Creme Emollienti

Il ruolo delle creme emollienti nel trattamento delle pelli secche

Le creme emollienti giocano un ruolo fondamentale nel trattamento della pelle secca o affetta da xerosi. La pelle secca è caratterizzata da disidratazione ed ipolipia, quindi da un'eccessiva perdita di acqua dallo strato corneo e dalla scarsità di lipidi epidermici sebacei; presenta desquamazione, mancanza di elasticità, prurito e sensazione di non confort.

Emollienti Pelle SeccaLe cause alla base della pelle secca non sono del tutto chiare. Spesso è una condizione dovuta a fattori genetici; in altri casi può essere determinata da particolari condizioni climatiche (temperature rigide, vento, clima molto secco), uso non corretto di saponi e detergenti aggressivi. Le radiazioni solari possono essere causa di pelle secca poiché, compromettendo la funzione barriera, causano un aumento della TEWL e allo stesso tempo un ispessimento ed indurimento dello strato corneo. Il fumo di sigaretta o l'esposizione a particolari sostanze chimiche possono causare la distruzione della barriera lipidica dello strato corneo e dare origine a problemi di pelle secca, opaca, sottile alla palpazione e facile alla desquamazione. Infine, anche numerose malattie possono essere alla base dell'insorgenza del problema della pelle secca: la dermatite atopica e la psoriasi, il diabete, l'ipotiroidismo o la mancata assunzione di nutrienti necessari.
La pelle secca si differenzia da quella normale per il basso contenuto di acqua che diminuisce anche con l'avanzare dell'età. Le pelli giovani presentano infatti un maggiore quantitativo di acqua e di fibre collagene che si traduce in una maggiore elasticità e turgore della cute.

Nelle pelli secche la quantità di sebo e ceramidi risulta diminuita rispetto alle pelli normali cosi come il contenuto di fillagrina ed amminoacidi a livello dello strato corneo. Si ha di conseguenza una netta riduzione dell'NMF, quindi dell'idratazione cutanea.

Anche fattori esterni, come la diminuzione dell'umidità atmosferica, sono direttamente correlati con una minore produzione di aminoacidi che costituiscono l'NMF, quindi con un calo dell'idratazione degli strati più superficiali della pelle.

Diversi studi hanno dimostrato che la riduzione della produzione di lipidi intracellulari e dei componenti del fattore di idratazione cutanea è causata dell'alterazione del normale processo di differenziazione cellulare epidermica. Lo scopo del trattamento della pelle secca con emollienti è quindi proprio quello di ripristinare il fisiologico differenziamento cellulare epidermico ma allo stesso tempo mira anche a rendere la pelle secca più morbida al tatto ed a diminuire il prurito e lo stimolo a grattarsi, prevenendo cosi ulteriori danni ad una cute già in parte sensibile e danneggiata. Su questo tipo di pelle è bene intervenire con un trattamento a base di oli vegetali ricchi in acidi grassi polinsaturi (olio di borragine, olio di mandorle, olio di germe di grano, olio di argania, olio di macadamia, olio di oenothera ecc.). Gli oli vegetali, in particolare quelli di oliva e avocado, sono ricchi in frazione insaponificabile e conferiscono alle creme con proprietà emollienti, ottime proprietà ristrutturanti e stimolanti del rinnovamento cutaneo, della neoformazione di collagene ed acido ialuronico.

Criteri di scelta per l'acquisto di una crema con proprietà emollienti

Sono diversi i tipi di cosmetici disponibili in commercio per il trattamento delle pelli secche, dalle creme A/O a quelle O/A, ai latti fluidi per il corpo.

La scelta del prodotto giusto dovrebbe essere basata sul contenuto di lipidi presenti a livello dell'area del corpo caratterizzata da pelle secca e che come tale deve essere trattata. La cute delle estremità e della gambe presenta, rispetto alla pelle del viso, fisiologicamente un minore contenuto di lipidi. Soggetti che presentano pelle secca a questo livello dovrebbero utilizzare creme ad alto contenuto di lipidi emollienti capaci di formare un film occlusivo che diminuisce la perdita d'acqua transepidermica e lipidi fisiologici, come le ceramidi, il colesterolo, gli acidi grassi ed i trigliceridi, che aumentano l'efficienza della barriera cutanea.

Per la scelta della crema più adeguata non è da sottovalutare la stagione climatica nella quale il trattamento viene impiegato. In estate, ad esempio, è da preferire l'uso di creme O/A contenenti emollienti di origine vegetale, meno occlusivi rispetto ai lipidi di origine sintetica.

In caso di pelle secca causata da dermatiti allergiche e/o da contatto sarebbe indicato utilizzare creme con effetto barriera. Questo tipo di formulazioni contenenti siliconi e polimeri resistenti all'acqua, applicate in maniera sistematica, possono offrire un buon livello di protezione dagli agenti esterni (ad esempio protezione delle mani da sostanze chimiche come quelle contenute nei detergenti).

Importante è anche la gradevolezza cosmetica della crema emolliente: gli emollienti sono tra gli ingredienti più utilizzati nelle formulazioni cosmetiche; qualunque sia il loro uso finale, le proprietà sensoriali dei cosmetici sono strettamente collegate alla presenza in formula di ingredienti ad azione emolliente.

I lipidi emollienti hanno un ruolo importante nella determinazione delle proprietà chimico-fisiche di un'emulsione poiché possono condizionare la stendibilità e la consistenza del prodotto. Un lipide emolliente quando applicato sulla pelle può dare un tocco vellulato, appiccicoso, unto, grasso, ceroso, secco. Coloro che usano creme emollienti sono per lo più soggetti che presentano problematiche quali pelle secca, dermatite, eczema e che preferiscono l'impiego di un prodotto che alla funzionalità aggiunga la gradevolezza e la facilità d'impiego (ad esempio potersi rivestire subito dopo l'applicazione del prodotto). E' quindi preferibile acquistare una crema emolliente che oltre ad essere funzionale abbia una buona texture tale da incentivare l'uso costante del prodotto cosmetico anche da parte di chi non presenta particolari problematiche cutanee.


« 1 2 3


Ultima modifica dell'articolo: 30/03/2016