Bruciare più calorie

Se sei una persona attiva, che pratica un regolare esercizio fisico e conosce perfettamente i suoi benefici, probabilmente troverai più interessante la lettura del seguente articolo, che spiega nel dettaglio come bruciare più calorie accelerando il metabolismo.

Se invece stai pensando che è giunto il momento di godere a pieno dei vantaggi offerti dall'attività fisica, ma ti manca la decisione, il supporto o la fiducia per cominciare, le righe che seguono potrebbero rappresentare la molla per iniziare a farlo.

 

Non vi è alcun dubbio che i progressi tecnologici registrati negli ultimi decenni abbiano profondamente cambiato le abitudini degli Italiani e con esse la quota di calorie bruciate nell'arco delle ventiquattro ore.

L'organizzazione mondiale della sanità definisce lo stile di vita come un "insieme di modelli comportamentali strettamente correlati tra loro, che dipendono dalle condizioni sociali ed economiche, dall'educazione, dall'età e da altri fattori". Uno stile di vita attivo è uno dei segreti per bruciare più calorie.

Promuovere comportamenti salutari è molto importante anche per abbattere il rischio di molte malattie, che riconoscono nella sedentarietà uno dei principali fattori causali; è dunque fondamentale insistere con la correzione dello stile di vita anche quando il soggetto non può, non vuole o non riesce ad attuare comportamenti positivi per il proprio benessere.

Affinché tali modifiche siano durature nel tempo, ogni operatore della salute dovrebbe sforzarsi di aiutare a comprenderne i benefici (personali e collettivi), ma anche le conseguenze negative legate all'inattività fisica. Oltre a farci bruciare più calorie contribuendo a regolarizzare il peso corporeo, uno stile di vita attivo permette di ottenere notevoli benefici anche quando l'ago della bilancia non ne vuole proprio sapere di spostarsi verso sinistra. Questi vantaggi si collocano anche in un contesto economico (minori spese sanitarie) e in quello psicologico e sociale (maggiore fiducia nelle proprie capacità). Riguardo a quest'ultimo punto è bene sottolineare che molti soggetti sedentari e sovrappreso rifiutano l'attività fisica perché la interpretano come un'impresa, uno sforzo e un sacrifico immane, per molti versi insormontabile. Se a causa dell'eccesso ponderale, del fumo e della sedentarietà, il cuore sembra scoppiare già dopo una rampa di scale è facile che il soggetto si convinca di "non essere proprio tagliato per lo sport". Nulla di più sbagliato, innanzitutto perché una sana e regolare attività fisica non deve avere alcunché di "prestativo" e in secondo luogo perché un rapido ed apprezzabile miglioramento delle proprie capacità subentra, spontaneamente, già dopo poche settimane. Spesso l'approccio del sedentario con l'attività fisica è a dir poco traumatico, perché inizia con un eccesso di foga ed entusiasmo che puntualmente si infrange contro molteplici scogli (eccessive aspettative che tardano ad arrivare, imbarazzo pubblico ed altri impedimenti di natura fisica e psicologica).

La prima regola è dunque quella di "iniziare lentamente e aumentare gradualmente", adottando uno stile di vita più attivo anche se privo di attività strutturate. Come illustrato nella seguente tabella, è tutto sommato facile inserire un po' di tempo da dedicare all'attività fisica spontanea tra le abitudini consolidate, senza doverle stravolgerle.

 

SEDENTARIO kcal ATTIVO

kcal

30' attesa per pizza da asporto

15

30' per cucinare

25

verdura pronta

0

15' preparazione

10

raccogliere foglie (soffiatore, 30')

100

raccogliere foglie (rastrello, 30')

150

servirsi di un giardiniere

0

30'/sett di giardinaggio

360

autolavaggio

18

lavarsi l'auto

300

lasciare il cane fuori porta

2

accompagnare il cane

125

guidare 40' e camminare 5'

22

camminare 15', 2/giorno

60

e-mailing a colleghi vicini (4')

2

camminare 1' parlare in piedi 3'

6

internet shopping (1 ora)

30

walking shopping (1 ora)

145-240

driving-in (30')

15

parcheggiare e camminare (3/sett/30')

70

pagare alla pompa

0.6

camminare per pagare

5

ascoltare seduti una lezione (60')

30

fare una lezione (60')

70

Ascensore (3°p.)

0.3

Fare le scale (3°p.)

15

Prendere ascensore 3 volte

2

1 rampa di scale 3/sett

15

Parcheggiare più vicino possibile

0.3

Parcheggiare per camminare 2' (5/sett)

8

TOTALE 237,2 TOTALE 1409

* kcal stimate per una persona di 75-80 kg


Il passo successivo per bruciare più calorie è quello di attuare interventi maggiormente strutturati, come sempre finalizzati ad uno stile di vita fisicamente attivo. A questo livello il supporto di un buon istruttore o meglio ancora di un personal trainer è molto importante, purché possieda un bagaglio di esperienze e conoscenze adeguato.

La scelta del tipo e del programma di attività fisica dovrà essere disegnato in base alle reali possibilità e alle preferenze del soggetto; dovrà quindi essere gradita (deve piacere) e ben lontana dall'essere percepita come un sacrificio.

Dopo aver proposto vari modelli ed aver scelto di comune accordo quello più adatto al proprio cliente, occorre stabilire un programma di allenamento che consenta, entro termini prefissati, il raggiungimento di un obiettivo REALISTICO (guai a promettere miracoli solo per strappare al cliente un mese di abbonamento in più...).

Infine, è opportuno proporre varie attività, intercambiabili tra loro, per minimizzare l'aspetto noioso e ripetitivo ed esaltare quello ludico e gratificante. A qualsiasi livello del percorso si operi, occorre sempre considerare che l'adesione a lungo termine è positivamente influenzata dalla possibilità di praticarla in compagnia.

Partendo dal presupposto che l'esercizio migliore è quello che sarà possibile eseguire regolarmente, se si vuole bruciare una quota significativa di calorie ed ottenere allo stesso tempo importanti benefici per la propria salute, è buona regola rispettare le seguenti linee guida:

FREQUENZA: 3-5 sedute di "allenamento alla salute" settimanali

DURATA: compresa tra i 30 ed i 60 minuti a sessione.

INTENSITÀ: da moderata a vigorosa

TIPO DI ATTIVITÀ: scelta in funzione delle caratteristiche individuali (peso, età, sesso ecc.) e che ricada prevalentemente nell'ambito delle discipline aerobiche (podismo, ciclismo, ginnastica, aerobica o a corpo libero, danza o nuoto).

INCORAGGIARE L'ATTIVITÀ FISICA SPONTANEA: spostamenti a piedi, scale ecc.

Ovviamente la marcia di avvicinamento a questi obiettivi dovrà essere graduale e soprattutto avvenire nella piena CONSAPEVOLEZZA che si sta facendo qualcosa di buono per se stessi. Si potrà, per esempio, iniziare semplicemente con 30/40 minuti di cammino nel parco, tre volte alla settimana per un mese. I benefici non tarderanno ad arrivare, sia nell'immediato (grazie al rilascio degli "ormoni della felicità") che nel lungo periodo.

Incoraggiare  ad un atteggiamento premiante rispetto all'impegno profuso significa anche rendere il cliente consapevole delle calorie bruciate durante l'attività fisica e del significato e delle ripercussioni che queste avranno sulla sua salute. Per scoprire quali sono le attività sportive che permettono di bruciare più calorie abbiamo preparato un modulo di calcolo automatico che potete trovare del seguente articolo: calcolatore consumo calorico.



Ultima modifica dell'articolo: 09/02/2016