Pigmentazione cutanea

Ambrosia Lab

Nella zona di connessione tra epidermide e derma sono presenti delle cellule di derivazione nervosa, i melanociti, in grado di sintetizzare un pigmento scuro, chiamato melanina, la cui attività è volta a proteggere la cute dalle radiazioni solari. Ogni melanocita, se opportunamente stimolato dalle radiazioni UV, è in grado di sintetizzare e trasferire questo pigmento a numerosi cheratinociti (cellule fondamentali dell'epidermide), dando così origine alla caratteristica colorazione scura che appare in seguito all'esposizione solare.

Il gruppo costituito dal melanocita e dai cheratinociti ad esso collegati viene chiamato unità epidermica di melanizzazione.

Pigmentazione cutaneaCaratteristica della pelle è la pigmentazione; il colore della pelle è principalmente determinato dal tipo e dalla distribuzione dei pigmenti melaninici. Altri fattori che contribuiscono al colore cutaneo sono il grado di efficienza del microcircolo superficiale e le variazioni di ossigenazione del sangue (emoglobina ossidata e ridotta), che possono provocare cambiamenti visibili nel colore della pelle; anche i carotenoidi che introduciamo con gli alimenti di origine vegetale, se assunti in dosi elevate, tendono ad accumularsi nell'ipoderma, conferendo alla pelle un colorito tendenzialmente giallastro. Il principale pigmento cutaneo rimane comunque la melanina: da essa dipendono le differenti colorazioni della pelle nelle varie razze, oltre che la diversa tonalità del colorito cutaneo caratteristica di ogni individuo. Differenti tipi di melanine sono responsabili dei diversi colori di cute e capelli umani: nero, bruno, rosso, giallo e bianco (assenza di melanina).

I fattori genetici individuali giocano un ruolo importante nella determinazione del normale grado di pigmentazione della pelle, sia costituzionale che indotta. Le principali differenze citogenetiche tra i diversi individui riguardano dimensione, forma e numero dei melanosomi, e loro distribuzione nei cheratinociti.

La formazione di melanina aumenta in risposta a stimoli esterni, come l'esposizione ai raggi ultravioletti: i melanociti diventano più grandi mentre i dendriti, le lunghe braccia con cui i melanociti si allargano tra i cheratinociti, crescono in lunghezza e si estendono tutt'intorno al corpo cellulare. I melanosomi migrano fino alla punta dei dendriti, dove vengono fagocitati dai cheratinociti basali e si pongono, al loro interno, a ricoprire il nucleo cellulare a mo di mantello. Il ruolo di questa specie di cappuccio è stato attribuito alla necessità di protezione del DNA dai raggi ultravioletti, dal momento che è stata osservata una capacità di assorbimento della melanina massima proprio nella zona dello spettro UV.


« 1 2 3 4 5 »


Ultima modifica dell'articolo: 25/06/2015

ARTICOLI CORRELATI

Pastinaca - OrtaggioGeneralità sulla Pastinaca; Caratteristiche Nutrizionali della Pastinaca; Usi Culinari della Pastinaca.
La pastinaca (o carota...
Nordic WalkingCos'è il nordic walking? Nordic walking e salute; Equipaggiamento del nordic walking, tecnica e Cenni Storici. Il nordic walking (o...Morbo di Parkinson: i miti da sfatareIl morbo di Parkinson è una malattia neurologica, caratterizzata dalla progressiva e lenta degenerazione dei neuroni della substantia...Autopalpazione dei TesticoliAutopalpazione dei Testicoli: perché è importante e come si esegue. A quali anomalie prestare attenzione e cosa fare se si riscontrano...Labbra GonfieTutto sul Sintomo Labbra Gonfie: Le possibili Cause, Le soluzioni, Quando consultare un medico.
Le labbra gonfie sono generalmente...
Mal di testa nei bambiniIl mal di testa non è un disturbo che colpisce esclusivamente gli adulti: circa il 30% dei bambini in età scolare ne soffre. Nella...Eunuchi ed EunucoidismoChi erano gli eunuchi? Perché venivano resi tali? Definizione, Cause e Conseguenze dell'Eunucoidismo.
Gli eunuchi sono uomini...
VulvaVulva: anatomia e funzioni degli organi genitali esterni femminili: grandi e piccole labbra, monte di Venere, clitoride, vestibolo...ScrotoScroto: Anatomia e funzioni. Forma dello scroto nel bambino, nell'adulto e nell'anziano. Malattie dello scroto.
Lo scroto è una...
Feci picee - Malattie che causano Feci piceeLe feci si definiscono picee quando si presentano nerastre, untuose, di aspetto simile al catrame (colore particolarmente scuro e consistenza...Ematochezia - Malattie che causano EmatocheziaIl termine ematochezia identifica l'emissione di feci verniciate di sangue o commiste ad esso; sangue che, nella maggior parte dei...MetioninaMetionina: Generalità, Funzioni, Alimenti, Restrizioni, Implicazioni, Usi Veterinari, Integratori e Possibili Effetti Collaterali...Cremor TartaroCremor Tartrato: Cos'è il Cremor Tartrato? Formazione di Cremor Tartrato nelle Bevande e nei Cibi. Utilizzi del Cremor Tartrato."Cavolo NeroCavolo Nero: Generalità; Caratteristiche Nutrizionali; Descrizione Visiva e Sensoriale; Gastronomia; Cenni di Coltivazione e Origini...GazpachoGeneralità sul gazpacho. Andaluso e altre tipologie di gazpacho. Ricetta e caratteristiche nutrizionali del gazpacho.
Il termine...
Sindrome respiratoria medio-orientale (MERS)MERS: che cos'è? Perché è motivo di preoccupazione? Come avviene il contagio e quali sintomi provoca? Diagnosi, trattamento e prevenzione...