Occhiaie

Ambrosia Lab

Definizione

Il trascorrere del tempo e uno stile di vita non sempre corretto, comportano il progredire del fenomeno dell'invecchiamento cutaneo, che si manifesta con disidratazione, assottigliamento dell'epidermide dovuto a ridotta proliferazione cellulare, degradazione delle fibre di collagene e di elastina presenti nel derma, riduzione della secrezione sebacea e del tono muscolare. Questi fenomeni sono particolarmente evidenti e precoci in una zona fragile e sottile come quella del contorno occhi, maggiormente predisposta a sviluppare pigmentazioni, piccole rughe, occhiaie e borse. OcchiaieNel derma del distretto peri-oculare sono presenti infatti quantità inferiori di fibre collagene ed elastiche rispetto alle altre parti del corpo, il tessuto adiposo è poco rappresentato e la zona è sottoposta a sollecitazioni di varia natura, tutti motivi per cui  alcune condizioni come congestione, iperemia o altre alterazioni circolatorie, si riflettono facilmente e visibilmente sulla superficie cutanea.

Occhiaie: cause e formazione

La predisposizione genetica e l'invecchiamento da una parte, i fattori esterni, come le continue esposizioni al sole o alle lampade solari, le cattive abitudini alimentari, lo scarso riposo notturno, il fumo e lo stress dall'altra, possono favorire il processo di  assottigliamento dei tessuti e di rallentamento del flusso sanguigno, causando gonfiore palpebrale e giocando un ruolo importante nella manifestazione di occhiaie e borse sotto gli occhi.

Le occhiaie  si presentano come aloni di colore grigio-bluastro e possono compromettere la bellezza dello sguardo, conferendo a chi ne soffre un aspetto stanco, triste o malato. Spesso il disturbo si accentua con l'avanzare dell'età e con lo stress, dovuto a situazioni pedisponenti come le malattie o la mancanza di sonno, casi in cui la comparsa delle occhiaie ha luogo anche in soggetti non predisposti, come i bambini, manifestandosi tuttavia come un fenomeno transitorio. In alcuni casi invece, le occhiaie possono diventare croniche a causa dell'accumulo nel derma più superficiale di pigmenti, come la melanina, che rimangono depositati per molto tempo prima di essere eliminati. La formazione delle borse sotto gli occhi è causata invece, oltre che  dalla familiarità e da fattori esterni, dalla ritenzione idrica nella zona perioculare e dall'indebolimento dei tessuti che circondano gli occhi e dei muscoli che sostengono le palpebre.
La carenza di dati riguardo l'incidenza delle occhiaie è probilmente imputabile alla loro natura transitoria e per il fatto che sono considerate null'altro che meri inestetismi da trattare con un cosmetico appropriato o da minimizzare con uno stile di vita più “sano”. Di conseguenza, a dispetto dell'ampia diffusione del fenomeno, ad oggi, sono stati pubblicati pochi studi riguardo la patogensi e il trattamento dell'ipercromia peri-oculare.

In termini fisiologici, la causa delle occhiaie è imputata ad un processo di melanizzazione dermica e/o congestione emodinamica post-infiammatoria. E' quindi da classificare come un disturbo del microcircolo periferico cui si aggiunge  il problema della ritenzione idrica con conseguente deposito di tossine e liquidi nella zona peri-oculare, e un accumulo di pigmenti: tutti fattori responsabili della comparsa del tipico colorito bluastro e del gonfiore. In particolare, la colorazione e la pigmentazione tipica delle occhiaie è conferita dai pigmenti melanina ed emoglobina, cromofori principalii presenti nella cute dell'uomo. Nei fototipi chiari o in soggetti anemici, il fenomeno risulta, per ovvi motivi,  più evidente. Da un punto di vista fisiologico, è accertato che il meccanismo di formazione delle occhiaie prevede il rilascio, da parte dei cheratinociti (principali rappresentanti delle cellule epidermiche), di mediatori dell'infiammazione, che modificano la permeabilità vasale e innescano un processo infiammatorio locale che comporta l'alterazione dell'equilibrio emodinamico, dell'integrità capillare e del drenaggio linfatico1. A seguito del travaso di sangue nei tessuti, ha luogo la conversione enzimatica di emoglobina con produzione di pigmenti, come emosiderina, meta-emoglobina, ematina, resposabili del caratteristico colorito grigio-bluastro delle occhiaie.
Tuttavia,  se caratteristiche istologiche di biopsie effettuate nel contorno occhi, hanno rilevato una scarsa correlazione fra miglioramento delle occhiaie e riduzione dell'iperpigmentazione peri-oculare2,3, evidenze scientifiche suggeriscono che il meccanismo più importante coinvolto nel meccanismo della formazione dell'inestetismo è l'alterazione del flusso sanguigno4.


Antiocchiaie - Cosmetici contro Borse ed Occhiaie >>


1 Tedgui A, Mallat Z. Anti-inflammatory mechanisms in the vascular wall. Circ Res 2001; 88: 877–87

2Watanabe S, Nakai K, Ohnishi T. Condition known as ‘‘dark rings under the eyes'' in the Japanese population is a kind of dermal melanocytosis which can be successfully treated by Q-switched ruby laser. Dermatol Surg 2006; 32: 785–9.

3West TB, Alster TS. Improvement of infraorbital hyperpigmentation following carbon dioxide laser resurfacing. Dermatol Surg 1998; 24: 615–6.

4Freitag FM, Cestari TF. What causes dark circles under the eyes? J Cosmet Dermatol 2007; 6: 211–5.