Curarsi con la Cola

Nome Botanico: Cola nitida (Vent.) Schott et Endl. e sue varietà - Cola acuminata (P. Beauv.) Schott et Endl.


Parte utilizzata: semi di cola


Proprietà terapeutiche: toniche, stimolanti, broncodilatatrici, antiasteniche, afrodisiache, antiossidanti, ergogeniche (aumento della performance sportiva), anoressizzanti, dimagranti, antiossidanti


Impiego terapeutico:

Esempi di specialità mediche contenenti estratti di cola: -


NOTE: quando i semi di cola vengono assunti a scopo curativo è indispensabile ricorrere a forme farmaceutiche definite e standardizzate in principi attivi (caffeina), le uniche che consentono di sapere quante molecole farmacologicamente attive si stanno somministrando al paziente. Preparazioni erboristiche tradizionali come infusi, succhi e decotti, non permettono di stabilire con esattezza la quantità di principi attivi somministrata al paziente, il che aumenta il rischio di insuccesso terapeutico.

Cola: indicazioni erboristiche tradizionali

Trattamento di sintomi astenici, come affaticamento fisico e mentale, e sensazione di debolezza

Posologia indicativa negli adulti e negli anziani (per via orale)

  1. Se la cola viene assunta sottoforma di decotto preparato portando ad ebollizione lenta, per 10 minuti, 1-3 grammi di semi essiccati - ridotti in taglio tisana - ogni 150 ml di acqua:
    • assumere 150 ml di decotto tre volte al giorno
  2. Se la cola viene assunta sottoforma di estratto liquido (rapporto di estrazione 1:1; solvente di estrazione etanolo al 60% V/V):
    • assumere 0.6 - 1.2 ml, tre volte al giorno
  3. Se la cola viene assunta sottoforma di tintura (rapporto Droga/Solvente 1:5; solvente di estrazione etanolo al 60% V/V):
    • assumere 1-4 ml, tre volte al giorno

NOTE: se i sintomi persistono per più di una settimana, o si aggravano durante l'utilizzo del prodotto, consultare il medico. A scopo precauzionale, non assumere in gravidanza ed allattamento.

Gli estratti di cola risultano controindicati in presenza di ipersensibilità nei confronti delle sostanze attive che li caratterizzano. Anche la presenza di insonnia, di ulcere gastriche o duodenali, di ipertiroidismo o di malattie cardiovascolari, come aritmie, cardiopatia ischemica ed ipertensione, rende controindicato l'uso della cola.

L'assunzione del prodotto a breve distanza dal riposo notturno, può favorire la comparsa di insonnia e difficoltà di addormentamento.

Cautela nell'utilizzo congiunto di Cola e farmaci MAO-inibitori, per l'aumentato rischio di crisi ipertensive. L'interazione con farmaci ipnotico-sedativi potrebbe ridurne l'effetto; per contro, l'associazione di cola con farmaci simpaticomimetici potrebbe esacerbarne gli effetti collaterali. La caffeina*, inoltre, riduce l'assorbimento del Litio ed aumenta quello dell'aspirina.

* contenuta nei semi di cola in percentuali normalmente variabili tra l'1.0 ed il 2.5%

È fortemente sconsigliato il ricorso a prodotti contenenti cola ed efedra (Ma Huang) a scopo anoressizzante e dimagrante; tale raccomandazione si basa sui frequenti effetti collaterali a livello cardiocircolatorio e sulle numerose interazioni farmacologiche.

Per ulteriori informazioni sul corretto uso di uno specifico prodotto a base di cola, e per l'elenco completo degli effetti indesiderati, si rimanda al foglio illustrativo che accompagna il prodotto. Queste informazioni devono essere sempre lette attentamente prima di iniziare il trattamento.



Ultima modifica dell'articolo: 11/02/2016