Tosse secca: cura e rimedi

Premessa

La cura per la tosse secca non è sempre così immediata. Ricordiamo, infatti, che essa costituisce un sintomo comune a numerose patologie; Cura tosse seccapertanto, prima di intraprendere qualsivoglia terapia, è indispensabile accertare l'agente causale attraverso una serie di indagini diagnostiche.
Contrariamente al pensiero comune, è buona regola evitare l'autoterapia (anche e soprattutto nello stadio iniziale di una patologia) nell'intento di calmare la tosse secca. Difatti, in assenza del parere di un esperto, la terapia fai-da-te potrebbe essere pericolosa principalmente perché i farmaci o le sostanze utilizzate per "calmare" la tosse potrebbero ritardare od ostacolare una successiva diagnosi.


Un passo indietro per capire...
La tosse secca è spia accesa di moltissime affezioni di natura differente. Fortunatamente, nella maggior parte dei casi, la tosse secca è un sintomo caratteristico d'infezioni delle alte vie respiratorie, e per questo risulta facilmente risolvibile. In altri pazienti, invece, la tosse secca può nascondere malattie differenti, quali ad esempio asma, reazioni allergiche, BPCO e cancro polmonare/laringeo.
Sovente, la tosse secca ha un'origine psicogena, ovvero correlata a condizioni di stress, ansia e panico.

Farmaci e cure

Dopo aver appurato che cosa si nasconde dietro la tosse secca, il medico può orientare il paziente verso la cura più opportuna per velocizzarne la guarigione.
I farmaci più utilizzati in terapia contro la tosse secca sono i sedativi, in grado quindi di esercitare su di essa una potente azione calmante.
I farmaci sedativi per la tosse sono indicati per sopprimere il sintomo senza tuttavia interferire in alcun modo con la causa che l'ha indotta. Detto questo, si comprende come sia necessario curare anche la malattia di base.
Vediamo dunque quali sono i farmaci più utilizzati per curare i tipi di tosse secca più comuni:


Tipo di tosse secca

Farmaci e trattamenti possibili

Tosse secca dipendente da asma

La tosse secca che si distingue per sibili e fischi è tipica dei pazienti asmatici. Si tratta generalmente di una tosse di origine allergica, che richiede il trattamento con farmaci antiasmatici (es. salbutamolo, Teofillina e derivati, Acido cromoglicico ecc.) o con glucocorticoidi da assumere principalmente per via inalatoria (es. Fluticasone, Beclometasone, Metilprednisolone).

Tosse secca dipendente da BPCO

La terapia più opportuna per risanare la tosse dipendente da BPCO è smettere di fumare: rallentando la progressione della malattia sino ad arrestarla, l'astensione dal fumo allontana di riflesso lo stimolo della tosse secca.
A supporto della terapia contro la BPCO, il medico può prescrivere farmaci come broncodilatatori (es. Formoterolo, Difillina ecc.), antibiotici, cortisonici (spray) ed anticolinergici per via nasale (es. Ipratropio), utili per il controllo della tosse.

Tosse secca dipendente da bronchite

La tosse secca costituisce un sintomo caratteristico dei primi stadi della bronchite: successivamente, la tosse diventa produttiva (tosse grassa).
Similmente al caso precedente, l'astensione dal fumo costituisce un'ottima regola precauzionale per la prevenzione della bronchite.
Per curare la causa della bronchite, allontanando dunque il batterio scatenante, il paziente dovrà seguire una terapia antibiotica con farmaci come Amoxicillina, Azitromicina ecc.. Per velocizzare la remissione dei sintomi (tosse compresa), possono essere prescritti anche farmaci antitussivi, broncodilatatori e, talvolta, cortisonici.

Tosse secca dipendente da laringite virale e tracheite

La tosse, che in questi casi si presenta secca ed abbaiante, può essere risanata con rimedi naturali come suffumigi preparati con acque profumate dall'azione addolcente e lenitiva. Quando la tosse secca persiste, è possibile intervenire con farmaci antitussigeni (es. destrometorfano, codeina, dropropizina e cloperastina).
Anche le sostanze demulcenti sono indicate per il trattamento della tosse secca dipendente da tracheiti: i prodotti a base di glicerina, sciroppo di acacia, liquirizia e miele creano un'efficace barriera a livello delle mucose delle prime vie respiratorie, placandone l'infiammazione.
Qualora fosse necessario, le infezioni a carico delle vie respiratorie possono essere trattate mediante la concomitante somministrazione di farmaci antibiotici ed antivirali specifici contro il patogeno responsabile.

Tosse secca dipendente da pertosse

Variante indubbiamente molto particolare, la tosse secca tipica della pertosse è facilmente riconoscibile da un'inspirazione rumorosa che anticipa una violenta e rumorosa emissione di aria dalla bocca. Al termine della serie di 5-6 colpi di tosse secca, segue un conato di vomito con la fuoriuscita di un espettorato mucoso e filante. La cura d'elezione per la pertosse prevede la somministrazione di antibiotici contro Bordetella Pertussis (es. Eritromicina e Claritromicina). Per ridurre i sintomi, il paziente può assumere anche cortisonici e sedativi della tosse come la codeina e il destrometorfano.
La vaccinoprofilassi costituisce la regola numero uno per prevenire efficacemente questa malattia.

