Curarsi con la Menta

Nome Botanico: Mentha x piperita L.

Parte utilizzata: foglie ed olio essenziale da esse ricavato


Proprietà terapeutiche: spasmolitiche (soprattutto a livello della muscolatura liscia del digerente, ma anche delle vie aeree), carminative e coleretiche; decongestionanti e balsamiche (fluidifica le secrezioni dell'apparato respiratorio); rinfrescanti, analgesiche, antipruriginose ed antisettiche (per uso esterno)


Impiego terapeutico:

Esempi di specialità mediche contenenti estratti di menta: Irricol ®


NOTE: quando la menta viene assunta a scopo curativo è indispensabile ricorrere a forme farmaceutiche definite e standardizzate in principi attivi (mentolo e mentone per l'olio essenziale), le uniche che consentono di sapere quante molecole farmacologicamente attive si stanno somministrando al paziente. Preparazioni erboristiche tradizionali come infusi, succhi e decotti, non permettono di stabilire con esattezza la quantità di principi attivi somministrata al paziente, il che aumenta il rischio di insuccesso terapeutico.

Menta: indicazioni mediche ben documentate

Dare sollievo ai sintomi spastici del tratto gastrointestinale, accompagnati da flatulenza, dolori e crampi addominali, specialmente in pazienti affetti da sindrome del colon irritabile

Posologia indicativa nei bambini, negli adolescenti, negli adulti e negli anziani (per via orale)

  1. Se l'olio di menta viene assunto sottoforma di compresse gastroresistenti:
    • assumere 0.2-0.4 ml di olio essenziale racchiuso in capsule gastroresistenti, fino a tre volte al giorno. In caso di somministrazione a bambini di età compresa tra 8 e 12 anni, la dose consigliata scende a 0.2 ml di olio essenziale, da assumere fino a tre volte al giorno.

NOTE: le capsule vanno assunte prima dei pasti e deglutite intere, senza spezzarle o masticarle (evento che comporterebbe un prematuro rilascio dell'olio essenziale di menta, con possibile irritazione locale del cavo orale e dell'esofago). Il trattamento andrebbe prolungato fino al risolversi dei sintomi, generalmente entro una o due settimane. A volte, quando i sintomi sono più persistenti, l'assunzione di capsule gastro-resistenti può essere continuata per non più di 3 mesi.

A scopo precauzionale, non assumere in gravidanza ed allattamento. L'utilizzo del preparato in bambini di età inferiore agli otto anni è controindicato.

Ulteriori controindicazioni all'impiego dell'olio di menta per via orale, riguardano l'ipersensibilità al prodotto o al mentolo, la presenza di malattie epatiche, colangite, acloridria, colelitiasi od altri disturbi delle vie biliari. I pazienti affetti da bruciore di stomaco e reflusso gastroesofageo possono sperimentare un aggravarsi del disturbo dopo l'assunzione dell'olio di menta; in tal caso il trattamento fitoterapico dev'essere sospeso.

L'assunzione delle capsule gastroresistenti insieme a cibo o ad antiacidi, inibitori della pompa protonica ed H2 antagonisti, può causare la dissoluzione prematura del rivestimento della capsula, e andrebbe pertanto evitata.

Per quanto riguarda i possibili effetti indesiderati, sono stati riportati casi di

Se questi effetti indesiderati si manifestano in modo grave, o se insorgono altri effetti collaterali, consultare il medico o il farmacista.

Per ulteriori informazioni sul corretto uso di uno specifico prodotto a base di menta, e per l'elenco completo degli effetti indesiderati, si rimanda al foglio illustrativo che accompagna il prodotto. Queste informazioni devono essere sempre lette attentamente prima di iniziare il trattamento.

