Talloni Screpolati: Prevenzione e Trattamento

Screpolature dei talloni

Le screpolature sono piaghe dell'epidermide favorite principalmente da una perdita della normale elasticità della pelle. Quando compaiono sul tallone, tali spaccature possono dare origine a disturbi di varia entità: oltre ad essere oggettivamente antiestetici, i talloni screpolati possono talvolta procurare molto fastidio, dolore e, nei casi più gravi, sanguinamento e disturbi della camminata.
Talloni Screpolati, Crema e TrattamentoProprio come la pelle del viso, anche quella dei piedi necessita di essere costantemente "coccolata": più la pelle del piede (del tallone in questo caso) viene idratata e nutrita con creme specifiche, più agevoli saranno la prevenzione e il trattamento di eventuali screpolature plantari.
Vediamo quindi quali sono i trattamenti utili per levigare i talloni secchi e screpolati, e quali accorgimenti osservare per prevenirli.

Trattamento cosmetico

Considerati i fattori scatenanti, il primo trattamento contro le screpolature dei talloni è indubbiamente il ripristino della naturale elasticità della pelle del tallone. A tale scopo, le creme idratanti e profondamente nutrienti si rivelano un rimedio eccellente contro le screpolature del tallone. Per ripristinare la componente idrica della cute, l'attenzione cosmetica va rivolta verso le formulazioni arricchite di glicerina, acido ialuronico, mucillagini e sorbitolo. Per nutrire ed ammorbidire le screpolature del tallone, invece, le creme più indicate sono quelle formulate con burri vegetali (es. burro di karitè), olio di vaselina, olio di mandorle dolci ed olio di ricino.
Anche le creme arricchite con principi attivi vegetali dall'azione antiossidante (es. estratto di melograno, estratto di limone) possono indubbiamente apportare beneficio ad una pelle indebolita e fragile come quella dei talloni screpolati.
Sostanze restitutive, idratanti e leviganti come l'urea, in sinergia con oli emollienti e filmogeni, migliorano l'elasticità e l'aspetto delle pelli secche ed ipercheratosiche, eliminano le cellule morte ed alleviano la sensazione di pelle che tira.
Il trattamento cosmetico appena descritto si rivela un'eccellente soluzione quando il fenomeno non arreca particolare fastidio e le screpolature sono asciutte (non sanguinanti).
Inoltre, in tempi relativamente recenti, nel mondo della cosmesi stanno spopolando le maschere per i piedi, molto utili quando si vogliono effettuare dei "trattamenti urto". Queste maschere sono realizzate in tessuto e hanno la forma di veri e propri calzini all'interno dei quali sono presenti gli ingredienti attivi necessari a conferire idratazione e morbidezza ai talloni screpolati.

Trattamento medico

In presenza di talloni particolarmente screpolati, caratterizzati da piaghe difficili da rimarginare e sanguinanti, il trattamento podologico-medico si rivela l'unica opzione pensabile ed intelligente. Un'eventuale e concomitante infezione batterica o fungina in atto richiede l'intervento del medico che, a seconda dei casi, prescriverà la somministrazione di farmaci antibiotici od antimicotici locali, da applicare direttamente sul tallone.

Prevenzione

La profilassi dei talloni screpolati si basa essenzialmente sull'idratazione costante della pelle dei piedi attraverso creme specifiche e sull'evitare, quanto possibile, traumi, pressioni e sfregamenti sulla pianta del piede.


Fatta eccezione per le forme patologiche, le screpolature ai talloni si possono facilmente prevenire rispettando alcuni semplici - ma importantissimi - accorgimenti.
Premesso che le crepe ai talloni sono causate soprattutto da un'eccessiva secchezza cutanea nella pianta del piede, è comprensibile come l'idratazione ed il nutrimento della pelle siano importanti per prevenire tale disturbo. Per idratare e nutrire il tallone, l'applicazione (pluri)quotidiana di creme specifiche si rivela la soluzione più immediata, probabilmente la più efficace per conferire un rapido sollievo alla cute inaridita.
Trattamento Talloni ScrepolatiL'applicazione regolare di questi cosmetici, tuttavia, non si rivela sempre sufficiente per ottenere dei talloni morbidi ed elastici. Come sappiamo, infatti, alcune abitudini e certi comportamenti scorretti possono accentuare il disturbo o addirittura favorire lo sviluppo di queste fastidiosissime screpolature ai talloni.
Vediamo, di seguito, qual è l'approccio corretto per prevenire l'insorgere delle screpolature sotto ai piedi:

