Curarsi con la Liquirizia

Nome Botanico: Glycyrrhiza glabra L. e/o Glycyrrhiza inflata Bat. e/o Glycyrrhiza uralensis Fisch

Parte utilizzata: radice di liquirizia

 

Proprietà terapeutiche: secretolitica ed espettorante; emolliente, antiflogistica e spasmolitica; antisettica e cicatrizzante

 

Impiego terapeutico:

Esempi di specialità mediche contenenti estratti di Liquirizia: Chimodil ®

 

NOTE: quando la liquirizia viene assunta a scopo curativo è indispensabile ricorrere a forme farmaceutiche definite e standardizzate in principi attivi (in glicirizzina), le uniche che consentono di sapere quante molecole farmacologicamente attive si stanno somministrando al paziente. Preparazioni erboristiche tradizionali come infusi, succhi e decotti, non permettono di stabilire con esattezza le quantità di principi attivi somministrate al paziente, il che aumenta il rischio di insuccesso terapeutico.

Liquirizia: indicazioni erboristiche tradizionali

Dare sollievo ai sintomi riconducibili ad una cattiva digestione (dispepsia): bruciore, iperacidità, rigurgito acido

Posologia indicativa nell'adulto e nell'anziano:

  1. Se la liquirizia viene assunta sottoforma di capsule contenenti radice di liquirizia polverizzata o estratti secchi standardizzati in glicirizzina
    • assumere 2-6 grammi di radice essiccata (o una dose equivalente a 70-150 mg di glicirizzina) 3 volte al giorno prima dei pasti principali.
  2. Se la liquirizia viene utilizzata sottoforma di droga (liquirizia, radice o stoloni non decorticati) essiccata e sminuzzata taglio tisana:
    • dopo i pasti (2-4 volte al giorno), assumere 150 ml di infuso preparato lasciando macerare per 15 minuti, a fuoco spento, 1.5-2 grammi di droga in 150 ml di acqua portata ad ebollizione
    • dopo i pasti (2-4 volte al giorno), assumere 150 ml di decotto preparato portando ad ebollizione per qualche minuto 1.5-2 grammi di droga in 150 ml di acqua a temperatura ambiente

NOTE: Non superare la dose di 500 mg al giorno di glicirrizina. Gli estratti di radice di liquirizia NON sono indicati per bambini ed adolescenti al di sotto dei 18 anni. Se nel periodo d'uso del prodotto i sintomi persistono per più di due settimane o tendono a peggiorare, consultare il medico.  Non assumere per più di quattro settimane. A scopo precauzionale, non assumere in gravidanza ed allattamento. Sono stati riportati casi di ipokaliemia, ipertensione, aritmie ed encefalopatia ipertensiva dopo l'assunzione di estratti di radice di liquirizia. Se questi effetti indesiderati si manifestano in modo grave, o se insorgono altri effetti collaterali, consultare il medico o il farmacista. Non assumere durante il trattamento con altri prodotti contenenti liquirizia; il rischio di sovradosaggio si concretizza nella comparsa di ipokaliemia, ipertensione ed alterazioni del ritmo cardiaco. Cautela in presenza di ipertensione, insufficienza renale, malattie epatiche o cardiovascolari, ipokaliemia. La radice di liquirizia potrebbe ridurre l'efficacia ipotensiva dei farmaci utilizzati per la cura della pressione alta. Se ne sconsiglia l'uso anche in associazione a diuretici tiazidici, glicosidi cardiaci (digitalici), corticosteroidi, lassativi stimolanti, antiaritmici (chinidina, idrochinidina, ajmalina) ed altri farmaci che possono creare squilibri idroelettrolitici. Leggere il foglietto illustrativo e seguire le indicazioni per il corretto uso del prodotto.

Favorire l'espettorazione del muco in eccesso in presenza di tosse grassa associata a raffreddore

Posologia indicativa nell'adulto e nell'anziano:

  1. Se la liquirizia viene assunta sottoforma di capsule contenenti radice di liquirizia polverizzata,
    • assumere 2-5 grammi di droga (equivalenti a 200 mg di glicirizzina) 2 volte al giorno.
  2. Se la liquirizia viene utilizzata sottoforma di droga (liquirizia, radice) essiccata e sminuzzata taglio tisana:
    • assumere due volte al giorno 150 ml di infuso preparato lasciando macerare per 15 minuti, a fuoco spento, 1.5-2 grammi di droga in 150 ml di acqua portata ad ebollizione
    • assumere due volte al giorno 150 ml di decotto preparato portando ad ebollizione per qualche minuto 1.5-2 grammi di droga in 150 ml di acqua a temperatura ambiente
  3. Se la liquirizia viene assunta sottoforma di estratto molle (solvente di estrazione acqua) con rapporto droga/estratto (DER) 3:1
    • assumere 1.2-1.5 grammi, 3-4 volte al giorno per via orale (si tratta delle classiche pastiglie o "biglie" di liquirizia).

NOTE: Non superare la dose di 500 mg al giorno di glicirrizina. Gli estratti di radice di liquirizia NON sono indicati per bambini ed adolescenti al di sotto dei 18 anni. Se nel periodo d'uso del prodotto i sintomi persistono per più di una settimana o tendono a peggiorare, consultare il medico. A scopo precauzionale, non assumere in gravidanza ed allattamento. Sono stati riportati casi di ipokaliemia, ipertensione, aritmie ed encefalopatia ipertensiva dopo l'assunzione di estratti di radice di liquirizia. Se questi effetti indesiderati si manifestano in modo grave, o se insorgono altri effetti collaterali, consultare il medico o il farmacista. Non assumere durante il trattamento con altri prodotti contenenti liquirizia; il rischio di sovradosaggio si concretizza nella comparsa di ipokaliemia, ipertensione ed alterazioni del ritmo cardiaco. Cautela in presenza di ipertensione, insufficienza renale, malattie epatiche o cardiovascolari, ipokaliemia. La radice di liquirizia potrebbe ridurre l'efficacia ipotensiva dei farmaci utilizzati per la cura della pressione alta. Se ne sconsiglia l'uso anche in associazione a diuretici tiazidici, glicosidi cardiaci (digitalici), corticosteroidi, lassativi stimolanti, antiaritmici (chinidina, idrochinidina, ajmalina) ed altri farmaci che possono creare squilibri idroelettrolitici. Leggere il foglietto illustrativo e seguire le indicazioni per il corretto uso del prodotto.


Esempi di preparazioni erboristiche contenenti Liquirizia

Tisana per gastriti e gastroduodeniti

Liquirizia, radice 50%
Malva, Foglie e fiori 30%
Finocchio, semi 20%

 

Preparare la tisana portando ad ebolizzione e lasciando bollire per 1 minuto 20 grammi di preparato in un litro di acqua. Spegnere il fuoco e lasciar riposare per trenta minuti. Filtrare e bere in tre dosi (dopo i pasti principali).

Tisana contro l'acidità di stomaco (Schauenberg, Paris)

Assenzio romano, sommità 20%
Coriandolo, frutti 20%
Liquirizia, stoloni decorticati 30%
Salvia officinale, semi 30%

 

Preparare la tisana lasciando in infusione per circa 10 minuti un cucchiaio da tè della miscela per una tazza di acqua bollente. Bere prima dei due pasti principali


Ultima modifica dell'articolo: 01/10/2016