Dare sollievo alla cefalea di tipo tensivo di lieve entità (la forma più frequente (90%) tra le cefalee)

Posologia indicativa negli adulti e negli anziani (applicazione topica)

  1. Se l'olio di menta viene assunto sottoforma di preparazioni liquide (opportunamente diluite) o semisolide (10% in etanolo):
    • La soluzione dev'essere strofinata sulla pelle della fronte e delle tempie, ogni 15 minuti, fino a tre volte al giorno

NOTE: se i sintomi persistono o si aggravano dopo due settimane di trattamento, consultare il medico o il farmacista. A scopo precauzionale, non assumere in gravidanza ed allattamento. Questa applicazione clinica dell'olio di menta non è raccomandata per bambini ed adolescenti di età inferiore ai 18 anni.

Il contatto delle mani con gli occhi dopo aver applicato il prodotto sulla cute può causare irritazione oculare.

Per quanto riguarda i possibili effetti indesiderati, sono stati riportati casi di

  • reazioni di ipersensibilità caratterizzate da dermatite da contatto, irritazione oculare, e rash cutaneo; nella maggior parte dei casi, tali reazioni sono risultate di lieve entità e transitorie

Menta: indicazioni erboristiche tradizionali

Prodotti erboristici tradizionali per dare sollievo ai sintomi spastici del tratto gastrointestinale, accompagnati da flatulenza, dolori e crampi addominali, specialmente in pazienti affetti dalla sindrome del colon irritabile

Posologia indicativa nei bambini, negli adolescenti, negli adulti e negli anziani (per via orale)

  1. Se la menta viene assunta sottoforma di infuso preparato ponendo 4.5 - 9 grammi di foglie essiccate, ridotte in taglio tisana, in infusione per qualche minuto in 500 ml di acqua bollente, a fiamma spenta
    • dividere in tre dosi, da assumere nel corso della giornata; in caso di somministrazione ad adolescenti di età compresa tra 12 e 16 anni ridurre la quantità di droga per infuso a 3-6 grammi; ridurla ulteriormente a 3-5 grammi in caso di somministrazione a bambini di età compresa tra quattro e dodici anni.

NOTE: se i sintomi persistono per più di due settimane, o si aggravano durante l'utilizzo del prodotto, consultare il medico. A scopo precauzionale, non assumere in gravidanza ed allattamento. Non somministrare a bambini di età inferiore a 4 anni.

Ulteriori controindicazioni all'impiego dell'olio di menta per via orale, riguardano l'ipersensibilità al prodotto o al mentolo, la presenza di malattie epatiche, colangite, acloridria, colelitiasi ed altri disturbi delle vie biliari. I pazienti affetti da bruciore di stomaco e reflusso gastroesofageo possono sperimentare un aggravarsi del disturbo dopo l'assunzione dell'olio di menta; in tal caso il trattamento fitoterapico dev'essere sospeso.

Esempi di preparazioni mediche ed erboristiche contenenti Menta

Irricol ®

Una capsula contiene:

INDICAZIONI: Dolore e gonfiore intestinale, Sindrome dell'intestino irritabile.
Coadiuvante nelle terapie delle malattie croniche infiammatorie Intestinali quali Colite ulcerosa, Malattia di Crohn.

Posologia: 1 capsula 2 volte al dì per i primi 10 giorni, 1 capsula al dì per 20 giorni, 1 capsula al dì come mantenimento e prevenzione

Tisana digestiva carminativa (dott. Zambotti)

Menta, foglie 30 g
Rosmarino, foglie 30 g
Cardamomo, frutti 40 g

Preparare un infuso al 4% (lasciare in infusione, a fiamma spenta in acqua bollente, per qualche minuto 4 grammi di miscela per 100 ml di acqua). Assumere una tazza tre volte al giorno dopo i pasti.

Tisana per suffumigi per emicrania da raffreddore (Dr. Goris-Liot)

Eucalipto, foglie 50 g
Menta, foglie 25 g
Eufrasia, parti aeree 25 g

Preparare un infuso al 4% (4 grammi di miscela per 100 ml di acqua). Coprirsi il capo con un panno, per impedire al vapore di disperdersi, e respirare a bocca aperta i fumi che salgono dal recipiente. Ogni due minuti circa si consiglia di riemergere e respirare normalmente l'aria ambientale, per poi ripetere l'intera operazione altre due o tre vote. Effettuare 4-5 suffumigi al giorno.


Ultima modifica dell'articolo: 01/10/2016