Curarsi con il Salice

Nome Botanico: Salix [specie varie, come Salix purpurea L., Salix daphnoides Vill., Salix fragilis L.]

Parte utilizzata: corteccia di Salice, intera o frammentata, prelevata da alberi di 2-3 anni

Nome comune: Salice bianco

 

Proprietà terapeutiche: antireumatiche, analgesiche; antispasmodiche; antipiretiche (antifebbrili)

 

Impiego terapeutico:

Esempi di preparati commerciali contenenti estratti di Salice bianco: Donalg ®, Passiflorine ®, ParavirFlu ®

 

NOTE: quando la corteccia di salice viene assunta a scopo curativo è indispensabile ricorrere a forme farmaceutiche definite e standardizzate in principi attivi (in salicina), le uniche che consentono di sapere quante molecole attive si stanno somministrando al paziente. Preparazioni erboristiche tradizionali come infusi, succhi e decotti, non permettono di stabilire con esattezza la quantità di principi attivi somministrata al paziente, il che aumenta il rischio di insuccesso terapeutico.

Salice: indicazioni mediche ben stabilite

Trattamento sintomatico a breve termine del mal di schiena (lombalgia)

Posologia indicativa nell'adulto e nell'anziano (per via orale):

  1. Se la corteccia di salice viene assunta sottoforma di estratto secco (rapporto di estrazione 8-14:1; solvente etanolo 70% V/V) standardizzato in salicina:
    • assumere una singola dose equivalente a 120 mg di salicina (o salicoside), due volte al giorno. La dose totale giornaliera (240 mg di salicina) equivale a 115 mg/die di acido saliclico.

NOTE: Gli estratti di Salice NON sono indicati per bambini ed adolescenti al di sotto dei 18 anni, per i quali l'uso del prodotto deve avvenire solo su specifico suggerimento medico e soltanto qualora altre terapie non abbiano avuto successo. A scopo precauzionale, non assumere in gravidanza ed allattamento.

La durata del trattamento con corteccia di salice bianco può estendersi sino ad un massimo di quattro settimane.

Se il dolore o i sintomi persistono durante l'uso del prodotto medicinale, consultare il medico od un farmacista.

Controindicato in caso di ipersensibilità nei confronti di una o più sostanze farmacologicamente attive contenute nell'estratto. Controindicato in caso di ipersensibilità (allergia) ai salicilati o ad altri FANS, segnalata da passati episodi di angioedema, spasmo bronchiale od orticaria cronica in risposta all'assunzione di salicilati (Aspirina) o altri FANS (ibuprofene e naproxene...).

Controindicato in caso di asma bronchiale.

Controindicato in presenza di ulcera peptica.

Assumere solo sotto supervisione medica in caso di malattie epatiche o renali, disturbi della coagulazione, ulcera gastrica o duodenale, deficit di glucosio 6-fosfato deidrogenasi.

L'utilizzo di estratti di corteccia di salice bianco in associazione ad aspirina o ad altri FANS non è consigliabile, e deve avvenire soltanto su espresso consiglio medico.

Cautela in caso di assunzione contemporanea a farmaci anticoagulanti, quali derivati cumarinici (coumadin, sintrom), anche se la salicina non inibisce l'aggregazione piastrinica, per cui il salice è più sicuro dell'aspirina per quanto concerne possibili interferenze con la coagulazione.

Tra gli effetti collaterali sono stati segnalati episodi di:

Se questi effetti indesiderati si manifestano in modo grave, o se insorgono altri effetti collaterali, consultare il medico o il farmacista.

Per ulteriori informazioni sul corretto uso di uno specifico prodotto a base di salice, e per l'elenco completo degli effetti indesiderati, si rimanda al foglio illustrativo che accompagna il prodotto. Queste informazioni devono essere sempre lette attentamente prima di iniziare il trattamento.

Salice: indicazioni erboristiche tradizionali

Dare sollievo ai sintomi associati al raffreddore comune, inclusa la febbre - Dare sollievo ai sintomi associati a dolori articolari di minore entità - Risolvere il mal di testa

Posologia indicativa nell'adulto e nell'anziano (per via orale):

  1. Se la corteccia di salice viene assunta sottoforma di corteccia essiccata taglio tisana:
    • infondere da uno a tre grammi di droga in una tazza di acqua, ed assumere da tre a quattro volte al giorno
  2. Se la corteccia di salice viene assunta sottoforma di estratti secchi acquosi (rapporto di estrazione 16-20:1 - 16-21:1 - 8-16:1; solvente di estrazione: acqua)
    • assumere 600 mg due volte al giorno
  3. Se la corteccia di salice viene assunta sottoforma di estratti liquidi (rapporto droga / solvente 1:1 in etanolo 25% V/V)
    • assumere da uno a tre ml, tre volte al giorno
  4. Se il salice viene assunto sottoforma di polvere di corteccia essiccata e polverizzata
    • assumere 400 mg di polvere tre volte al giorno

NOTE: La dose singola e la dose totale giornaliera non devono eccedere, rispettivamente, i 120 ed i 240 mg di salicina.

Durata del trattamento:

  • dare sollievo ai sintomi associati al raffreddore comune, inclusa la febbre: non superare i tre giorni di trattamento. Se la febbre supera i 39°C consultare il medico.
  • Dare sollievo ai sintomi associati a dolori articolari di minore entità: non superare le quattro settimane di trattamento. Non usare in caso di artrite acuta (gonfiori ed arrossamenti delle articolazioni accompagnati da febbre)
  • Risolvere il mal di testa: assumere al bisogno

Se i sintomi peggiorano durante il trattamento o non si risolvono entro i termini indicati, consultare il medico.

Per tutte le controindicazioni, gli effetti collaterali e le interazioni con altri medicinali, fare riferimento a quanto riportato nella tabella precedente "Salice: indicazioni mediche ben stabilite"

Esempi di preparazioni erboristiche contenenti Salice

Tisana antireumatica (Laboratori Lehning)

Salice, corteccia 25%
Ortica, Foglie 25%
Olivo, Foglie 25%
Betulla, Foglie 25%

 

Lasciare in infusione per 10 minuti un cucchiaio da caffè della miscela in una tazza di acqua bollente (a fiamma spenta). Bere dopo i due pasti principali.

ParavirFlu ®

Per dose (quattro compresse)

Salix alba L. corteccia e.s. titolato al 15% in salicina 800 mg
Boswellia serrata R. resina e.s. titolato al 65% in ac. boswellici 250 mg
Frazione dimerico-flavonica Ginkgo biloba L. Fitosoma 100 mg
N-Acetilcisteina (NAC) 600 mg
Vitamina B1 2,1 mg
Vitamina B2 2,4 mg
Vitamina B6 3 mg
Vitamina B12 0,002 mg
Vitamina PP 27 mg
Acido Folico 0,3 mg
Acido Pantotenico 9 mg
Vitamina C 180 mg
Rame 1,8 mg
Selenio 0,055 mg
Zinco 22,5 mg

 

Indicazioni: Infezioni virali respiratorie acute quali raffreddore, sindrome influenzale, Mal di gola, Tosse

Modo d'uso: Si consiglia di utilizzare 2 compresse la sera prima di coricarsi, 2 compresse al mattino al risveglio per 3 giorni di trattamento


Ultima modifica dell'articolo: 17/06/2016