  1. Utilizzare scarpe comode (evitare calzature troppo strette) per minimizzare sfregamenti ed attriti responsabili direttamente o indirettamente di screpolature, taglietti e callosità a livello dei piedi. Allo stesso tempo, limitare l'utilizzo di scarpe con tacco, ciabattine infradito e zoccoli: i continui traumi, gli sfregamenti e le pressioni favoriscono infatti le screpolature sotto ai piedi.
  2. Indossare sempre calzini di cotone ed evitare quelli con le cuciture rigide.
  3. Sì ad impacchi caldi e scrub: la combinazione impacco + crema esfoliante (es. crema con urea, crema con acido salicilico) aiuta a mantenere la pelle del piede morbida e levigata, rimuovendo lo straterello di cellule morte superficiali. Talloni particolarmente secchi ed aridi richiedono l'utilizzo della pietra pomice, più incisiva contro la pelle secca; tuttavia, considerato il potere irritante della pietra pomice, si raccomandano i pediluvi (da eseguire prima del trattamento) e l'utilizzo di creme idratanti ed emollienti (da applicare immediatamente dopo l'esfoliazione).
  4. No agli esfolianti fai da te con il sale grosso: molto spesso nei talloni screpolati si nascondono micro taglietti che, a contatto con il sale, provocherebbero estremo bruciore.
  5. Mantenere i piedi asciutti e puliti, avendo cura di asciugare completamente i piedi dopo i pediluvi. Il mantenimento di piedi asciutti e puliti è fondamentale per prevenire infezioni fungine come il piede d'atleta, un fattore di rischio non trascurabile per le screpolature del tallone.
  6. Non strappare le pellicine e la pelle secca che tende a staccarsi dal tallone: simili comportamenti possono lesionare la cute e favorire sanguinamenti ed infezioni.
  7. Non camminare scalzi: lo sporco, la sabbia e la polvere possono irritare la pelle ed impoverirla del suo naturale film idrolipidico, indebolendola e favorendo lo sviluppo di screpolature ai talloni.
  8. Applicare regolarmente (anche in assenza di screpolature) creme ad azione idratante, emolliente e nutriente sotto il piede.
  9. Rispettare un regime alimentare regolare e, quando necessario, ridurre il peso corporeo: come sappiamo, infatti, l'obesità rientra nella lunga lista dei fattori predisponenti i talloni screpolati, dato che i piedi sono costretti a sopportare pressioni e carichi eccessivi.
  10. Se necessario, utilizzare gommine o plantari specifici per attutire eventuali sfregamenti e pressioni a carico dei piedi.
  11. Bere almeno un paio di litri d'acqua al giorno per assicurare all'organismo un'adeguata idratazione anche dall'interno.
  12. Utilizzare un umidificatore d'ambiente per mantenere un certo grado di umidità nell'aria ed evitare che la pelle si inaridisca eccessivamente.

Prendersi cura dei propri piedi è la soluzione migliore per prevenire disturbi spiacevoli come i talloni screpolati.

Rimedi Fai da Te

Oltre ai trattamenti con prodotti cosmetici industriali (creme, esfolianti, ecc.), il problema dei talloni screpolati può essere prevenuto o affrontato anche con diversi rimedi fai da te.
Di seguito ne saranno brevemente illustrati alcuni.

Pediluvio alla lavanda

Il pediluvio è un metodo molto utile per ammorbidire la pelle secca e inaridita che caratterizza i talloni screpolati.
Per effettuare il pediluvio alla lavanda è sufficiente aggiungere qualche goccia di olio essenziale all'acqua calda nella quale si dovranno poi immergere i piedi. Volendo, è possibile aggiungere anche del bicarbonato di sodio (due o tre cucchiai), oppure dell'amido di riso per favorire ulteriormente l'azione ammorbidente del trattamento. La durata del pediluvio, solitamente, è di 15-20 minuti.
In linea generale, dopo il pediluvio, si consiglia di effettuare subito uno scrub (naturalmente, previa accurata asciugatura dei piedi).

