Dieta Scarsdale

Generalità

Cos'è la Dieta Scarsdale?

Scarsdale è il nome di una dieta nata negli Stati Uniti alcuni decenni orsono e tuttora in auge, grazie ai numerosi sostenitori e ai rilanci dei media che periodicamente la ripropongono come esempio di "dieta miracolosa".
dieta proteica scarsdaleSviluppata alla fine degli anni settanta dal Dottor Herman Tarnower, la dieta Scarsdale arriva a promettere una perdita di peso quantificabile in 450 grammi al giorno (1 libbra/die).

Come funziona?

Alla base di questi straordinari risultati troviamo un regime dietetico che enfatizza fortemente la restrizione dei carboidrati, senza preoccuparsi eccessivamente del contenuto calorico totale dei pasti.

La dieta Scarsdale prevede anche una riduzione dei grassi, meno evidente rispetto a quella dei glucidi, ma comunque importantissima.
Siamo quindi di fronte a un tipico esempio di dieta low-carb (a basso contenuto di glucidi) con effetto chetogenico (produzione di corpi chetonici ad effetto tossico, disidratante e anoressizzante).
La dieta Scarsdale è molto simile alla dieta Atkins (alto contenuto proteico, basso contenuto di grassi e carboidrati) con la differenza che la Scarsdale prevede anche il consumo significativo di frutta e verdura.

Effetto yo-yo: la dieta Scardale è consigliabile?

Sempre in base a quanto sostengono i difensori del metodo Scarsdale, tale regime alimentare favorirebbe anche il mantenimento del peso raggiunto, evitando il pericoloso effetto yo-yo.
In realtà è vero il contrario dato che, come vedremo, un regime calorico così restrittivo è destinato a essere abbandonato dopo un breve periodo.

Principi Base

Principi fondamentali della dieta Scarsdale

La Scarsdale è la classica dieta dell'ultimo minuto; gli autori consigliano infatti di seguirla per 7-14 giorni, rispettando uno schema dietetico ben preciso.
Di seguito riassumeremo i principi generali del sistema dividendo i comportamenti e le scelte consigliati da quelli non adeguati


Cosa Fare Cosa NON Fare

Durata 7-14 giorni

Seguire la dieta per meno di una settimana o per più di due settimane

Attenersi scrupolosamente allo schema dietetico

Alternare pasti o giorni di dieta a momenti di sgarro

Consumare 3 pasti principali al giorno: colazione, pranzo e cena

Consumare solo due pasti principali su tre o inserire degli spuntini intermedi

Assumere esclusivamente cibi sani e “puliti”

Prediligere i “cibi spazzatura”

Ridurre i carboidrati totali della dieta, sia semplici che complessi

Mantenere una ripartizione nutrizionale che privilegia i carboidrati

Ridurre i grassi totali della dieta

Consumare cibi grassi e condire le varie ricette

Prediligere alimenti magri

Non condire, né con olio, né con burro

Consumare cibi grassi

Condire i piatti con olio o burro

Privilegiare i cibi altamente proteici a discapito degli altri

Penalizzare la frazione dei cibi proteici

Stimare le porzioni “a occhio”, senza usare la bilancia

Pesare le porzioni dei cibi

Ridurre le calorie della dieta

Mantenere invariato l’apporto delle calorie totali con la dieta

Aumentare il consumo di liquidi

Mantenere invariato o diminuire il consumo di liquidi

Bere molta acqua

Favorire il consumo di bevande erboristiche

Eliminare le bevande dolci gassate

Bere poca acqua

Non includere le bevande erboristiche nella dieta

Bere molte bevande dolci gassate

Abolire gli alcolici

Bere alcolici

Non praticare attività motoria, soprattutto intensa e prolungata

Iniziare o continuare l’attività fisica sportiva

 

Cosa Mangiare

Struttura della dieta Scarsdale

La giornata inizia con una colazione a base di caffè o tè e agrumi.
Pranzo e cena devono invece essere ricchi di alimenti proteici, poveri di carboidrati e privi di condimenti.
La dieta Scarsdale raccomanda di aumentare il consumo di liquidi, in modo da favorire l'eliminazione delle scorie azotate prodotte dalla metabolizzazione delle proteine.
Tra un pasto e l'altro la dieta Scarsdale bandisce alcolici e spuntini, incentivando l'utilizzo di preparazioni erboristiche in grado di tenere sotto controllo lo stimolo della fame.

Dieta Senza Bilancia

Nonostante la dieta Scarsdale non imponga di pesare gli alimenti, facendo così perdere importanza alla “quantità” dei cibi, è comunque attenta al rispetto del vincolo della restrizione calorica.
Gli alimenti che propone (carne, uova, pesce) sono infatti particolarmente sazianti e, per la maggior parte delle persone, diventa difficile consumarne in grandi quantità.


Nella tabella sottostante è visibile il dettaglio energetico di alcuni cibi tipici della dieta Scarsdale.


