Curarsi con il Fieno Greco

Nome Botanico: Trigonella foenum graecum L

Parte utilizzata: semi di fieno greco


Proprietà terapeutiche: toniche, eutofriche, ricostituenti; galattogoghe; antinfiammatorie; ipocolesterolemizzanti; ipoglicemizzanti; antianemiche; anabolizzanti; antiossidanti; gastroprotettrici


Impiego terapeutico:

Esempi di specialità mediche contenenti estratti di fieno greco:


NOTE: quando i semi di fieno greco vengono assunti a scopo curativo è indispensabile ricorrere a forme farmaceutiche definite e standardizzate in principi attivi (saponine, mucillagini), le uniche che consentono di sapere quante molecole farmacologicamente attive si stanno somministrando al paziente. Preparazioni erboristiche tradizionali come infusi, succhi e decotti, non permettono di stabilire con esattezza la quantità di principi attivi somministrata al paziente, il che aumenta il rischio di insuccesso terapeutico.

Fieno greco: indicazioni erboristiche tradizionali

Coadiuvante nel trattamento di ipercolesterolemia, insulino-resistenza, sindrome metabolica

Posologia indicativa negli adulti e negli anziani (per via orale)

  1. Se il fieno greco viene assunto sottoforma di droga (semi) essiccata e polverizzata:
    • assumerne 2 - 3 grammi, tre volte al giorno; in alcuni studi clinici che hanno confermato le proprietà ipocolesterolemizzanti del fieno greco, si è arrivati ad assumere 50-100 grammi di droga privata dai grassi per un periodo variabile da 10 giorni a 12 settimane.

NOTE: per effetti collaterali e controindicazioni fare riferimento all'indicazione sottostante.

Trattamento di pazienti con temporanea perdita di appetito

Posologia indicativa negli adulti e negli anziani (per via orale)

  1. Se il fieno greco viene assunto sottoforma di droga (semi) essiccata e polverizzata:
    • la commissione E tedesca raccomanda una dose giornaliera di sei grammi
  2. Se il fieno greco viene assunto sottoforma di infuso:
    • assumere 2-3 volte al giorno un infuso preparato a partire da 1-6 grammi di droga essiccata in taglio tisana
  3. Se il fieno greco viene assunto sottoforma di estratto secco (rapporto droga/estratto 4:1, solvente di estrazione etanolo al 20% V/V)
    • assumere 295 mg di prodotto due volte al giorno
  4. Se il fieno greco viene assunto sottoforma di estratto molle (rapporto droga/estratto 5-6:1, solvente di estrazione etanolo al 60% V/V)
    • assumere 500 mg di prodotto due volte al giorno

NOTE: se i sintomi persistono per più di due settimane, o si aggravano durante l'utilizzo del prodotto, consultare il medico. A scopo precauzionale, non assumere in gravidanza ed allattamento.

A causa della notevole viscosità delle fibre e delle mucillagini in esso contenute, il fieno greco può ridurre l'assorbimento dei farmaci somministrati per via orale. Considerati i possibili effetti ipoglicemizzanti del fieno greco, potrebbe rendersi necessario un aggiustamento della dose di farmaci ipoglicemizzanti assunta dai pazienti diabetici.

Tra gli effetti collaterali sono stati segnalati episodi di:

Se questi effetti indesiderati si manifestano in modo grave, o se insorgono altri effetti collaterali, consultare il medico o il farmacista.

Ad alte dosi (25-100 grammi al giorno, divisi in due dosi uguali), il fieno greco ha causato disturbi gastrointestinali di minore entità, come diarrea e flatulenza, in quattro casi su dieci. In altri studi, simili dosi hanno provocato ipopotassiemia. Pertanto la somministrazione concomitante di estratti della pianta e di diuretici, lassativi, mineralcorticoidi o altri farmaci ipokaliemici può precipitare l'ipokaliemia e porre i pazienti in trattamento con tali farmaci a rischio di aritmie.

Per la presenza di derivati cumarinici, il fieno greco può determinare un aumento del tempo di protrombina e può predisporre i pazienti in trattamento con anticoagulanti orali ad un incremento del rischio di emorragie

Per ulteriori informazioni sul corretto uso di uno specifico prodotto a base di fieno greco, e per l'elenco completo degli effetti indesiderati, si rimanda al foglio illustrativo che accompagna il prodotto. Queste informazioni devono essere sempre lette attentamente prima di iniziare il trattamento.

Trattamento sintomatico di infiammazioni minori della pelle

Posologia indicativa negli adulti e negli anziani (applicazione topica)

  1. Se il fieno greco viene assunto sottoforma di cataplasma, preparato con un infuso di 50 grammi di droga in 250 ml di acqua:
    • bagnare una garza ed applicare ancora tiepida sull'area interessata dall'infiammazione

NOTE: se i sintomi persistono per più di una settimana, o si aggravano durante l'utilizzo del prodotto, consultare il medico. A scopo precauzionale, non assumere in gravidanza ed allattamento.

Sono stati osservati casi di reazioni allergiche dopo l'applicazione locale (angioedema facciale, respiro sibilante) o ingestione (asma, rinite allergica).



Ultima modifica dell'articolo: 25/07/2016