Curarsi con l'Uva Ursina

Nome Botanico: Arctostaphylos uva-ursi (L.) Spreng

Parte utilizzata: foglie


Proprietà terapeutiche: antisettiche (disinfettanti) a livello urinario


Impiego terapeutico:

Esempi di specialità fitoterapiche contenenti estratti di uva ursina : Litostop ®


NOTE: quando l'uva ursina viene assunta a scopo curativo è indispensabile ricorrere a forme farmaceutiche definite e standardizzate in principi attivi (arbutoside o arbutina, min. 6% secondo la Farmacopea Ufficiale), le uniche che consentono di sapere quante molecole attive si stanno somministrando al paziente. Preparazioni erboristiche tradizionali come infusi, succhi e decotti, non permettono di stabilire con esattezza la quantità di principi attivi somministrata al paziente, il che aumenta il rischio di insuccesso terapeutico e/o di effetti collaterali da sovradosaggio (a dosi superiori al grammo l'idrochinone derivato dall'arbutina può provocare disturbi di tipo tossico).

Uva Ursina: indicazioni erboristiche tradizionali

Trattamento dei sintomi precoci delle infezioni urinarie di lieve entità, come la sensazione di bruciore e fastidio durante la minzione

Posologia indicativa nell'adulto e nell'adolescente (per via orale)

  1. Se l'uva ursina viene utilizzata sottoforma di tisana preparata a partire dalla droga essiccata e sminuzzata:
    • versare 150 ml di acqua bollente su un grammo di droga, lasciare macerare per 15 minuti, filtrare ed assumere 3-4 volte al giorno
    • in alternativa, versare 150 ml di acqua fredda su 1.5-4 grammi di droga e lasciare macerare a freddo per almeno 30 minuti, mescolando frequentemente; filtrare ed assumere i 3-4 volte al giorno;
  2. Se l'uva ursina viene utilizzata sottoforma di droga essiccata e polverizzata, oppure sottoforma di estratto secco:
    • in base alla titolazione, assumere una quantità di droga equivalente a 100-210 mg di derivati idrochinonici calcolati come arbutina; assumere fino ad un massimo di 3-4 volte al giorno; in caso di polvere non titolata assumere da 5 a 10 grammi al giorno suddivisi in 3-4 assunzioni

Note di Galenica: secondo alcuni autori, la macerazione a freddo è preferibile ad infusi e decotti, poiché la minor estrazione di tannini rende il preparato più tollerabile a livello gastrico. Il decotto è più attivo dell'infuso, in quanto più ricco di principi attivi caratterizzanti, ma risulta anche più amaro e può dare maggiori problemi a livello gastrico. L'alcalinizzazione delle urine con potassio citrato o con sodio citrato potrebbe, secondo alcuni autori (ma non tutti) potenziare l'attività terapeutica dell'uva ursina, mentre sostanze acidificanti compresa la vitamina C potrebbero ridurne l'effetto disinfettante.

NOTE: Gli estratti di Uva ursina NON sono indicati per bambini ed adolescenti al di sotto dei 18 anni. A scopo precauzionale, non assumere in gravidanza ed allattamento.

Non prolungare la terapia oltre la settimana. Se i sintomi persistono per più di due giorni o peggiorano durante l'uso del prodotto fitoterapico, ad esempio per l'insorgenza di febbre, dolore severo alla minzione, spasmi o sangue nelle urine, consultare il medico.

L'automedicazione con uva ursina è controindicata in presenza di ipersensibilità alle sostanze attive dell'estratto, disturbi gastrici o in presenza di malattie renali.

L'utilizzo dell'uva ursina può conferire alle urine un colorito marrone-verdastro, che imbrunisce con l'esposizione all'aria

Sono stati riportati casi di disturbi a carico del tratto gastrointestinale (nausea, vomito e dolore gastrico), dopo l'assunzione di uva ursina. Se questi effetti collaterali si manifestano in modo grave, o se insorgono altri effetti collaterali, consultare il medico o il farmacista. Leggere il foglietto illustrativo e seguire le indicazioni per il corretto uso del prodotto.

Esempi di preparazioni erboristiche contenenti Uva Ursina

Litostop

Indicazioni: Azione benefica sulle fisiologiche funzioni dell'apparato urinario.

L'alcalinizzazione delle urine aiuta a prevenire la formazione di alcuni tipi di calcoli renali.
Caratteristiche: A base di citrato di potassio e magnesio con l'aggiunta di estratti vegetali utilizzati tradizionalmente, come coadiuvanti delle fisiologiche funzioni dell'apparato urinario.
Componenti: Potassio citrato; magnesio citrato; fruttosio; maltodestrine; uva ursina estratto secco; gramigna estratto secco; cramberry estratto secco; fillanto estratto secco; aroma.
Formato: Confezione da 20 buste.

Tisana contro la cistite

Uva ursina, foglie 70%
Mirtillo, foglie 20%
Cumino, frutti 10%

Preparare la tisana lasciando in infusione per circa 10 minuti, a fiamma spenta, 5 grammi di miscela ogni 100 ml di acqua bollente. Assumere una tazza tre volte al giorno

Tisana per cistiti e come coadiuvante nella emissione di renella

Uva ursina, foglie 35%
Ononide spinosa, foglie 25%
Tarassaco, foglie 25%
Menta, frutti 15%

Preparare la tisana lasciando in decozione in acqua bollente per circa 10 minuti, a fiamma accesa, 4 grammi di miscela ogni 100 ml di acqua. Assumere una tazza tre volte al giorno


Ultima modifica dell'articolo: 01/10/2016