Esercizio fisico e obesità

A cura del Dott. Stefano Casali

 

» Finalità dell'esercizio fisico aerobico nell'obesità

Riduzione della perdita di FFM da dieta ipocalorica.

Prevenzione della riduzione della spesa energetica da dieta ipocalorica.

Mantenimento nel tempo del calo ponderale conseguito.

Incremento della termogenesi post-esercizio (fino a 16 ore).

Tonificazione muscolare. 


Aumento fibre muscolari II-a (aerobiche-anaerobiche) da II-b.

Perdita di massa adiposa (1 Kg FM = 9000 Kcal).

Incremento dell'utilizzo di FFA a scopo energetico (fino all'80%) anche nella fase post-esercizio.

Camminando a una velocità media di 5 Km/h, in piano per un'ora, il consumo energetico è superiore di circa tre volte, rispetto a quello ottenuto guardando per lo stesso tempo la televisione.

 

» La motivazione  nel  soggetto obeso

Fissare obiettivi  raggiungibili  nel breve  termine.

Mostrare immagini di  soggetti obesi "prima e dopo".

Porre l'accento in ogni seduta sui progressi compiuti.

Garantire  la realizzazione delle sue  aspettative.

Suo inserimento in un gruppo omogeneo.

Stilare un programma iniziale non impegnativo.

Attività  fisica sinonimo di momento sereno della giornata.

Finalizzare l'allenamento al recupero di uno sport già praticato.

Bibliografia

  1. Carloni U.: Nutrizione e sport - Clesav 1982.
  2. Giampietro M. - Gagliardi G. - Beraldo S.: Alimentazione e sport - Filpjk 1997.
  3. Verchosanskij Y.V.: La programmazione e l'organizzazione del processo di allenamento - Società Stampa Sportiva.
  4. Matveiev L.P.: La periodizzazione dell'allenamento sportivo - S.d.S. - CONI 1978.
  5. Casti A.: Energia metabolica - Edizioni Segno & Forma.
  6. Fortunio G. - Moretti C.: Elementi di endocrinologia applicata allo sport - S.d.S. CONI - I.S.E.F. Statale 1985.
  7. Niquet G.- Bierry L.- Bierry M.: Controindicazioni alla pratica sportiva - Marrapese Editore 1982.
  8. Cosmai C.: L'intervento psicologico e psicoterapico nello sport - Società Stampa Sportiva 1995.
  9. Jequier E. e Tappy L.: Regulation of body weight in humans , 1999;
  10. Reybrouck T., Vinckx J.,Van Den Berghe G., Valderschueren Lodeweyckx M.: Exercise therapy and hypocaloric diet in the treatment of obese children and adolescents , 1990; 
  11. Dietz W.: Physical activity and childhood obesity, 1991;
  12. L. Vismara, P. Bertocco, C. Parisio, G. Baccalaro, A. Montesano. Attività motoria e obesità - Sport&Medicina 2, Marzo-Aprile 2003 - Edi Ermes Editore.
  13. Alimentazione ed esercizio fisico - L. Arsenio, A. Strata 1995 - Guatteri S.p.A. Praticello di Galtatico (R.E.).
  14. Obesità- A.F. Creff, A.D. Herschberg - Masson 1981.
  15. Frelut Marie-Laure,  L'Obesità nel Bambino e nell'Adoloscente, Edizioni Il Punto d'Incontro.
  16. Sartorio A., Silvestri G.;Obesità: per saperne di più. Edizioni Edra, 2002.
  17. Berke EM and Morden NE. Medical management of obesity. American Family Physician 2000.
  18. O.Nuutinen, M.Knip : Predictors of weight reduction in obese children.
    European Journal of Clinical Nutrition (1992).
  19. M.Rosenbaum, R.Leibel : Obesity in childhood. Pediatr. Rew. (1989).
  20. D.Baronciani, G.Bonora, G.Gritti, L.Perletti: Aspettinutrizionali e psico-sociali dell'Obesita' in eta' pediatrica. Riv. Ital.Ped.,1984.
  21. S.Chinn, R.J.Rona, M.C.Gulliford, J.Hammond: Peso e altezza in bambini di eta' compresa fra i 4 e i 12 anni: confronto fra un nuovo indice e l'indice di massa corporea normalizzato. Giornale Europeo di Nutrizione Clinica,1992.
  22. Sedentarietà ed obesità. Bazzano C. - Bellucci M. - Faigenbaum A.D. 2007.
  23. Obesità. Creff, Herschberg. Masson ed. 1981.
  24. Obesità: un problema. Si può risolvere?. Cairella; Jacobelli; .Capelli Editore 1983.

« 1 2 3 4 5 6


Ultima modifica dell'articolo: 25/06/2015