultavano lassi e cadenti.

Solo grazie ad una attenta, meticolosa e frequente monitorizzazione dei parametri quantitativi e qualitativi della composizione corporea, è stato possibile intervenire tempestivamente con adattamenti nutrizionali e nello stile di vita, funzionali non solo a favorire ulteriori miglioramenti negli aspetti quantitativi del grasso e massa magra, ma anche e soprattutto nel rimodellare la consistenza, la compattezza e l'lasticità dei tessuti cutanei troppo velocemente privati della loro funzione contenitrice verso un tessuto che attraverso un risanato stile di vita era ormai ridotto ai minimi termini: il grasso sottocutaneo.

Al di là della bontà degli interventi nutrizionali, nella programmazione dell'allenamento fisico (anaerobico ed aerobico), della qualità nell'indottrinamento kinesiologico e biomeccanico fornito attraverso le singole lezioni di allenamento (personal training), il merito più grande è da attribuirsi alla grande tenacia, costanza ed alla “bellicosa” indole (intesa nell'accezione di caparbietà caratteriale verso il raggiungimento degli obiettivi prefissati) di Gionata!
Il sensibile miglioramento della composizione corporea, quindi la vera e propria trasformazione corporea - quell'adattamento morfologico e conseguentemente psicologico tale da lasciare basiti e stupefatti i conoscenti di lunga data del soggetto “trasformato” per l'incredulità con la quale si approcciano e relazionano alla nuova fisicità della persona che fino a qualche mese fa era conosciuta sotto altri “abiti” somatici - possibile solo attraverso lo stile di vita del bodybuilding (dieta, allenamento pesi breve ed intenso, recuperi organizzati, etc.) non è affare da tutti, ma solo per persone fortemente motivate, veri e propri guerrieri!
Lo schiavo fatica, il guerriero soffre!
E Gionata è un vero guerriero in palestra e nella vita!


« 1 2 3

Del Dott. Francesco Casillo
Personal trainer, Online personal trainer

www.frankcasillo.com



Ultima modifica dell'articolo: 17/06/2016