Tipi di maschere viso

Definizione di maschera viso

Le maschere viso sono trattamenti dermocosmetici costituiti da un veicolo viscoso ed appiccicoso nel quale viene incorporata una mescolanza di principi attivi funzionali.

Principi attivi

Ogni maschera per il viso è unica e contiene un cocktail di principi attivi funzionali accuratamente studiato per ottenere l'effetto estetico o simil-terapeutico richiesto.
Tipi di Maschere VisoInnumerevoli sono gli ingredienti con cui si può realizzare una maschera per il viso.
Nella lunga lista degli attivi funzionali, non possiamo dimenticare l'argilla, uno dei componenti più utilizzati per preparare maschere viso dall'azione detossinante e purificante. In ambito cosmetico, l'argilla viene sfruttata anche per le sue proprietà idratanti, antisettiche, rimineralizzanti, antirughe ed esfolianti. Il caolino, sostanza adsorbente degna di merito, viene talvolta mescolato nella preparazione di una maschera viso per il trattamento di pelli grasse con i pori dilatati.
Anche il cetriolo è un ingrediente spesso presente nella formulazione di maschere viso dall'azione mineralizzante, depurativa e rinfrescante. Ricordiamo, infatti, che pur essendo un antichissimo rimedio contro occhiaie e borse, l'applicazione di un paio di fettine di cetriolo sembra essere un'usanza ancora attuale.
Le maschere viso più richieste sono impreziosite da principi attivi astringenti e dermopurificanti. Tra i più degni di nota, non possiamo dimenticare: estratto di betulla, tè verde, amamelide, bardana, salvia e tea tree oil.
Anche le sostanze amilacee e le pectine possono essere incorporate nella base di una maschera viso dalle proprietà antipruriginose e sfiammanti. Similmente, anche l'estratto di rosa canina viene spesso utilizzato per preparare maschere viso ad azione tonificante, levigante ed astringente.
Perfino con la zucca è possibile realizzare maschere viso del tutto naturali e (soprattutto) utilissime per idratare e levigare la pelle, pulendola profondamente. Queste maschere fai da te possono essere realizzate schiacciando alcuni semi e polpa di zucca con un cucchiaio di miele. Dopo aver applicato questa maschera, la pelle del viso appare visibilmente più pulita e idratata.
Da ultimo, ma non per importanza, le maschere viso ad azione schiarente/esfoliante sono realizzate principalmente con alfa-idrossiacidi (acido mandelico, acido glicolico, acido citrico, acido tartarico ecc.) e beta idrossiacidi (acido salicilico). Queste preparazioni dermocosmetiche aiutano a rendere meno evidenti le macchie sulla pelle, esercitando nel contempo una buona azione esfoliante.

Tipi di maschere

Esistono numerosissimi tipi di maschere viso ed altrettante combinazioni di principi attivi funzionali. In linea generale, le maschere di bellezza possono essere classificate in base al modo in cui vengono preparate e all'effetto cosmetico/simil-terapeutico promosso.


CLASSIFICAZIONE FORMULATIVA


In funzione del modo di preparazione, le maschere viso possono essere classificate in più macrogruppi:

  1. MASCHERE VISO ISTANTANEE: tipiche ricette cosmetiche preparate nei saloni di bellezza, le maschere viso istantanee si presentano come masse gelatinose nelle quali sono inglobati principi attivi differenti. Gli ingredienti funzionali sono scelti in base al tipo di pelle e devono soddisfare le richieste del cliente.
  2. MASCHERE VISO A DUE CORPI: sono formate da due sistemi (veicolo + ingredienti funzionali), ognuno dei quali è preparato separatamente dall'altro: solo successivamente le due parti vengono mescolate. Le maschere viso a due corpi sono vantaggiose in quanto la preparazione separata dei due sistemi consente di conservare più a lungo il prodotto.
  3. MASCHERE-CREME: preparazioni cosmetiche leggere, piuttosto semplici e standardizzate, indicate per pelli "normali".
  4. MASCHERE VISO A FREDDO: sono le comuni maschere viso, richieste per lo più nei centri di bellezza per detossinare la pelle in profondità.
  5. MASCHERE VISO A CALDO (fanghi): si tratta di una particolare preparazione cosmetica estremamente utile per pelli grasse ed acneiche. Una volta applicate sul viso, queste maschere producono una piacevole sensazione di calore: l'effetto vasodilatatorio provocato dal calore incrementa la capacità della maschera viso di adsorbire una buona parte del sebo presente sulla pelle.

CLASSIFICAZIONE FUNZIONALE


La classificazione funzionale delle maschere viso è molto più complessa perché, come sappiamo, i trattamenti cosmetici richiesti per coprire o correggere un particolare inestetismo sono assai variegati e disparati.
Ad ogni modo, le maschere viso funzionali più richieste sono di seguito riportate:

  • EMOLLIENTI/UMETTANTI: queste maschere viso sono costituite da ingredienti cosmetici in grado di ammorbidire ed elasticizzare gli strati più superficiali della pelle
  • RIVITALIZZANTI: molte donne richiedono maschere rivitalizzanti per donare una certa tonicità alla pelle del viso. Con l'età, il lavoro, lo stress e lo smog, la cute è costantemente sottoposta ad un superlavoro; per questo, il viso appare spento e scialbo. Le maschere rivitalizzanti - come preannuncia la parola stessa - conferiscono vivacità e tono alla pelle.
  • IDRATANTI: queste preparazioni cosmetiche favoriscono la penetrazione di acqua attraverso la cute, rendendola più elastica e tonica.
  • CALMANTI/DISARROSSANTI: le maschere disarrossanti sono studiate per contrastare il rossore tipico di pelli particolarmente sensibili, acneiche e couperosiche
  • DERMOPURIFICANTI: similmente alle maschere precedenti, anche quelle dermopurificanti sono realizzate appositamente per purificare la pelle in profondità, contrastando la formazione di acne e punti neri
  • SCHIARENTI: le maschere viso schiarenti sono molto richieste dalle donne non più giovani. Il viso delle donne mature è spesso macchiato da chiazze iperpigmentate, tali da rendere l'aspetto poco elegante, sciupato e stanco. Le maschere viso schiarenti sono spesso realizzate con sostanze esfolianti (es. acido cogico, acido glicolico, acido salicilico).