Paidocosmetici per la Zona Pannolino - Cosmetici per Bambini

La regione periuretrale, subito dopo la nascita del neonato, viene colonizzata da microrganismi residenti aerobi ed anaerobi, i quali hanno l'importantissima funzione di proteggere tale zona dall'attacco degli uro-patogeni. Prodotti dermatite e irritazioni pannolinoDurante l'infanzia, infatti, la regione periuretrale è caratterizzata da una massiccia colonizzazione di uro-patogeni, a causa del diretto contatto di questa parte del corpo con gli escrementi fecali e l'urina, che spesso ristagnano per qualche tempo nel pannolino. Il micro ambiente caldo-umido e il contatto tra cute, urina e feci può dare, inoltre, vita a fenomeni irritativi come la classica dermatite da pannolino che si risolvono con l'impiego di prodotti cosmetici adeguati.

Creme Protettive

  • Le creme protettive contengono un buon quantitativo di lipidi emollienti e attivi vegetali con proprietà lenitive e disarrossanti. Si utilizzano per irritazioni di media entità poiché hanno capacità protettive medie, contengono piccole quantità di polveri come l'ossido di zinco. Sono gradevoli da applicare. Utilizzate in modo costante proteggono e rinforzano la delicata pelle del bambino.

Paste

  • Le paste sono invece formulazioni ad elevato contenuto di polveri (ossido di zinco), assicurano una massima protezione perché creano un film occlusivo che protegge la cute dall'aggressione da parte di agenti esterni. Vanno utilizzate solo quando c'è una reale problematica a livello della zona genito-perianale e cioè quando si vuole isolare la zona dei glutei evitando il contatto con il pannolino. La spalmabilità di questo tipo di prodotti risulta spesso difficoltosa.

Salviette Detergenti

  • Le salviette detergenti sono fazzoletti "di tessuto non tessuto" imbibiti di una soluzione contenente tensioattivi, sostanze idratanti, lenitive e protettive, profumo e conservanti. Dopo l'uso, se la pelle non viene accuratamente risciacquata e rimane a contatto con le sostanze sopra elencate, possono verificarsi fenomeni di sensibilizzazione ed irritazione. Se adoperate nel modo corretto, risciacquando la cute con acqua tiepida subito dopo il loro impiego, rappresentano una buona modalità di pulizia.

Polveri Aspersorie

  • Le polveri aspersorie possono essere di tipo vegetale (a base di amidi) e di tipo minerale (contenenti bentoniti, ossidi minerali). La problematica che le contraddistingue è il pericolo di inalazione da parte del bambino o, se le polveri risultano molto di fini, di assorbimento. Da privilegiare come sostituto del classico talco, il talco liquido che contiene un elevato contenuto di polvere, assicura un'adeguata protezione ed allo stesso tempo, grazie alla sua particolare forma tecnica liquida, non è pericoloso per la salute del bambino.
« 1 2 3 4 5 6 7 »