Il bicarbonato

Forse cercavi: bicarbonato di sodio e farmaci antiacidi

BIBLIOGRAFIA:

Sei mezzofondisti sono stati valutati in condizioni basali e dopo che avevano assunto 300 mg di bicarbonato per Kg dipeso corporeo da 2 ore a 30 minuti prima di una gara di 800 metri. Il risultato di tale integrazione è stato un aumento del pH e della concentrazione di bicarbonato ematico, con miglioramento della prestazione di circa 2,9 secondi.


Dieci soggetti di sesso femminile sono stati supplementati con 300mg di bicarbonato per Kg di peso corporeo disciolti in 400 ml di acqua 90 minuti prima di un test ergometrico massimale della durata di 60 secondi. Il risultato di tale integrazione è stato un aumento della capacità di lavoro per aumento del sistema tampone extracellulare.


PRINCÌPI FISIOOGICI: il bicarbonato è una sostanza alcalinizzante e come tale rappresenta un sistema efficace per tamponare l'acidità del lattato prodotto dai muscoli durante un intenso sforzo fisico.

BICARBONATO DI SODIO: EFFETTI COLLATERALI:

  • diarrea  presente circa nel 50% degli atleti che lo assumono; tale inconveniente può essere ovviato assumendo la sostanza in varie dosi ogni 20 minuti a partire da 3 ore prima della gara fino ad un'ora prima bevendo abbondantemente fino a trenta minuti prima della gara (almeno un litro d'acqua in totale).
  • L'integrazione con 20 g di bicarbonato di sodio (dose per un uomo di circa 70Kg) apporta 5 g di sodio all'organismo, con conseguente ipernatremia, ipertensione, minore sudorazione e maggiore stimolo della sete.
  • Il sapore del bicarbonato di sodio è scarsamente gradito alla maggior parte degli atleti.

INTEGRAZIONE: l'apporto ottimale sembra essere quello di 300mg (0,3 g) di bicarbonato per Kg di peso corporeo.

L'integrazione di bicarbonato è sinergica con quella di carnosina (che rappresenta il più potente tampone intra-muscolare dell'acido lattico) o del suo precursore beta-alanina. Per testare l'efficacia del protocollo integrativo è possibile seguire uno schema di questo tipo:

  • 2 giorni di allenamento leggero
  • simulazione della gara in allenamento (coprire la distanza di gara nel minor tempo possibile)
  • 2 giorni di allenamento leggero
  • simulazione della gara in allenamento (coprire la distanza di gara nel minor tempo possibile) dopo la supplementazione di bicarbonati, citrati ed eventualmente carnosina.

BIBLIOGRAFIA


1. Lavender, G. & Bird, S.R. (1989). Effects of sodium bicarbonate ingestion upon repeated sprints. British Journal of Sports Medicine 23, pp. 41-45.

2. Johnson, W.R. & Black, D.H. (1953). Comparison of effects of certain blood alkalinizer and glucose upon competitive endurance. Journal of Applied Physiology 5, pp. 577-578.

3. Hood, V.L., Schubert, C., Keller, U., Muller, S. (1988). Effect of systemic pH on pHi and lactic acid generation in exhaustive forearm exercise. American Journal of Physiology 255 (24), pp. F479-F485.

4. Costill, D.L., et al. (1984). Acid base balance during repeated bouts of exercise. Influence of HC03. International Journal of Sports Medicine 5, pp. 225-231.

5. Wilkes, D., Gledhill, N. & Smith, R. (1983). Effect of induced metabolic alkalosis on 800-m racing time. Medicine and Science in Sports and Exercise 15 (4), pp. 277-280.

6. McNaughton, L.R. & Cedaro, R. (1991). The effect of sodium bicarbonate on rowing ergometer performance in elite rowers. The Australian Journal of Science and Medicine in Sport 23 (3), pp. 66-69.

 





Ultima modifica dell'articolo: 19/12/2015