Contrastare l'invecchiamento cutaneo: vitamina C e B3

Ambrosia Lab

Vitamina B3

Le forme più utilizzate in campo cosmetico sono: nicotinamide, acido nicotinico ed esteri dell'acido nicotinico (es. tocoferil nicotinato, benzil nicotinato). La vitamina B3 è il precursore di una famiglia di fattori che coadiuvano l'azione di molti enzimi: in particolare si formano il nicotinamide adenin dinucleotide (NAD), il suo derivato fosforilato (NADP) e le rispettive forme ridotte (NADH e NADPH), dotate di proprietà antiossidanti. Questi cofattori partecipano a moltissime reazioni enzimatiche che hanno luogo a livello della cute.
Vitamina C e salute della pelleL'uso topico della vitamina B3  è responsabile di molteplici attività a livello cutaneo, come la stimolazione della sintesi di sfingolipidi, acidi grassi liberi, colesterolo e ceramidi, parte integrante di quel film idrolipidico più superficiale la cui riduzione comporta un aumento della secchezza cutanea. L'applicazione di vitamina B3  determina quindi un miglioramento dell'effetto barriera dell'epidermide ed un potenziamento della resistenza cutanea agli insulti esterni. Altra funzione per cui trova impiego nei trattamenti topici è la capacità di ridurre l'iperpigmentazione cutanea, poiché inibisce il trasferimento di melanosomi (delle vescicole contenenti melanina), dai melanociti ai cheratinociti. La vitamina B3 è inoltre in grado di stimolare i fibroblasti a produrre più collagene ed è quindi responsabile del miglioramento dell'elasticità e del tono cutaneo.

Vitamina C

La vitamina C, nota come acido ascorbico, è una vitamina idrosolubile ed un potente antiossidante usato in campo cosmetico per la capacità di contrastare gli effetti dell'invecchiamento cutaneo, sia intrinseco che estrinseco. Questa capacità è ascrivibile alle spiccate proprietà antiossidanti e fotoprotettive dell'acido ascorbico.

La vitamina C è presente sulla cute in quantità molto bassa. Tra le sue innumerevoli funzioni spicca quella di schiarente cutaneo, in virtù della sua attività inibitrice nei confronti della sintesi di tirosina, molecola precorritrice della melanina. Sono inoltre note le sue proprietà antiinfiammatorie, soprattutto nei casi di eritemi da prolungata esposizione al sole.

Nel combattere gli effetti dell'invecchiamento, la vitamina C interviene anche ad un altro livello: il rilassamento cutaneo. Infatti, gioca un ruolo chiave nel mantenere la densità ottimale del collagene nel derma: studi biochimici hanno dimostrato che agisce come co-fattore per la lisina e prolina idrossilasi, due enzimi essenziali nella biosintesi del collagene.


Contenuto Promozionale


Integratore Antirughe

Integratore Antiossidante Antiage X115+Plus

Integratore antiage di nuova generazione. Doppia Formulazione Day & Night ad alta concentrazione di attivi; sostiene e ottimizza le difese antiossidanti e stimola la sintesi di collagene, acido ialuronico ed elastina. « Maggiori informazioni »


L'idrossilazione del collagene permette la formazione e la stabilizzazione della struttura a tripla elica, e del cross-linking del tropocollagene.Un aumento della produzione di collagene si traduce in un miglioramento della qualità della pelle per quanto riguarda l'elasticità ed il tono. Tutti questi usi e potenziali applicazioni sono però fortemente limitati dalla bassa stabilità in presenza di acqua ed ossigeno. Varie sono le strategie perseguite per evitare questa problematica, dall'esclusione di ossigeno mediante l'impiego di imballi impermeabili all'aria, fino all'utilizzo di sistemi di rilascio che proteggono la vitamina C dall'ossigeno, dall'acqua e dagli altri componenti della formulazione cosmetica in cui è contenuta. Ad oggi, l'unica strategia davvero efficace ai fini della stabilizzazione della vitamina C, risulta essere l'utilizzo delle sue forme protette, come l'acido ascorbico-2-glucoside,  l'ascorbil 2-fosfato o l'acido ascorbico 6-palmitato, anche se il loro potenziale antiossidante e la biodisponibilità a livello cutaneo sono molto inferiori.

Sistemi enzimatici

A questa categoria appartengono degli enzimi di origine biotecnologica, impiegati nei prodotti cosmetici allo scopo di ripristinare la forma enzimatica fisiologicamente presente sulla pelle umana. Tra questi il più importante è l'enzima SOD (Superossidodismutasi), diffuso in tutte le cellule che “consumano” ossigeno, nelle quali si comporta come “scavenger”: è infatti in grado di legare un radicale libero, detto anione superossido, convertendolo in ossigeno ed acqua ossigenata. L'enzima SOD è quindi in grado di inibire la denaturazione proteica, impedire la lipoperossidazione ed evitare i danni al DNA provocati dall'esposizione ad agenti esogeni, come i raggi ultravioletti. La sua azione è potenziata dalla presenza di altri sistemi antiossidanti, come le vitamine E e la vitamina A; inoltre, la superossidodismutasi è in grado di rigenerare la vitamina E in seguito alla sua ossidazione.


« 1 2 3 4 5 »


ARTICOLI CORRELATI

Invecchiamento e longevitàRughe ed invecchiamento cutaneoDieta e invecchiamento: mangiare bene per vivere a lungoCollagene: funzioni ed invecchiamento cutaneoAltezza ginocchio e riduzione della statura con l'invecchiamentoDieta Anti Age - Dieta per Vivere Meglio e a LungoDieta Mima DigiunoProgeriaAntiossidanti, Vitamina A ed E contro l'invecchiamento della pelleCosmetici anti-invecchiamentoDepigmentanti contro l'invecchiamento cutaneoLentigo SeniliLongevità e caloriePerdita di Tono Cutaneo e Invecchiamento della PelleRilassamento dei TessutiAttività fisica ed invecchiamentoCosmetici anti-agingFoto di Pelle Danneggiata dal SoleIdrossiacidi, Soft-Focus, Peptidi per contrastare l'invecchiamento cutaneoInvecchiamento cutaneoInvecchiamento e biotecnologieInvecchiamento: cosa fare per prevenirloInvecchiamento: perché è necessario contrastarloInvecchiamento: proteomica e terapia genicaInvecchiamento: restrizione calorica e stile di vitaInvecchiamento: rivoluzione nanotecnologica ed intelligenza artificialeInvecchiamento: test genetici e diagnosi precoceLa Dieta Anti-AgingSenescenza - ErboristeriaVecchiaiaInvecchiamento su Wikipedia italianoAging su Wikipedia ingleseVitamineVitamina CFarmaci Che Causano Carenze di Vitamine e MineraliCarenze di vitamineMulticentrumAcido folicoTiaminaAcido PantotenicoVitamine AntiossidantiSupradynColinaPABA - Acido para-amminobenzoicoProvitamineUrina gialla e vitamineVitamina B1 ed AlcolismoVitamine e salute degli occhiVitamine LiposolubiliVitamine termolabiliVitamine del gruppo BAlcolismo e Carenza di Vitaminevitamine su Wikipedia italianoVitamin su Wikipedia ingleseAntiaging su Wikipedia ingleseCosmetici su Wikipedia italianoCosmetics su Wikipedia inglese