APPORTO CALORICO DI ALCUNI ALIMENTI TIPICI DELLA DIETA SCARSDALE APPORTO CALORICO DI ALCUNI ALIMENTI PROIBITI DALLA DIETA SCARSDALE

I CIBI CONFRONTATI APPARTENGONO ALLO STESSO GRUPPO FONDAMENALE DEGLI ALIMENTI

ALIMENTO

Calorie x 100 g

ALIMENTO

Calorie x 100 g

Petto di pollo

100 kcal

Punta di petto

171 kcal

Hamburger di manzo magro

120 kcal

Hamburger bovino

150 kcal

Bresaola

151 kcal

Pancetta arrotolata

315 kcal

Maiale, tagli magri

110  kcal

Wurstel

270 kcal

Filetto bovino

127 kcal

Salsiccia

304 kcal

Trancio di tonno in salamoia

103 kcal

Pesce fritto

265 + 135 kcal

Sgombro in salamoia

177 kcal

Tonno sottolio

258 kcal

Pesce Spada

85 kcal

Anguilla

237 kcal

Pomodori

19 kcal

Verdure pastellate + frittura

231 + 135 kcal

Insalata

16-19 kcal

Olive nere

150 kcal

Pompelmo

26 kcal

Avocado

231 kcal

Esercizio Fisico

Scarsdale: dieta senza attività motoria

La strategia dimagrante del Dottor Herman NON prevede l'accoppiata vincente "dieta e regolare esercizio fisico".
Il soggetto viene comunque lasciato libero di praticare attività moderate, come una passeggiata di trenta minuti a ritmo spedito.
A causa della restrizione calorica, la pratica sportiva potrebbe comunque risultare molto più impegnativa del solito.
Qualora si decidesse di svolgere comunque un po' di moto, consigliamo di portare con sé qualche bustina di zucchero in modo da affrontare rapidamente l'eventuale comparsa di ipoglicemia (assumere lo zucchero quando compaiono sintomi come annebbiamento della vista, debolezza, fame intensa, vertigini e senso di malessere generale).

Esempio dieta Scarsdale

  • Apporto Calorico Indicativo della dieta Scarsdale proposta: 800-1.000 Kcal al giorno
  • Ripartizione dei macronutrienti: proteine (43%), carboidrati (34,5%), grassi (22,5%).

Dieta Giorno 1

Dieta Giorno 2

  • COLAZIONE: caffè o tè con dolcificante artificiale e 1/2 pompelmo
  • PRANZO: carne magra o pesce a volontà; salata, the o caffè
  • CENA: hamburger (senza pane) e tutta la verdura cotta che desideri

Dieta Giorno 3

  • COLAZIONE: caffè o tè con dolcificante artificiale e 1/2 pompelmo
  • PRANZO: insalata di tonno + pompelmo o melone
  • CENA: maiale magro + insalata mista + caffè

Dieta Giorno 4

  • COLAZIONE: caffè o tè con dolcificante artificiale e 1/2 pompelmo
  • PRANZO: frittata di 2 uova con formaggio (magro o semigrasso) + 75 grammi di zucca + 1 toast + caffè
  • CENA: pollo (senza pelle) + spinaci con pepe verde e caffè

Dieta Giorno 5

  • COLAZIONE: caffè o tè con dolcificante artificiale e 1/2 pompelmo
  • PRANZO: formaggino o fiocchi di latte + toast e spinaci
  • CENA: pesce al forno, verdure cotte o insalata verde più 1 toast

Dieta Giorno 6

  • COLAZIONE: caffè o tè con dolcificante artificiale e 1/2 pompelmo
  • PRANZO: frutta secca a volontà più un caffè
  • CENA:pollo al forno senza pelle + pomodoro e insalata verde + pompelmo o melone + caffè

Dieta Giorno 7

  • COLAZIONE: caffè o tè con dolcificante artificiale e 1/2 pompelmo
  • PRANZO: pollo, insalata di pomodori, melone o pompelmo
  • CENA:carne di bovino magra + insalata mista + caffè
Note:

Per approfondire: Esempio Dieta Scarsdale »


Ripercussioni sulla Salute

Effetto dimagrante della dieta Scarsdale

Anche il più scettico dei nutrizionisti converrà sull'efficacia "dimagrante" della dieta Scarsdale.
Come tutte le diete chetogeniche o basate sul parziale digiuno, anche la Scarsdale promuove una rapida perdita di peso.
L'impressionante calo ponderale registrato nei primi giorni è tuttavia legato principalmente all'impoverimento delle riserve glucidiche, alla riduzione delle masse muscolari e alla conseguente disidratazione dell'organismo.

Effetti indesiderati della dieta Scarsdale

Inizialmente, le persone che seguono la dieta Scarsdale possono perdere molto peso (fino a 3-4 kg in 7 giorni), ma tale dimagrimento non è facilmente sostenibile o conservabile.
Il rischio di riguadagnare in fretta i chili persi con la dieta Scarsdale è dunque alto; ciò è dovuto sia al ripristino delle scorte di glicogeno e alla reidratazione, sia alla mancanza di educazione alimentare.
I più scettici dipingono la dieta Scarsdale come un regime alimentare nocivo per la salute a causa di:

  • Elevato apporto proteico
  • Carenze di glucidi, che anche se non essenziali sono comunque necessari al corretto funzionamento dell’organismo (soprattutto del cervello)
  • Eccessiva restrizione calorica globale
  • Carenza di nutrienti essenziali (vitamine, grassi essenziali, minerali ecc).

Inoltre, è possibile che la prevalenza di grassi saturi (a discapito degli insaturi) e la considerevole quantità di colesterolo della dieta possano aumentare il rischio di malattie cardiovascolari, soprattutto nei soggetti predisposti.
In effetti, nonostante proponga qualche spunto interessante, la dieta Scarsdale presenta molti punti deboli e dev'essere pertanto sostituita con una dieta più equilibrata e corretta (vedi: consigli alimentari).




Ultima modifica dell'articolo: 28/03/2017