Tosse secca dipendente da polmonite infettiva

La tosse secca può essere spia accesa di polmonite virale. In questi casi, la somministrazione di antitussivi come il destrometorfano e di sostanze demulcenti (miele, estratto d'acacia e liquirizia) è indicata per attenuare i sintomi della tosse. Quando necessario, seguire un iter terapeutico basato sull'assunzione di farmaci antivirali.

Tosse secca dipendente dal fumo

L'unica terapia in grado di combattere la tosse secca dipendente dall'attitudine tabagica è smettere di fumare, un'impresa alquanto ardua per gli accaniti fumatori. Durante la terapia per abbandonare la malsana abitudine, è possibile assumere farmaci per il controllo dei sintomi collaterali come la tosse secca: in questo caso, i demulcenti possono ammorbidire il tratto delle alte vie respiratorie. Per placare i sintomi della tosse dipendente dal fumo, i rimedi naturali sono molto indicati: a tale scopo, il consiglio è quello di tenere ammorbidite le mucose della gola (irritate dalla tosse secca) assumendo latte caldo mescolato con il miele e tisane specifiche per la tosse secca.
Da non dimenticare, tuttavia, che alcune sostanze utilizzate per smettere di fumare (come gli inalatori di nicotina) possono produrre spiacevoli effetti collaterali proprio come la stessa tosse.

Tosse secca dipendente da tumore

La tipica tosse secca ed irritativa con cui un cancro al polmone esordisce (o si manifesta negli stadi avanzati) è dovuta all'ostruzione delle vie aeree da parte della massa tumorale. In questo caso, anche la terapia per il controllo dei sintomi si fa più complessa ed articolata. Per evitare possibili interazioni con i chemioterapici utilizzati in terapia, si raccomanda di consultare il medico prima di assumere qualsiasi farmaco o rimedio naturale per la tosse secca.


Quando necessario, per calmare i sintomi associati alla tosse (es. mal di gola, febbre, dolore al petto, mal di pancia ecc.) è possibile avvalersi di sussidi terapeutici: a tale scopo, i comuni analgesici (FANS) come il Naprossene, l'Ibuprofene ed il Paracetamolo si rivelano particolarmente indicati. Si raccomanda, tuttavia, di attenersi alle dosi indicate dal medico o dal farmacista e di non abusare dei medicinali.

Rimedi naturali

Come alternativa ai sedativi di sintesi per la cura della tosse secca di entità lieve o moderata, è possibile servirsi dei rimedi naturali. A tale scopo, le tisane o le preparazioni erboristiche a base di piante dalle proprietà calmanti ed emollienti sono particolarmente indicate.
Tra le più note, ricordiamo:

Attenzione
Si raccomanda sempre di porre particolare attenzione alle possibili interazioni con i farmaci: anche le piante naturali possono infatti modulare l'assorbimento di alcuni principi attivi.
Per evitare spiacevoli effetti collaterali, il consiglio è quello di far sempre presente al farmacista o al medico l'eventuale somministrazione di farmaci per la cura di una data malattia.


Per garantire il giusto grado di umidità alla gola e prevenire la disidratazione da tosse secca, si consiglia di bere molti liquidi. Da preferire il latte caldo con il miele per ammorbidirne le mucose della gola.

Rimedi omeopatici

Alcuni pazienti affetti da tosse secca beneficiano dalla somministrazione di prodotti omeopatici, quali in particolare:

  • Lycopodium clavatum: utile per il trattamento della tosse cronica dipendente da solleciti a livello della laringe
  • Hepar sulfuris: indicato per il trattamento della tosse secca, roca, abbaiante. Utilizzata anche per combattere la tosse spasmodica secca dipendente da correnti d'aria fredda.
  • Phosphorus: rimedio omeopatico indicato per la tosse nervosa, che tende a peggiorare in presenza di odori forti e pungenti.
  • Aconitum napellus: rimedio omeopatico indicato per il trattamento della tosse secca, abbaiante e rauca.

Si raccomanda sempre di attenersi scrupolosamente alle indicazioni fornite dall'omeopata e di evitare nel modo più assoluto l'auto-terapia.

Prevenire la tosse secca

La regola principale per prevenire l'insorgere della tosse secca è non fumare ed evitare quanto possibile gli ambienti inquinati e pieni di fumo.
Anche mantenere l'ambiente in cui si vive e si lavora alla giusta umidità (40-60%) si rivela importante ai fini della prevenzione dalla tosse: per questo, si consiglia di utilizzare sempre umidificatori, in particolare durante i mesi freddi.
Per minimizzare il rischio d'infezione alle vie respiratorie superiori è bene coprirsi sempre con sciarpe ed abbigliamento pesante durante i mesi freddi ed evitare di frequentare individui colpiti da infezioni virali o batteriche. Per lo stesso motivo, è buona regola evitare gli ambienti affollati per minimizzare il rischio di contrarre infezioni alle vie respiratorie. Anche lavare spesso le mani costituisce un'ottima arma di difesa contro le infezioni virali.
Mettendo in pratica questi semplici accorgimenti è possibile ridurre il rischio d'infezioni virali a carico delle vie respiratorie superiori, di conseguenza anche la tosse secca.