Foto Prima e dopo - Allenamento, Alimentazione e Personal Trainer

A cura del Dottor Francesco Casillo

 

Vorrei porre alla vostra attenzione un notevole caso di successo personale, non solo per l'entità quantitativa e qualitativa della trasformazione corporea conquistata da Gionata Lettieri, ma per il modo con cui tutto è iniziato ed il contesto nel quale tutto si è evoluto.
Trattasi di una storia-percorso di miglioramento psico-fisico corroborato da un notevole senso di disciplina, volontà e chiarezza nel goal-setting.

Video prima e dopo




English Version:

 



Foto prima e dopo

Prima e dopo Allenamento

 

Prima e dopo laterale


Schiena

Come tutto ebbe inizio

Era il luglio del 2009, in occasione del mio soggiorno a Sacramento (Nord California) per la preparazione della mia ultima gara di bodybuilding ad oggi (Gennaio 2010) disputata - “NPC Tournament of Champions” nella quale arrivai secondo nella categoria dei pesi massimi - quando ricevetti un'email da parte di un ragazzo di nome Gionata, con la quale faceva richiesta di informazioni circa il servizio di personal training da me erogato.
Poche parole da parte sua, ma dritte al punto.
Risposi come sempre e cioè che al mio rientro sarei stato disponibile ad un colloquio personale per soddisfare qualsiasi informazione, dettaglio tecnico ed operativo concernente l'attività professionale di personal training da me esercitata.
Il 7 settembre, settimana prima dell'evento, mi trasferii in Los Angeles poiché luogo in cui si sarebbe disputata la gara.
Ancora e sempre tramite email, in tale periodo ricevetti un'altro messaggio da parte sua che mi faceva presente, sempre con poche righe ma estremamente concise, che il suo interesse nei miei confronti, quindi nel colloquio personale, era sempre fermo e vivido e, pertanto, era impaziente di sapere la data del mio rientro.
Ci incontrammo alla fine del mese di settembre.
Come la maggior parte delle persone che incontro, al fine di fornire informazioni sul mio servizio di personal training, Gionata mostrava grande motivazione e voglia di iniziare.
Per testare la fermezza dell'entusiasmo che lasciava trasparire dai suoi discorsi e gestualità, lo misi subito alla prova con delle domande atte a carpire quanto la sua volontà potesse arrivare in concreto a soddisfare punti essenziali-cardine relativi all'applicatività della programmazione, sui quali si basa il successo nel raggiungimento dell'obiettivo prefissato ed ambito (in questo caso: miglioramento della composizione corporea - più massa magra, meno massa grassa).
Tali quesiti furono:

  1. Sei disposto ad eseguire attività fisica dai connotati metabolicamente aerobici al mattino a digiuno, cioè prima di consumare il tuo primo pasto della giornata (colazione)”?
  2. Sei disposto a consumare 6-7 pasti al giorno per 6 giorni la settimana”?

Gionata rispose rispettivamente:

  1. Nonostante il mio severo orario di lavoro, che implica entrata sul posto di lavoro alle ore 8, quindi sveglia alle ore 6.30, non avrò problemi ad alzarmi un'ora prima per intraprendere ciò che mi condurrà dove desidero”.
  2. “Non ho problemi nel soddisfare tale frequenza giornaliera nel consumo dei pasti; sono già aduso nel farlo, anche se con alimenti non salutari. Dovrò solo cambiare la loro qualità e quantità secondo quanto predisporrai”.

Inoltre, aggiunse: “se non fossi motivato, non sarei qua a perdere tempo con te”!

Per quanto si trattasse di sole parole e comunque di una chiacchierata, vi premetto che dall'esperienza ormai assodata sulla base di numerosi colloqui introduttivi da me intrapresi ed allo stesso fine, la maggior parte delle persone che non hanno mai iniziato il programma o che non hanno ottenuto risultati degni di nota (nonostante facessero palese la loro “estrema motivazione”) sono le stesse che alle medesime domande rispondevano avanzando una miriade di giustificazioni sulla loro non possibilità (nonostante la grande motivazione e volontà) nel soddisfare l'applicabilità di tali due punti.


1 2 3 »