Sedano Rapa

Introduzione

Curiosa variante del sedano, il cosiddetto sedano-rapa è una pianta particolarissima, seppur poco conosciuta. Meglio noto come sedano di Verona, il sedano-rapa è un tipico ortaggio da radice, come tale viene coltivato principalmente per l'assetto radicale.
L'aspetto poco invitante del sedano rapa non è certo un punto a suo favore: la radice, come vedremo, è globosa e bitorzoluta, il che rende l'ortaggio visivamente poco accattivante.
Alcuni screditano il sedano rapa descrivendolo come “meno importante addirittura del topinambur.Sedano rapa

Descrizione botanica

In botanica, il sedano rapa è Apium graveolens var. rapaceum, ed appartiene alla famiglia delle Ombrellifere. Si tratta di una pianta coltivata in particolare nel Nord Italia, mentre nel meridione il sedano rapa è pressoché sconosciuto. Il sedano rapa presenta una radice particolare e facilmente distinguibile dagli altri ortaggi: il suo colore è brunastro nella parte esterna e bianco internamente. Inoltre, la radice del sedano rapa presenta una forma tipicamente globulosa e nodosa, dal diametro di 15-20 centimetri. La superficie è grinzosa e ruvida al tatto, mentre le foglie sono tinte di una tonalità scura di verde, e tipicamente cave nella pagina interna.
La pianta presenta un ciclo biennale; la raccolta, iniziata verso la fine di agosto, si protrae sino a dicembre o comunque fino ai primi geli.
Si consiglia di comprare il sedano rapa quando raggiunge un peso variabile dai 600 ai 700 grammi: questo rappresenta infatti il peso ideale, indice di qualità del prodotto.
Il sedano rapa cresce facilmente in zone a clima temperato: non a caso, il gelo può danneggiare irreversibilmente la pianta. Ad ogni modo, la temperatura non dovrebbe mai superare i 30°C, al fine di evitare di ostacolarne il corretto sviluppo vegetativo della radice.

Sedano rapa: valore nutrizional

Le proprietà diuretiche e disinfettanti attribuibili al sedano rapa non vengono ampliamente sfruttate dall'erboristeria, probabilmente perché ritenute meno importanti rispetto a quelle di altri ortaggi che vantano a pieno titolo le potenzialità suddette.
Il sedano rapa, come del resto il sedano da costa, fornisce un ridotto apporto calorico (solo 23 kcal per 100 grammi di prodotto) ed è costituito da una considerevole quantità di acqua (88%), mentre il restante 12% è ripartito tra carboidrati, proteine, grassi e fibre (soprattutto). La radice è costituita anche da vitamine (in particolare quelle antiossidanti) e sali minerali, quali ferro, potassio e manganese.

Proprietà

Anche se poco sfruttate, il sedano rapa vanta le medesime proprietà del sedano comune: utile contro  reumatismi, affezioni polmonari, calcoli renali, insufficienza epatica ed in caso di demineralizzazione.

Principi attivi

Il sedano rapa presenta un aroma piuttosto forte ed intenso: l'odore aromatico, quasi pungente, è dovuto all'olio essenziale, caratterizzato principalmente da limonene e da sedanolide, oltre ad una serie di svariati monoterpeni. Per la presenza di alcune proteine (Api g 1, Api g 4, Api g 5), il sedano rapa rientra tra gli alimenti potenzialmente allergizzanti: a tal proposito, il consumo di questa radice dev'essere evitato dai soggetti sensibili o predisposti alle allergie alimentari.

Usi alimentari

Come intuibile, il sedano rapa è sfruttato più in ambito alimentare che fitoterapico, pur rimanendo comunque un ortaggio poco conosciuto anche in cucina.
Il sedano rapa si presta alla preparazione d'insalate, quindi consumato crudo, ma rappresenta un buon contorno anche da cotto: può essere cucinato al forno, in padella con poco olio, fritto in abbondante olio, ma anche impanato o gratinato. Inoltre, il sedano rapa può essere ingrediente principale di zuppe e minestre.

Riassunto

Sedano rapa: PER FISSARE I CONCETTI

 

Sedano rapa
  • Pianta particolarissima, seppur poco conosciuta, meglio nota come sedano di Verona
  • Tipico ortaggio da radice
  • Aspetto poco invitante
  • Ortaggio meno importante addirittura del topinambur
Sedano rapa: descrizione botanica
  • Nome botanico: Apium graveolens var. rapaceum
  • Famiglia: Ombrellifere
  • Distribuzione: pianta coltivata in particolare nel Nord Italia, in zone a clima temperato
  • Radice: facilmente distinguibile dagli altri ortaggi, diametro di 15-20 centimetri; Colore: brunastro nella parte esterna e bianco internamente; Forma: globulosa e nodosa; Superficie: grinzosa e ruvida al tatto
  • Foglie: color verde scuro, cave nella pagina interna
  • Raccolta: iniziata verso la fine di agosto, si protrae sino a dicembre
  • Peso ideale per il consumo: 600-700 g
  • Temperatura ideale: non dovrebbe mai superare i 30°C
Sedano rapa: valore nutrizionale
  • Kcal: 23/100 g di prodotto
  • Acqua: 88%
  • Carboidrati, proteine, grassi, fibre: 12%
  • Vitamine antiossidanti
  • Sali minerali: ferro, potassio, manganese
Sedano rapa: proprietà Non vengono ampliamente sfruttate dall'erboristeria → ritenute meno importanti di altri ortaggi che possono vantare a pieno titolo le potenzialità suddette.
Utile in caso di:
  • reumatismi
  • affezioni polmonari
  • calcoli renali
  • insufficienza epatica
  • demineralizzazione
Sedano rapa: caratteristiche chimiche Olio essenziale → limonene, sedanolide e numerosi monoterpeni
Presenza di alcune proteine potenzialmente allergizzanti → il consumo del sedano rapa dev'essere evitato dai soggetti sensibili
Sedano rapa: impieghi alimentari
  • Crudo: insalate
  • Cotto: in padella con olio, fritto, gratinato, impanato
  • Ingrediente per preparare minestre o zuppe