Tosse grassa

Quando la tosse è grassa

La tosse grassa o produttiva si distingue per la violenta espulsione dalla bocca di un espettorato denso e viscoso, il catarro, invece assente nella variante secca o non produttiva.

Tosse grassaPer quanto possa essere sgradevole e fastidiosa, la tosse grassa costituisce un importantissimo strumento di difesa e protezione per le vie respiratorie; all'interno del catarro espulso con i colpi di tosse grassa si trovano infatti centinaia di piccolissimi microorganismi che, se trattenuti all'interno delle vie aeree, potrebbero aggravare o ancor peggio incoraggiare l'infezione.

  • La tosse grassa è dovuta all'intasamento dei bronchi da parte di accumuli di muco più o meno consistente.

Influenza e tosse grassa

Influenza e tosse camminano spesso per mano: non a caso, la maggior parte delle infezioni a carico delle vie aeree si manifesta proprio con attacchi più o meno frequenti di tosse. Più precisamente, l'andamento della tosse durante la malattia influenzale non è costante: se raffreddore ed influenza esordiscono tipicamente con la tosse secca, negli stadi più avanzati la tosse produttiva prende il sopravvento. La comparsa della tosse grassa viene generalmente interpretata come una complicanza dell'affezione respiratoria primaria, sinonimo di un'infezione (spesso batterica) in atto.
Nella maggior parte dei casi, la tosse grassa dipendente da simili patologie respiratorie tende a regredire da sé nell'arco di una manciata di giorni, senza necessariamente ricorrere all'ausilio di farmaci mucolitici.
Solo in caso di necessità, il medico può prescrivere farmaci per la tosse od altri sussidi terapeutici per alleggerire i sintomi e velocizzare la rimessa in salute.

Cosa può essere?

La tosse grassa non si presenta solamente nel contesto di raffreddore ed influenza: essa infatti costituisce un sintomo ricorrente in numerose affezioni respiratorie.
A partire dalle caratteristiche della tosse grassa e dall'analisi dei sintomi correlati, cerchiamo di fornire elementi utili per una prima ed ipotetica auto-diagnosi (che deve sempre e comunque essere accertata da test diagnostici medici):


Caratteristiche della tosse grassa e sintomi associati

Ipotesi diagnostica (richiede accertamento medico)

Tosse grassa accompagnata da catarro verdastro, mucoso ed abbondante

  • Infezione batterica in atto

Inizialmente, la tosse è secca e stizzosa; dopo qualche giorno, la tosse diventa produttiva. Il quadro clinico del paziente è completato da sintomi come febbre, mal di gola, mal di testa e malessere generale

Tosse grassa accompagnata da un espettorato sanguinolento (emottisi)

Tosse grassa, talvolta sanguinolenta, accompagnata da febbre alta, brividi, difficoltà respiratorie, fitte al petto, sudorazione profusa

Tosse grassa accompagnata da enfisema, evidente danno polmonare, fibrosi, dispnea, affaticamento, perdita di peso

  • Polmonite da ipersensibilità (o alveolite allergica estrinseca): si tratta di una grave reazione d'ipersensibilità del polmone dovuta a ripetute inalazioni di polveri organiche (es. fieno, escrementi di animali ecc.)

Tosse grassa accompagnata da un espettorato dall'odore fetido

  • Gangrena polmonare

Espettorato schiumoso, roseo e sieroso

La consistenza e l'aspetto del catarro emesso durante un colpo di tosse grassa è paragonabile alla gelatina di ribes

La tosse grassa è accompagnata da un espettorato dal colore nerastro o molto scuro

  • Antracosi, rara malattia professionale legata all'inalazione frequente e prolungata di polveri di carbone

Alcune malattie o disturbi possono esordire indifferentemente con tosse secca o tosse grassa: in questi casi, l'occhio attento ed esperto di un medico è indispensabile per risalire alla causa scatenante attraverso la minuziosa valutazione dei sintomi "di accompagnamento".
Per esempio, il tumore al polmone, la BPCO ed alcune allergie stagionali alle vie respiratorie (es. febbre da fieno) possono presentare una tosse tipicamente secca e stizzosa oppure esordire con violenti colpi di tosse grassa. È chiaro che in questi casi una prima auto-diagnosi risulta piuttosto complessa, nonché inutile: è perciò raccomandato richiedere quanto prima una visita di controllo.
Altre volte, la tosse può essere un effetto collaterale di una terapia: ad esempio, un'errata posologia (dosaggio) del Coumadin - noto farmaco anticoagulante - può provocare anche l'emissione di tosse grassa con tracce di sangue.

Considerato che la tosse grassa costituisce un sintomo ricorrente in numerose malattie, è ben comprensibile come la diagnosi differenziale sia indispensabile ai fini della guarigione.



Ultima modifica dell'articolo: 30/03/2016