Scrub allo zucchero

Così come può essere utilizzato per la preparazione di scrub per corpo e labbra, lo zucchero è un ingrediente molto prezioso anche per la realizzazione di scrub fai da te per il trattamento dei talloni screpolati.
La preparazione dello scrub per i piedi è semplice e veloce: è sufficiente mescolare lo zucchero (grezzo o raffinato) con olio extravergine di oliva, oppure con olio di sesamo, o ancora con olio di mandorle dolci, fino ad ottenere un composto cremoso che si possa facilmente massaggiare sui talloni screpolati. Volendo, alla miscela di zucchero e olio è possibile aggiungere anche del miele, dalle ben note proprietà emollienti ed idratanti.

Maschera alla frutta

Analogamente a quanto avviene per il viso, il vasto mondo del fai da te propone anche diverse ricette per la preparazione di maschere per talloni screpolati. Anche in questo caso la preparazione è semplice e richiede poco tempo. I tipi di frutta che si possono impiegare sono diversi - come, ad esempio, l'avocando, la papaya e la banana - l'importante è che siano ben maturi.
Ammorbidire i Talloni SecchiUna volta scelto il tipo di frutto, è sufficiente schiacciarne la polpa e aggiungere olio di oliva, oppure un altro tipo di olio (sesamo, mandorle dolci, ecc.) a seconda delle proprie preferenze. Una volta miscelati gli ingredienti, la maschera va applicata direttamente sui talloni. Dopodiché, si consiglia di indossare un paio di calzini in cotone e di lasciare il tutto in posa per almeno 20-30 minuti. Trascorso il tempo di posa, la maschera può essere rimossa con acqua tiepida, eventualmente con l'ausilio di un detergente delicato.

Impacchi al burro di karité

Il burro di karité è un ingrediente naturale facilmente reperibile e dalle spiccate proprietà idratanti, emollienti, nutrienti e rigeneranti (per maggiori informazioni: Karité - Burro di Karité).
Per effettuare un impacco contro i talloni screpolati è sufficiente prelevare una generosa quantità di burro di karité e massaggiarlo direttamente sull'area interessata poco prima di coricarsi. Anche in questo caso, una volta applicato il prodotto è consigliato indossare un paio di calzini e di lasciare in posa tutta la notte.




ARTICOLI CORRELATI

Dolore al TalloneSpina CalcaneareTalloni ScrepolatiTalloniteTallonite - Farmaci per la Cura della TalloniteDolore al tallone - Sintomi e cause di Dolore al talloneRagadi nei Piedi - Cause e SintomiSintomi Sperone calcaneareSintomi Spina calcaneareSintomi TalloniteTalloni Screpolati - Cause e SintomiTalloni su Wikipedia italianoHeels su Wikipedia ingleseMani secche e screpolateRimedi per i Tagli agli Angoli della BoccaScrepolature delle labbraBoccarola - Sintomi e cause di BoccarolaRagadi nelle Mani - Cause e SintomiSkin fissure su Wikipedia inglesePiede DiabeticoAlluce valgoAstragalo (Osso)CalcagnoDisidrosiFalangiMani Piedi Bocca - MalattiaMetatarsalgiaMetatarsiNeuroma di MortonNeuroma di Morton - Farmaci e CuraOcchio di PerniceOssa del PiedePiedePiede CavoPiedi gonfi in gravidanzaPiedi PiattiPrincipali anomalie podaliche e conseguenze posturaliPuzza dei piediRiflessologia PlantareRimedi Mani e Piedi Freddi - Cosa FareRimedi Puzza dei PiediTarso - Ossa del TarsoTendinite al PiedeFarmaci per la cura della Tigna del PiedePiede Diabetico - Cosa Fare e Cosa Non FarePiede diabetico: diagnosi, cura e trattamentoPiedi gonfi e stanchi: cause e soluzioniAracnodattilia - Cause e SintomiBrachidattilia - Cause e SintomiDolore al piede - Sintomi e cause di Dolore al piedeFascite plantare, rottura dell’aponeurosi e taping kinesiologicoImportanza dei corretti appoggi podalico ed occlusaleMetatarsalgia - Sintomi e cause di MetatarsalgiaPiedi su Wikipedia italianoFoot su Wikipedia ingleseRagadi su Wikipedia italianoRhagades su Wikipedia inglese